Società

di Christian Zanon

L’Associazione di Psicologi e Psicoterapeuti Nostra Signora di Guadalupe-

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

L’Eterno scrive dritto anche sulle righe storte degli uomini, e così che è nata l’Associazione di Psicologi e Psicoterapeuti Nostra Signora di Guadalupe-NSG/ODV.

Nel lontano 2011, si consumava un dramma, un ennesimo aborto, ma quell’aborto era diverso, era non voluto, era mio figlio ed io suo padre. Nacque un libro, “Il Figlio Negato”, forse il primo libro scritto da un uomo su questo argomento. Da un dramma però deve nascere il bene, affinché il male, l’oscurità non ci depredi della Luce, quella Luce che è Speranza, quella Luce che è Amore, quella Luce di Colui che È! Questa piccola introduzione è il motivo per il quale nasce la NSG, acronimo dell’Associazione di Psicologi e Psicoterapeuti Nostra Signora di Guadalupe ODV – (NSG). Essa nasce per unirci alla lotta per il bene, per stare al fianco del Dio di Abramo, del Dio di Isacco, del Dio di Giacobbe. Ognuno di noi è stato pensato, scelto e voluto fin dall’eternità. L’eternità non conosce il tempo, concetto conosciuto solo da noi comuni mortali. La morte è una parola importante nella nostra associazione. Infatti noi nasciamo per combattere la morte di persone innocenti, la morte spirituale delle madri dei bambini innocenti, la morte spirituale di tutte quelle persone complici nella strage degli innocenti.

Quando il sole sorge è per tutti, giusti e non giusti. La missione della NSG è in primis aiutare tutte le persone che si trovano in un momento delicato, quando stanno per accogliere una nuova vita. Nasciamo per accompagnare psicologicamente e spiritualmente le nuove mamme ad accogliere senza incertezza la vita. Quella vita che non ci appartiene, perché non ci può appartenere un qualcosa che non è nostro, bensì di Colui che ce l´ha donata. Infatti Dio ci ha alitato la vita e sempre Lui ce la toglie. Questo è il primo punto importante, però attenzione: il nostro pensiero non è estremista perché noi accettiamo qualsiasi decisione che la donna vuole prendere. Ciò perché Dio, oltre il dono della vita, ci ha fatto anche il dono del libero arbitrio. I nostri psicologi e psicoterapeuti hanno il ruolo di accompagnare, individuare in ogni specifico caso le difficoltà, i problemi, i dubbi, rispondendo ad essi con nuove prospettive, idee, soluzioni, non assecondando in nessun caso l’aborto. Nel caso in cui la donna voglia comunque prendere la strada dell’aborto, noi rimaniamo a disposizione per aiutare la donna, il suo compagno, chi gli è attorno, a superare nel caso ci fosse un problema, il lutto, il trauma, che può apparire nel post-aborto. Tutto ciò perché Dio ci ama gratuitamente e anche noi siamo chiamati ad amare gratuitamente. Chi lavora nella NSG non è chiamato a giudicare, solo Dio giudica, bensì, siamo chiamati a dare Amore gratuitamente.

Il nostro servizio è offerto a tutti, senza distinzione di religione, razza e sesso. Sono i benvenuti i cristiani, gli ebrei, i musulmani,..., anche gli atei. Il nome Nostra Signora di Guadalupe è stato scelto per due motivi importanti: io conobbi la Vergine di Guadalupe perché mio figlio sarebbe dovuto nascere il giorno della sua festa. Il secondo motivo, fu con mia grande sorpresa, che la Madonna di Guadalupe è appena stata adombrata dallo Spirito Santo, è incinta, e quando lo seppi, mi si gelò il corpo, in quel momento capii che ero entrato in un qualcosa più grande di me. Ero stato ingaggiato nell’esercito di Dio sulla terra a combattere contro le stragi degli innocenti, contro il male, ma anche a fornire aiuto a tutti indiscriminatamente. Potevo rifiutarmi, potevo far finta di niente, ma che senso ha? Se devo morire, preferisco morire combattendo. Da quando ho iniziato questa battaglia, ho incominciato a vedere il male muoversi contro di me, ma ho anche assaporato il forte appoggio di Dio e della Madonna. Nella vita bisogna schierarsi, come diceva padre Amorth, “un cattolico che si professa credente ma non praticante”, affermava, “è dalla parte di Satana”. Ogni attivista della NSG, è ingaggiato per portare Amore, per combattere contro il male, contro le Tenebre Eterne che ci vogliono portare via dalla Luce Eterna.

