Politica

di Mario Adinolfi

Giornate dense

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI

QUI http://www.lacrocequotidiano.it/abbonarsi-ora

Sono giornate dense in cui dobbiamo batterci con le unghie e con i denti in televisione per ribadire la concrete proposte per una vera liberazione della donna facendo crescere nel Paese il dibattito sull’idea totalmente rivoluzionaria del Popolo della Famiglia definita “reddito di maternità” (Raiuno, Vita in Diretta, qui per chi se lo fosse perso https://youtu.be/WmF8PfC35gI ), in cui dobbiamo difenderci da chi platealmente tramite le televisione orwellianamente omologata insulta le mamme e i papà di questo paese (Radio Cusano Campus, qui il link all’intervista integrale da ascoltare http://www.tag24.it/175376-adinolfi-a-fedez-e-j-ax/ ) e non dimentichiamo che nel frattempo siamo in campo per cambiare concretamente le cose in questa disastrata nazione anche dal punto di vista politico. Nell’ultimo fine settimana si è tenuto un micro-appuntamento elettorale per le circoscrizionali a Ravenna. Ebbene, il Popolo della Famiglia ha eletto due consiglieri su tre candidati (e il plauso più forte va rivolto proprio a Marcello Faustino, che non ce l’ha fatta per una dozzina di preferenze). E’ solo l’antipasto delle amministrative “vere” di giugno dove stiamo schierando i candidati sindaco e entro aprile completeremo le liste. Agli italiani chiediamo il cambiamento attraverso il voto politico, avanzando ovunque ci sia dato spazio proposte concrete e difendendo le ragioni profonde del nostro impegno. Anche a Ravenna si è dimostrato che il consenso al Pdf è in decisa crescita. Ora lo dimostreremo a Verona, a Genova, a Monza, ad Alessandria. a Crema, a Riolo, a Riccione e ovunque si vada alle urne. Si cambia davvero, votando Popolo della Famiglia. Non c’è altra strada.

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

16/03/2017
1512/2019
Beata Maria Vittoria de Fornari Strata

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Che spreco terribile è questo popolo che si disperde

Oggi più che mai siamo tutti chiamati ad essere i nuovi intellettuali, ad esercitare cioè la libertà di ragione e di coscienza, contribuendo tutti a ricostruire un pensiero pubblico che sappia e odori di umano. Non siamo chiamati a giocare tra chi pensa di essere il depositario esclusivo della Verità: siamo chiamati a metterci sulle spalle la croce della pazienza, della sapienza e della lungimiranza. Abbandonando le aspirazioni personali, le pretese e tutto ciò che fa parte del fardello dell’uomo fragile.

Leggi tutto

Società

Se arrivano a volerci in galera

La violenza di chi l’ha denunciata è sotto gli occhi di tutti, la clamorosa dimensione della discriminazione di cui è fatto oggetto chi non la pensa come il coro dominante sul tema dei “nuovi diritti” dovrebbe far saltare in piedi l’Italia intera a difesa di Silvana De Mari. Invece in piedi insieme a lei ci siamo noi e pochi altri amici. Non un opinionista di un importante quotidiano, non una trasmissione televisiva che gridi allo scandalo, alla lesione importante di un fondamentale diritto alla libertà di opinione, non un collega giornalista che rivendichi persino per noi la libertà di stampa e l’articolo 21 della Costituzione. No, quell’articolo è invocato solo se l’opinione è quella “giusta”, cioè quella dominante.
In un’Italia così sarà motivo d’orgoglio essere radiati dagli Ordini e mandati in carcere. Quando poi il fascismo finì, fu chi subì quei provvedimenti a poter dire: io ho resistito.

Leggi tutto

Società

Il fallimento delle unioni civili

Credo che i Family Day abbiano ottenuto concretamente lo stralcio della stepchild adoption, lo stop alla legalizzazione di fatto dell’utero in affitto e abbiano anche reso evidente la presenza di un popolo pronto a dare battaglia politicamente, cosa che si è verificata poi con la nascita del Popolo della Famiglia. Le manifestazioni Lgbt hanno portato a casa una brutta legge che non piace neanche a chi si è battuto per averla, peraltro con una mancanza di soggettività politica reale. Sbaglierò ma vedo il mondo Lgbt frastagliato in mille sigle e siglette tra loro anche in conflitto aspro. Esiste poi una dimensione lobbistica in cui invece credo che siete un passo avanti a noi.

Leggi tutto

Società

Se il Cile chiama il segretario del PdF per l’accademia e per l’agorà

Una serie di conferenze all’Università Cattolica è l’occasione per un’incursione nella politica

Leggi tutto

Politica

Sette buone ragioni per andare a firmare la proposta del PdF

Il conservatore guarda indietro per andare avanti» (Prezzolini). Ecco perché tornare alla famiglia

Leggi tutto

Politica

Omofobia in Umbria: si fa presto a dire “legge”

Lo statuto speciale della regione italiana a più alta concentrazione di santi ha permesso il varo di tante leggi regionali, la cui inefficacia dimostra il marchio ideologico

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2019 La Croce Quotidiano