Politica

di Redazione La Croce

EUROPEE 2019: scende in campo la formazione del Popolo della Famiglia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Ieri a Palermo è stata ufficialmente presentata la lista del Popolo della Famiglia - Alternativa Popolare per la circoscrizione dell’Italia insulare che correrà per le Elezioni Europee, che oggi è stata ufficialmente ammessa alla competizione elettorale. Il Coordinatore Nazionale, Vicepresidente del Popolo della famiglia e capolista per la circoscrizione dell’Italia insulare Nicola di Matteo, dichiara: “Questa è la formazione che metteremo in campo se gli elettori ci daranno il mandato per portare le istanze della Sicilia e della Sardegna in Europa, uomini e donne che si mettono in gioco per puro spirito di servizio, perché credono fermamente che sia possibile portare la famiglia in Europa come elemento propulsore di una rinascita economica, sociale e umana del continente europeo.

La lista PDF - AP in seno al PPE è una proposta politica di tipo popolare fortemente alternativa rispetto alla vecchia politica.”
I candidati sono Nicola di Matteo, Elena di Pietra, Salvatore Anello, Eleonora Pagano, Giambattista Montemaggiore, Fabio Nalbone per la Sicilia, Barbara Figus e Maria Daniela Paglietti per la Sardegna.
“La collocazione del Popolo della Famiglia nell’ambito del Partito Popolare Europeo - prosegue Di Matteo - rappresenta per noi l’adempimento delle parole che nel lontano 2006 Benedetto XVI rivolgeva ai congressisti del Partito Popolare Europeo, rivelando il senso della grande attenzione che i pontefici romani hanno avuto nei confronti dell’Europa.
La nostra presenza e il nostro impegno in Europa si collocano sul solco dell’eredità del popolarismo sturziano e sono tesi alla riaffermazione delle radici cristiane nell’Europa secolarizzata e scristianizzata e la difesa dei principi non negoziabili. Questo porteremo in Europa se gli elettori ci daranno fiducia, confermati dall’incoraggiamento che recentemente ci è stato dato in Piazza S.Pietro dal Santo Padre.
La nostra presenza sul territorio con i gazebo e i banchetti per la raccolta firme sia per gli elettori segno tangibile del nostro impegno al servizio del bene comune e la proposta di legge di iniziativa popolare per l’istituzione del Reddito di Maternità, che con il consenso popolare abbiamo portato all’attenzione del Parlamento, è già una primizia della nostra missione politica in Europa”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/04/2019
0702/2023
San Riccardo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Come Stefano Parisi si trovò a metà del guado

Parisi è in fondo il simbolo del caos che regna nel centro-destra. Caos che ho l’impressione durerà a lungo. Troppo a lungo. Berlusconi incrocia le dita e spera che l’Italicum venga cambiato in nome di una legge elettorale di stampo proporzionalista. Con l’Italicum infatti il centro-destra sarebbe spazzato via del tutto e ridotto all’insignificanza politico-parlamentare: Renzi e Grillo si giocherebbero la partita elettorale senza altri rivali competitivi. Se vincesse il NO al Refendum (cosa per la quale Berlusconi accende un cerone al giorno) molto probabilmente si arriverà ad una legge elettorale basata sul proporzionale. Aldilà del fatto che Renzi rimanga o meno Presidente del Consiglio. Ma anche qui la vedo dura: il trio Belusconi-Salvini-Meloni non riesce a trovarsi d’accordo su nulla, Parisi non avrebbe alcuna autorevolezza per incidere nella triade. Come metti insieme una armata brancaleone così? Destinata a perdere ogni confronto.

Leggi tutto

Media

Il nuovo libro di Paola Belletti ‘Siamo Donne’

Anche questo secondo libro, di Paola Belletti “Siamo Donne” arricchito dalla brillante prefazione di Annalisa Sereni, non è tanto un saggio quanto un insieme di prose filosofiche, poetiche, narrative, giornalistiche attraverso cui Paola, col suo inconfondibile stile, propone una lettura in chiave femminile di quella ecologia integrale a cui papa Francesco ha consacrato una intera enciclica.

Leggi tutto

Politica

La prossima volta votate Popolo della Famiglia

Al Popolo della Famiglia era stata rimproverata la dispersione di voti “utili”. Il soggetto politico autonomo aveva a sua volta ribattuto che votare centrodestra significava votare inciucio. E proprio
i peggiori paventati dai cattoleghisti: quello con l’avaloriale Pd e quello con il laicistico M5S. Si sta verificando in questi giorni l’ipotesi più temuta e più ardita: la facile profezia del PdF sia di lezione

Leggi tutto

Società

10 figli e molte famiglie guardano a Raffaella

È un’appassionata sostenitrice del ruolo del Consulente Familiare, è stata per sei anni presidente dell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose e sa di cosa parla, avendo messo al mondo dieci figli. «Tutte le famiglie numerose vivono una sorta di riprovazione sociale – dice – e mancano sia riforme fiscali che incentivino la prolificità sia un giusto riconoscimento della maternità»

Leggi tutto

Politica

Marko Rus e la ricetta del Popolo della Famiglia: “Più figli, meno tasse”

Alcune riflessioni sul primo dei cinque punti prioritari del programma della lista guidata da Valter Boero in vista delle amministrative del 3 e 4 ottobre 2021

Leggi tutto

Politica

Mancano le parole d’ordine ed il centro-destra si schianta

Dopo questi ballottaggi si palesano tutti i limiti dell’offerta politica del centrodestra italiano: non facciamoci ingannare dalla bassa affluenza elettorale, il popolo moderato se ci fossero state proposte politiche all’altezza delle aspettative si sarebbe certamente mobilitato

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano