Società

di Giampaolo Centofanti

La questione fontale del pendolo

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

Il razionalismo mostra sempre più le conseguenze delle sue astrazioni, del suo tecnicismo che svuota le persone, le omologa, le manipola, finendo per spogliarle di tutto e schiavizzarle nei meccanismi delle sue logiche di apparato. In questa situazione sempre più precaria e a pericolo da più parti di crollo definitivo prendono a germogliare qua e là i semi di un superamento di tali impostazioni di fondo. Non si può calcolare a tavolino la vita è necessario entrare in contatto con la realtà viva, specifica. Ma come un eterno pendolo si rischia di passare ora da Platone ad Aristotele. Dal mondo delle idee a quello della mera pratica. Dall’autorità del padre all’assenza totale di riferimenti. Se non si metabolizza il rapporto col padre e la madre culturale e anche quello con i genitori concreti non si troverà mai il bandolo della matassa della propria vita e neanche di quella della società. Solo Gesù, Dio e uomo, sul quale lo Spirito scende come una colomba ci mostra la via dell’adeguato rivelarsi e incarnarsi del vero nelle persone, nelle situazioni, specifiche.

Solo venendo portati secondo il nostro personalissimo, ben al di là degli schemi, cammino nel mistero di Dio, dell’uomo, del mondo, vediamo ogni cosa, persino la logica, la matematica, la scienza, in modo sempre nuovo e vivo. La nostra esistenza si anima, si colora, di vissuta ricerca personale e di incontro, di scambio, con le altre.

Solo l’amore tra il Padre e il Figlio nello Spirito è la chiave che scioglie tutti i nodi e apre tutte le vie. Solo Gesù, Dio e uomo, ce la rivela e ci conduce nella vita trinitaria. Solo Lui è la via per non continuare ad oscillare in eterno nella storia tra verità astratte e mera vita pratica. Potremmo dire che solo in Cristo, nel suo Spirito, troviamo con equilibrio, come nel famoso Figliol prodigo di Rembrandt, gli aspetti materni del Padre. Anche dunque la giusta valorizzazione del femminile.

Solo la Luce serena di Gesù ci fa maturare. Ma anche ci aiuta tendenzialmente a superare in modo adeguato quei passaggi dove la nostra umanità ferita non subito avverte pace nel crescere. Ci portiamo strutturazioni, ferite, dalle quali non sempre possiamo facilmente uscire senza avvertire confusione, senza sperimentare magari inconsapevoli resistenze, senza scoraggiamenti, senza pur superabili rilassamenti eccessivi, senza timori per certi versi anche giusti di tornare a restare incastrati nelle astrazioni, in vie fasulle.

Questo è un punto fondamentale. Il pendolo non si supera con una mera comprensione teorica o con una mera esperienza pratica. Solo Gesù, nel suo Spirito, ci porta gradualmente, con tutti i suoi aiuti*, in questo progressivo aggiustare il tiro tra tali estremi. Il cuore non devozionistico, non intellettualizzato, non pragmatizzato, ma concreto, divino e umano, di Gesù è la chiave di ogni cosa, l’apertura di sempre nuove vie.

È qui che tendenzialmente si apre dunque un cammino di libera e serena, ben al di là degli schemi, maturazione di ciascuno e di autentica crescita di ciascuno insieme agli altri, in uno scambio reciproco. È nel profondo qui che si aprono le vie per una rinascita di ciascuno, per una rinascita civile e sociale.

* Chiesa, Parola, Sacramenti, comunità di crescita, padre spirituale, preghiera, ricerca della volontà di Dio, famiglia, lavoro, amicizia, mondo…

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

01/06/2020
1107/2020
San Benedetto abate

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Come negano la cristianofobia

Ogni due giorni anche in Europa si verificano atti di cristianofobia, in Asia e in Africa la situazione è tragica, eppure l’odio anticristiano viene negato

Leggi tutto

Società

MARIO ADINOLFI intervistato dal mensile LGBT “PRIDE”

La rivista ha espresso il desiderio di rivolgere una lunga serie di domande al presidente del Popolo della Famiglia alla vigilia del test elettorale. Questo l’esito del colloquio, molto franco, firmato da Massimo Basili. Congratulazioni ad un mensile che per la prima volta ha espresso genuina curiosità intellettuale per scoprire le ragioni di un “nemico”. L’intervista è senza dubbio ben scritta, rispettosa e godibile.

Leggi tutto

Politica

Gli sfregi di Laura Boldrini alla Conferenza sulla famiglia

A metà tra la spaesatezza e la provocazione, il surreale intervento della “Presidenta”

Leggi tutto

Politica

Gli italiani ed il Ministero della Pace

Questa curiosa scelta ( ma molto significativa) risulta da un sondaggio commissionato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII e realizzato da Demetra.

Leggi tutto

Società

Carceri e madri, nodo da risolvere

Stavolta nessun bambino ha mangiato per sbaglio il veleno per topi: una spacciatrice in crisi di depressione e verosimilmente di astinenza ha scaravantato per le scale i due figlioletti, uccidendo il minore e tramortendo il maggiore. In linea teorica le soluzioni ci sono, ma la verità è che non possono esistere soluzioni valide per tutte le decine di casi presenti in Italia: occorre valutare singolarmente.

Leggi tutto

Politica

Alcuni passaggi importanti

#PdF verso una svolta di qualità Per la storia del Popolo della Famiglia si apre una nuova fase, che non è più fatta solo di aspri contrasti col fuoco amico o con le lobby ideologizzate, ma di conquista concreta di un nuovo mercato elettorale. Non più solo reattività indotta dagli avversari, ma proattività dei temi del Popolarismo nella costruzione di una realtà italiana ed europea fondata sulle radici cristiane della nostra cultura.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2020 La Croce Quotidiano