Società

di Stefano Di Tomassi

Dalla Battaglia di Ostia all’Unità e Dialogo religioso: la prima settimana ecumenica lidense

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

Furono i luoghi della Battaglia di Ostia. Fu, secondo vari storici, la più insigne vittoria navale dei cristiani sui musulmani (849 d.C.) prima della Battaglia di Lepanto, forse adombrata solo a quella di Vienna.
Il luogo dello scontro tra culture più grande che possa identificare Roma cristiana è a Ostia, presso il Castello Giulio II. Eppure il Signore desidera dare da qui un messaggio mirabile: sia un luogo simbolo della pace universale. E così nel 2012 la rete Pacis, dell’associazione la ciurma, ha riunito i referenti locali delle principali religioni e ha firmato un documento proprio dal mastio che si vede in fondo allo splendido dipinto del Raffaello che descrive appunto la Battaglia di Ostia. E oggi si va ancora oltre: dalla sala Riario, stanze dell’episcopio del vescovo ostiense (ruolo che ad oggi è vestito da S.E.R. Giovan Battista Cardinal Re, nda), si vara la prima settimana di unità dei cristiani di Ostia e Litorale Romano.
Il referente per le chiese cattoliche, parroco prefetto di Ostia don Roberto Visier, per le Chiese Ortodosse Padre Gheorghe Militaru, per le chiese riformate, evangeliche, Pastore ap. Mario Basile, insieme hanno pregato e indetto queste giornate dal 18 al 25 Gennaio, nelle quali anche visitare le chiese consorelle sullo stesso Territorio, per abitare il quotidiano e la prossimità.Recarsi a vedere seguendo Gesù è l’invito più bello e autentico aldilà di mille convegni, congressi, seminari: Venite e Vedete. L’invito non è solo per i cristiani, anzi: venite e vedete è verso i laici, gli atei, coloro che ancora non hanno conosciuto Gesù.
E così lunedì 18 Gennaio su Canale 10 alle 20.30, subito dopo il tg (n. 19 del telecomando del digitale terrestre) i confratelli Pastori lidensi hanno parlato alla cittadinanza dalla rete televisiva locale.

Questa notizia è davvero bella soprattutto perché avviene in questo periodo di pandemia, di “tenebre”; il messaggio è che proprio oggi risplende più forte la Luce di questa Speranza per Ostia e per Roma: l’Unità in Gesù. Diverse negli anni scorsi le iniziative delle singole parrocchie, ma da quest’anno l’invito del Vescovo è di vivere queste importanti giornate con spirito di ecclesialità e interparrocchialità che è la comunione in Cristo Gesù.

Si arriva a questa settimana perché da anni ormai i cristiani delle diverse chiese collaborano per la Carità e anche scrivono una rubrica giornalistica insieme sui temi della Sacra Scrittura e Vita reale. Il Vangelo e i ‘Poveri’ ci portano all’unità. Al contrario sofismi, proselitismi e assimilazione, interessi di questo o quel gruppo, anche economici strumentalizzando la fede, sono il giogo di Satana.

La sede da cui i tre rappresentanti hanno voluto mandare la comunicazione è il Cuore della Cristianità di Ostia e anche della cultura: la sala Riario all’interno del complesso della Cattedrale Basilica di Sant’Aurea giovane ragazza martire ostiense. Edifichiamo questa chiesa Unita sulla memoria di coloro che hanno fatto candide le loro vesti con il sangue dell’Agnello di Dio.

Da quest’anno si spera che la settimana si arricchisca di eventi culturali aventi come fine l’unità in Cristo e di radunare le moltissime iniziative sparse nel corso dell’anno UT UNUM SINT. L’idea che la Prefettura di Ostia concretizzi questo tavolo intorno ad una Commissione Cultura di Prefettura diocesana si fa sempre più bella in questo senso.

Tuttavia, se volete vivere tutto l’anno questo percorso di Unità insieme ai rappresentanti delle Chiese cattolica, Ortodossa, riformata, sul territorio di Ostia non perdete la rubrica giornalistica UT UNUM SINT su Duilio Litorale. La Rete Pacis dell’associazione La Ciurma vi aspetta perché Unità non sia solo una settimana e un evento ma la rotta di una continuità nella prossimità nella quotidianità. E così sia.

Ringraziamo il Professore Guido Antiochia referente della Rete PACIS, il Parroco di Sant’Aurea Padre Agostino Ugbomah.

ARTICOLO TRATTO DALLA VERSIONE PER ABBONATI, SOSTIENI LA CROCE ABBONANDOTI QUI

20/01/2021
0103/2021
Sant'Albino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Tag associati

Articoli correlati

Chiesa

Francesco & Kirill: una nuova geopolitica ecumenica

Storico incontro con la firma di un importante documento condiviso: Europa e mondo, famiglia e matrimonio, vita umana dal concepimento alla morte naturale sono solo alcuni dei temi di un testo decisivo. E poi tra il Patriarca e il Papa c’è stato un fitto colloquio privato, di due ore. Trump e l’America (wasp e liberal) osservavano preoccupati da sopra l’isola caraibica. Forse facevano bene

Leggi tutto

Chiesa

Chi è che gode delle liti tra cattolici e luterani

Avvicinandosi il momento della visita di Papa Francesco a Lund, in Svezia, per l’apertura del “giubileo luterano”, si acuisce nel mondo cattolico la sensibilità sugli storici “temi del dissenso”. E l’occasione è buona per fare il punto del cammino percorso insieme – e delle grandi sfide del presente

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2021 La Croce Quotidiano