Media

di Mario Adinolfi

La censura degli indegni

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI

QUI http://www.lacrocequotidiano.it/abbonarsi-ora

Mentre il nostro segretario nazionale Gianfranco Amato e suo fratello Massimiliano piangevano la morte del loro papà, proprio nelle stesse ore di oggi delle persone indegne prendevano di nuovo di mira il profilo dello stesso Massimiliano per impedirgli per altri trenta giorni di postare su Facebook. Max ha fatto solo in tempo a scrivere un ricordo addolorato del papà Salvatore, poi per un mese ancora non potrà più scrivere e neanche rispondere ai tantissimi messaggi di affetto che gli sono arrivati via social. La censura agli Amato in un momento di così forte dolore personale, la censura ai tanti e ormai troppi dirigenti del Popolo della Famiglia è davvero una censura a un intero popolo. Siamo stati impegnati in questa settimana con una grande intensità sul territorio, questa è la nostra risposta. Al coordinamento lombardo presieduto proprio da Gianfranco Amato hanno fatto seguito la riunione di quello veneto con Filippo Grigolini e quello siciliano con il coordinatore nazionale Nicola Di Matteo. Io in meno di 48 ho incontrato a Nocera Inferiore i campani di Raffaele Adinolfi e i lucani di Marco Fasulo, gli abruzzesi di Simona Lupi a Teramo mentre non lontano Fabio Torriero era con Patrizio Alessandrini e si sono affacciati anche i marchigiani, poi la domenica l’ho trascorsa con l’infaticabile Mirko De Carli e gli amici emiliani, mentre dal Piemonte Alberto Cerruti di raccontava delle congratulazioni giunte al Pdf da un sacerdote coraggioso. Settimana prossima avremo la festa della Famiglia in Puglia grazie a Enzo Fortunato e io personalmente farò cinque tappe in tre giorni in Veneto: Zevio, Verona, Padova, Conegliano (Treviso) e Malo (Vicenza). Poche ore prima di sapere della morte del papà Massimiliano Amato con Emanuela Pongiluppi e altri coraggiosi volantinavano a Varese per far conoscere il Popolo della Famiglia.

Censurandoci da persone indegne quali siete, cari noti lobbisti, ci avete fatto prendere gusto allo stare per strada, sul territorio, a incontrare le persone. I giornali e le tv locali raccontano le nostri iniziative, persino Repubblica ha raccontato che è stato il Pdf con Mirko De Carli a prendere le difese del sacerdote bolognese che ha giustamente interrogato l’Italia sulle responsabilità di chi ha ucciso con l’aborto e sul paragone da fare con chi ha ucciso per logica mafiosa. Domani alle 9.45 la nostra campagna di comunicazione per far conoscere il Pdf continua da Canale 5, dove sarò ospite per parlare di temi analoghi. Non ci fermerete, non potete accanirvi su di noi persino nel momento del dolore e pensate che questo popolo non reagisca con tutta la determinazione di cui è capace e cioè mettendo ancora più impegno per vivere i valori in cui sono cresciuti Gianfranco e Massimiliano Amato grazie all’insegnamento del loro papà.

Non ci fermerete perché siete poca cosa, siete dei vili che si proteggono dietro ad un algoritmo per mettere un liberticida bavaglio alle idee che non gradite. Non ci fermerete perché siete pericolosi e pericolosamente blanditi, ma avete trovato in noi persone che non hanno paura. Abbiamo Dio con noi e da oggi anche Salvatore detto Arturo, papà e nonno buono, a fare il tifo per il Pdf da lassù.

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

20/11/2017
1507/2019
San Bonaventura cardinale

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Avvenire prende un abbaglio sul M5S

Farebbe sorridere la svolta con cui il ddl sul fine vita proprio da ieri rischia di uscire dalla Camera grazie ai voti grillini: farebbe sorridere per il tempismo con cui parrebbe coronare le improvvide dichiarazioni del direttore del quotidiano della Cei, Marco Tarquinio, che mentre ospitava Grillo in prima pagina andava a cantare le lodi di Di Maio sul Corsera di ieri. In realtà c’è poco da sorridere.

Leggi tutto

Storie

La confessione triste e postuma di George Michael

Una confessione totalmente inattesa giunge dalla memorie di George Michael che prima di morire, parlando della sua vita l’ha definita “ un’intera perdita di tempo”.

Leggi tutto

Chiesa

INFLUENZE CRISTIANE NELLA MUSICA POPOLARE

Abbiamo cercato Cristo nelle canzoni e l’abbiamo trovato in un sacco di posti, anche dove non avremmo immaginato. Ecco una piccola guida all’ascolto per scoprire autori, generi e canzoni del mondo anglosassone che hanno messo Gesù e il suo messaggio al centro della loro ispirazione.

Leggi tutto

Politica

GLI IMPEGNI POLITICI DEL PDF ALLA RIPRESA

A ottobre si comincerà con le elezioni ad Ostia, municipio romano che con i suoi 231.723 abitanti sarebbe la tredicesima città d’Italia per popolazione, subito dopo Verona, territorio della periferia capitolina dominato dal M5S e dalle infiltrazioni mafiose, dove il governo municipale è stata sciolto due anni fa con decreto dell’esecutivo nazionale proprio per tali infiltrazioni. A novembre sarà la volta delle elezioni regionali in Sicilia e con questo si spiega il lavoro agostano del nostro coordinatore nazionale Nicola Di Matteo nell’Isola. Nei prossimi mesi si voterà poi per le regionali in Lombardia, dove il ruolo da protagonista è ovviamente svolto dal nostro segretario nazionale Gianfranco Amato, e probabilmente anche nel Lazio e in Friuli Venezia Giulia dove l’esperienza di governo a Cordenons con Lanfranco Lincetto vicesindaco ci fa ben sperare anche grazie al radicamento con Alessandro Cocco a Trieste e con i risultati ottenuti a Fontanafredda alle ultime amministrative.

Leggi tutto

Politica

Chi lavora non sia più una riga del bilancio

Questo il tenore del messaggio di Papa Francesco, che apre la 48esima giornata sociale dei Cattolici italiani a Cagliari. “Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo e solidale” è il tema della giornata sociale, ispirata alla proposta della Evangelii Gaudium. La Cei prende il La dal Papa e si cala nel vissuto quotidiano del Paese. Resta da vedere se la politica ascolterà.

Leggi tutto

Politica

Quale governo dopo il voto? L’Italia attende!

Matteo Salvini cerca voti a sinistra e torna a cercarli; Di Maio si frega le mani sperando di restare all’opposizione; il Pd non vuole risolvere guai alla Lega. Quattro le possibilità che si prospettano.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2019 La Croce Quotidiano