Chiunque può collaborare con la NSG, nelle diverse attività che l’associazione stessa si propone:

1. Se sei uno psicologo, psicoterapeuta, e pensi che la vita è un diritto del futuro nascituro, se non giudichi colei che ha abortito, ma vuoi portare amore incondizionatamente, allora fai al caso nostro e ti invito a metterti in contatto con noi. La nostra attività psicologica, verrà proposta a tutti i richiedenti gratuitamente, inoltre, ci proponiamo come ausilio a tutte quelle associazioni pro-vita che hanno bisogno del nostro supporto. Attenzione, per scelta, non diamo assistenza alle donne in termini economici, in quanto nel territorio ci sono tante associazioni che già si adoperano in tal senso, perciò quelle donne che avranno questi bisogni materiali saranno inviate alle specifiche associazioni pro-life.

2. Se sei un rabbino, un sacerdote, un frate, un pastore, un imam, un monaco, etc., o semplicemente una persona che sa ascoltare, amare, e pensi che il diritto alla vita sia un diritto imprescindibile che va difeso e promosso fin dal concepimento nel grembo materno, ti aspettiamo, contattaci con urgenza!!!

3. Tra le attività abbiamo anche quella editoriale. Abbiamo pensato di realizzare una rivista dal titolo “Chai and Life – Magazine”. Chai significa in ebraico, “vivente”, colui che vive, e “life”, vita in inglese, è un rafforzamento alla vita. Il vivente è colui che vive, la vita è la vita, la nostra vita personale o la vita in senso universale! La rivista si occuperà di temi etici, ma anche dei problemi della vita in genere, delle battaglie che bisogna combattere ogni giorno tra il bene e il male, ma anche delle difficoltà di noi giovani e non a realizzare la nostra vita sociale, familiare, lavorativa. Si occuperà dei problemi sociali, cercando di sensibilizzare l’amore tra di noi, tra tutti noi, perché questo mondo lo possiamo cambiare se ci amiamo gli uni con gli altri, come Cristo ha detto: “Io ho Amato Voi”. Se sei un giornalista o semplicemente uno scrittore, o una persona a cui piace scrivere, contattataci, inviaci i tuoi articoli ti verranno visionati e se idonei, pubblicati. Se hai una storia da raccontare di un aborto, la tua esperienza, o quella di altri che hai vissuto direttamente o indirettamente, contattaci, abbiamo bisogno di raccontare le esperienze delle persone che hanno abortito o hanno deciso di tenere una vita. La tua storia è importante e ci può aiutare ad aiutare altre persone. Se sei un grafico, o ti occupi di marketing, indicizzazioni, etc., metti a tua disposizione i tuoi talenti per una causa d’amore!

4. Un altro progetto che stiamo mandando avanti, è un percorso nautico. Vogliamo viaggiare per mare, portando il messaggio dell’Amore via mare, nelle singole città, promuovendo incontri, dialoghi, la vita comunitaria in barca, con esperienze uniche, da raccontare nella nostra rivista, ma al mondo intero nel blog della nostra associazione, proponendo modelli di vita, alternativi a quelli oggi proposti dalle varie emittenti televisive. Se hai una barca e la vuoi mettere a disposizione, se ti piace il mare e vuoi far parte dell’equipaggio, contattaci, aspettiamo un tuo messaggio.

5. Per ultimo ma non di minore importanza, abbiamo bisogno di persone che preghino, che facciano gruppi di preghiera ognuno nella propria religione. Per i cattolici il rosario quotidiano, affinché la Madonna ci protegga e ci aiuti in questa missione di difesa della vita, per i tempi che viviamo che spesso sono ostili e contrari a questi temi.

L’obbiettivo di queste attività è uno solo : salvare il più possibile vite umane dall’aborto, salvare la maggior parte delle anime che hanno creato una rottura con l’Eterno, affinché ci sia una nuova alleanza.

Ho anche io un sogno, come diceva Martin Luther King, avere una giornata mondiale dove no si pratichi l’aborto. San Pio da Pietrelcina ha detto “se ci fosse un giorno senza aborto, Dio toglierebbe tutte le guerre dal mondo”. Inoltre ha detto che “l’aborto non è soltanto un omicidio, ma è pure un suicidio. E con coloro che vediamo sull’orlo di commettere con un solo colpo l’uno e l’altro delitto, vogliamo avere il coraggio di dimostrare la nostra fede? Vogliamo recuperarli sì o no?” Ecco quindi in queste poche parole, l’obbiettivo della nostra missione chiaro, salvare vite umane.

Ricordatevi, se entrate a far parte della nostra associazione, sarete i benvenuti e potrete anche voi combattere questa necessaria battaglia per la vita.

Il nostro sito web è consultabile al link: www.nostrasignoradiguadalipe.it

Se vuoi contattarmi scrivi a: [email protected]

*Presidente dell’Associazione di Psicologi e Psicoterapeuti Nostra Signora di Guadalupe - NSG - ODV

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/02/2019
0712/2022
Sant'Ambrogio vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Meditazione femminile sull’aborto

Tutti quelli che sono a favore dell’interruzione volontaria di gravidanza hanno una caratteristica: sono nati. Tutti abbiamo l’insopprimibile desiderio di vivere liberi, magari anche trascinando sciattamente la nostra propria esistenza

Leggi tutto

Società

Pedofilia e pedopornografia continuano a prosperare

Don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente Meter, commenta: “La pedofilia non è una malattia, ma un crimine. È importante non confondere la pedofilia (come malattia psichiatrica) e la capacità di intendere e volere: nel 99,9% dei casi, infatti, le condotte pedofile sono condotte lucide e quindi perseguibili penalmente - e il report Meter Onlus 2016 lo conferma –“. E aggiunge: “La Cassazione, nel 2003, ha affermato che la pedofilia: “Non è una malattia mentale in virtù della quale i pedofili possono ottenere uno sconto di pena” (sentenza 12/11/2003 n° 43135). La pedofilia costituisce una nuova forma di schiavitù che ha legami con il traffico di esseri umani, la sottrazione, la schiavitù e l’orrore dello sfruttamento sessuale del minore”.

Leggi tutto

Società

Andrebbero processati i circoli Mario Mieli

Silvana De Mari è a processo per diffamazione – visto che non esiste ancora il reato di “istigazione all’odio omofobico” – e la parte lesa sarebbe il circolo Mario Mieli di Roma. Una rapida scorsa dei testi dell’omosessualista cui è intestato il circolo dovrebbe però bastare a giudicare chi veramente non dovrebbe avere diritto di cittadinanza in un Paese civile.

Leggi tutto

Storie

Sana Chema ed i tanti come lei

Sana non è stata perseguitata per le sue convinzioni religiose, come è avvenuto per Asia Bibi, ma per il banale desiderio di una libertà minimale, scontata, come il diritto a scegliere con chi sposarsi. Mentre i delitti su base religiosa da noi sembra non provochino grande sdegno, forse per l’incomprensibilità ormai manifesta delle motivazioni di fondo che ne guidano le dinamiche, sia nelle vittime che nei carnefici, siamo invece assai sensibili ai delitti passionali. Il diritto a inseguire il sentimento è ormai dato per assodato.

Leggi tutto

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

Società

Il Premio Nobel e fisico italiano Carlo Rubbia “Smentisce” Greta

Ambiente – La questione ambientale diviene sempre più un argomento all’ordine del giorno. Quando i media non parlano di vaccini, green pass e fascismi ecco arrivare la questione ambiente. I media sono soliti narrare di catastrofi imminenti o quasi.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano