Media

di Lorenzo Ciampoli

Il convegno di Milano

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

Alla fine, come era nelle intenzioni di chi ha organizzato il convegno, è stata una bella occasione per riflettere, dialogare e testimoniare la nostra cura verso ogni persona debole e dimenticata.

Hanno provato a chiuderci la bocca da settimane, inventando bugie e illazioni; certo ‘giornalismo’ non si è arreso anche di fronte all’evidenza di tre sale piene ad ascoltare i nostri moschettieri (più tante altre fuori dalla Sala Testori a seguire la diretta in streaming) raccontandoci come poche centinaia di persone. Né ci hanno intimidito i tentativi di creare tensione nel corso del convegno da parte di contestatori vari.

Marco Scicchitano ci ha ricordato che la differenza maschile/femminile è qualcosa che va ben oltre le costruzioni culturali, ma la sostanza stessa del nostro essere umani, del nostro rimanere umani.

Costanza Miriano, partendo dalla sua esperienza di madre lavoratrice, ha fatto un appello accorato ad istituzioni e datori di lavoro, perchè le donne non siano costrette a mettere da parte la famiglia e i propri figli per dedicarsi ossessivamente alla carriera.

Padre Maurizio Botta ha saputo come sempre coinvolgerci e spiegarci quanto siano vere le parole di Papa Francesco, che in più occasioni ha condannato questa società votata all’esaltazione del dio denaro a danno dell’uomo, riducendolo a prodotto che si può scartare.

Il nostro direttore Mario Adinolfi, partendo dal doloroso racconto della compravendita di un bambino da parte di Elton John, ha gridato forte e chiaro che le persone non sono cose, facendo anche un chiaro appello al governo perché non si lasci influenzare da club che vogliono negare ai bambini di avere un padre e una madre, che vogliono scartare ed uccidere persone perchè ritenute ‘difettose’ ed inutili, che vogliono farci tornare a duemila anni fa, quando un bambino poteva essere buttato da una rupe o un uomo venduto come schiavo ad altre persone. Quel tempo è finito con l’arrivo di un segno, una Croce, e non accetteremo che qualcuno possa farlo ritornare duemila anni dopo.

Ringraziamo tutti coloro che ci hanno seguito, a Milano come in streaming, tutti gli organizzatori e anche a chi ha contestato e diffuso, anche di fronte all’evidenza dei fatti, notizie false, perchè non hanno fatto altro che autoaccusarsi della loro malafede.

Come ricordato in ogni intervento dei relatori di oggi continueremo con orgoglio a difendere le nostre idee, che non vogliono giudicare alcuna persona, verso cui avremo sempre il rispetto e il sorriso, ma piuttosto svegliarci dal sonno in cui i falsi miti di progresso vogliono portare tutti noi.

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

17/01/2015
1512/2019
Beata Maria Vittoria de Fornari Strata

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Libero Stato in libera Chiesa

Pare che il tema sia questo: i giorni che ci separano dal 30 e dalla manifestazione di uno smisurato orgoglio popolare, forte e tenero come mamma e papà per i loro bambini, saranno minati da una capillare campagna di delegittimazione (di chi di quel popolo si è ritrovato ad essere voce e parola) e da un parallelo tentativo di addomesticare il cuore indomito di quella piazza. Soltanto tra una settimana si potrà sapere chi avrà vinto, o se avranno perso tutti.

Leggi tutto

Storie

A tu per tu con Serafino Ferrino

Intervista al prof. Serafino Ferrino che, fra i primi sindaci italiani a opporre obiezione di coscienza alle Unioni civili omosessuali, ha subito il 28 luglio una brutale aggressione sui cui colpevoli ancora
non è stata fatta luce. Riconosciamo nell’ex Sindaco di Favria un uomo che ha tenuto la schiena dritta contro la tecnica violenta e anti-democratica dei falsi miti del Progresso. Finito in prognosi riservata

Leggi tutto

Società

Cani contro bimbi 3-2

Le statistiche mostrano che gli adulti disposti a impegnarsi nel compito di crescere dei bambini sono meno di quelli con animali.

Leggi tutto

Politica

informarsi-e-formarsi-per-la-politica

La formazione è ciò che ha permesso al Pci di perpetuare nei decenni una classe dirigente che producesse ceto politico e che al contempo detenesse l’egemonia culturale nel Paese (perfino quando il ceto politico era all’opposizione). Essa non può tuttavia illudersi di partire dalla pubblicazione di date e corsi a cui iscriversi: occorre una selezione previa basata sull’attivismo giovanile.

Leggi tutto

Chiesa

Bagnasco e l’impegno dei cattolici

La prolusione del Cardinale Angelo Bagnasco al Consiglio permanente della Cei è stata di impressionante nettezza. Il richiamo alla «famiglia come baricentro esistenziale da preservare» è stato condito da una serie di affermazioni che tracciano la strada all’impegno dei cattolici italiani

Leggi tutto

Storie

La Brazzale va incontro ai dipendenti che fanno figli

Di sicuro ci vuole coraggio. E così mentre parliamo della desolante situazione attuale sui temi scottanti degli ultimi tempi tiene a smentire un passaggio erroneamente riportato dal quotidiano La Repubblica in cui avrebbe parlato di Dat ed eutanasia. Il passo riporta: “Il ritardo del nostro parlamento nel regolare il diritto di morire con dignità è uno scandalo”. L’imprenditore senza esitazioni ne respinge l’attribuzione e corregge il tiro: “Nella fattispecie il tema del fine vita si è sovrapposto nella cronaca a quello della crisi delle nascite. Quelli dell’eutanasia o del suicidio assistito sono dilemmi che sbattono la nostra coscienza al muro ed ogni scelta si adotti non ci potrà che lacerare interiormente. Non da una prospettiva religiosa, dalla quale il dubbio non si pone, ma da cittadino, mi sento molto vicino a chi vive questi drammi ma non riesco ad abbandonare l’idea di una difesa ad oltranza della vita anche oltre ogni ragionevole obiezione”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2019 La Croce Quotidiano