Politica

di Mario Adinolfi

Al senatore Sergio Lo Giudice, ex presidente arcigay

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

Ho letto che contro il nostro convegno di sabato 17 a Milano il senatore Sergio Lo Giudice, già presidente dell’Arcigay e per questo premiato con un seggio a Palazzo Madama, intende presentare una interrogazione parlamentare per “salvare l’Expo da questo catastrofico danno di immagine e l’Italia da una pessima figura internazionale”. In sostanza vorrebbe che ci fosse impedito di parlare in quanto “omofobi”. Il senatore Lo Giudice è tra i (pochi) gay italiani che hanno attivato una procedura di compravendita di bambino affittando l’utero di una donna all’estero, spendendo una valanga di quattrini per tutta questa operazione, privando il neonato del diritto ad avere una madre. Quella procedura è illegale in Italia e in quasi tutti i paesi del mondo. Vorrei discutere su chi sia che fa fare all’Italia una pessima figura internazionale, noi che difendiamo i diritti dei bambini o Lo Giudice che se li compra illegalmente.

Il sito del settimanale l’Espresso (dopo la Repubblica che ha spacciato una notizia totalmente falsa il piano del gruppo editoriale è completo) afferma che nei nostri confronti e nei confronti di Expo per il solo fatto di ospitarci viene promesso dagli amici di Arcigay un “trattamento Barilla”. Ecco, scrivo queste poche righe solo per ribadire che noi, a differenza di Guido Barilla, non ci faremo intimidire.

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

05/01/2015
3009/2020
S. Girolamo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Tag associati

Articoli correlati

Media

Auguri al nostro lettore

Ti abbiamo incontrato magari solo qui sul web o forse dal vivo in uno degli eventi del tour Voglio la mamma 2014 o in uno degli eventi speciali “contro i falsi miti di progresso” con Costanza Miriano, padre Maurizio Botta dei Cinque Passi e Marco Scicchitano.

Leggi tutto

Chiesa

Non ci dividerete

La Chiesa ha “aperto ai gay”? Le titolazioni dei quotidiani sembrano non riuscire a trovare altra sintesi dopo la lettura della “Relatio post disceptationem” del cardinale Peter Erdo al Sinodo sulla famiglia.

Leggi tutto

Politica

Il disegno politico di Salvini

Salvini pensa che governerà “per un trentennio” e in effetti l’assenza di opposizioni oltre che la debolezza del suo alleato nell’esecutivo lo autorizza a queste rosee previsioni. In più è andato ad Arcore da Berlusconi per accertarsi che a Berlusconi interessa sempre e solo una cosa, cioè la sua “roba”, i tetti pubblicitari e quelle faccende lì, sul resto via libera a tutto a partire da Foa presidente della Rai che, poverino, è a bagnomaria a viale Mazzini da due mesi.

Leggi tutto

Società

In tv vogliono dar scandalo, ma è conformismo che annoia

Avete scritto in tanti alla pagina Facebook del nostro quotidiano “in fieri” (saremo in edicola dal 13 gennaio) e sulle pagine dei circoli Voglio la mamma, altri mi hanno scritto in privato. Ho chiesto a tutti di avere un po’ di pazienza, di darmi 48 ore.

Leggi tutto

Società

Il primo Natale di Gammy, nato come se fosse Betlemme

Ieri Gammy ha compiuto un anno e si appresta a vivere nel villaggio a cento chilometri da Bangkok dove abita il suo primo vero Natale con la giovane mamma Goy e con suo marito che gli fa da papà.

Leggi tutto

Politica

Ora tutti in piazza

Ora il disegno è chiaro. Ora si capisce perché ieri tutte quelle paginate sulla “svolta pro gay” al Sinodo. Ve l’avevamo detto subito da queste colonne: occhio alla trappola, occhio che vogliono dividerci.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2020 La Croce Quotidiano