Politica

di Laura Terrana

Laura Terrana: candidarsi per essere cambiamento

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Mi viene chiesto spesso: “perché ti candidi?”, “ma sei sicura?”. Io rispondo semplicemente dicendo che è una mia responsabilità. Essere responsabili significa essere dalla parte dei cittadini, dei più deboli, di chi non ha voce. Ci stiamo allontanando dal “fare politica” perché viene vista in negativo, come qualcosa di estraneo a noi e alle nostre vite. Se vogliamo esserci, se vogliamo essere responsabili, se vogliamo essere cambiamento dobbiamo “fare politica” in modo da sentirci parte integrante dello Stato.

Perché candidarsi con il Popolo della Famiglia? Perché nonostante i nostri problemi, le nostre difficoltà, la nostra vita, il nostro lavoro, siamo un popolo che continua a fare esperienza di chiarezza in quanto in questa nostra realtà, dove non c’è più nulla, non c’è lealtà, non c’è passione, non c’è amore, non c’è addirittura: un padre e una madre. Ecco che bisogna essere forti e continuare la “buona battaglia”. Il Popolo della Famiglia porta avanti la buona politica, intesa come ricerca del bene comune, come capacità di interpretare e rappresentare i bisogni delle persone, di orientare il nostro Paese alla cultura della vita; l’importanza di sperare nel futuro; dare spazio alla “questione antropologica” perché la denatalità condanna gli italiani all’estinzione.

Ho deciso di mettermi in gioco per dare voce a chi non ne ha e questo perché le donne in politica hanno un cuore di mamma. Noi donne, noi mamme abbiamo un cuore generoso pronto al fare.

Essere madri significa essere esempio di impegno sociale e civile. Il 3 e il 4 Ottobre vota il Popolo della Famiglia, esprimi la tua preferenza, per continuare a dare una lettura politica e culturale all’altezza del tempo che stiamo vivendo perché per cambiare questo paese, bisogna tornare a sognare, bisogna tornare ad essere politici, tutti. Tutti possono fare i politici, tutti possiamo fare la vera differenza. Esserci, candidarsi, significa testimoniare che la politica è un bene, operando con realismo e prudenza, senza fare promesse che non si possono mantenere.

Occorre un cambio di passo molto più radicale rimettendo a tema il significato dell’azione pubblica e il 3 e il 4 Ottobre puoi scegliere. Si puoi scegliere il Popolo della Famiglia senza se e senza ma.

Siamo fatti per essere il vero cambiamento. Siamo fatti per esserci. Siamo fatti per portare avanti i nostri ideali. I nostri valori. Siamo fatti per essere REALTA’.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

30/09/2021
0610/2022
S. Bruno

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

PERCHÉ MORISI È IL PARADIGMA DELLA POLITICA CHE NON CI PIACE

Sia ben chiaro: non ho alcuna intenzione di essere tacciato per il classico politico con la bava alla bocca pronto a “sputare” sentenze contro l’avversario che è finito sotto la tortura della gogna mediatica. Non ho alcun interesse ad ergermi a giudice morale della vita altrui essendo io, per primo, un peccatore da ultimo banco alla Santa Messa della domenica (per dirla con le parole dell’amico Mario Adinolfi): desidero solamente ragionare sul valore delle scelte che si assumono nella vita pubblica e delle inevitabili ricadute sulla sfera privata

Leggi tutto

Politica

ATTENTI, VOGLIONO SDOGANARE LA PEDOFILIA

Ieri sera a Dritto e Rovescio mi sono sentito dare del “comunista prestato al cattolicesimo” da un tale che fa il gigolò e (dice lui) è andato con 50 preti gay. Poi un sacerdote si è messo a sbraitare e a prendermi a parolacce (questa la sua pagina fb https://www.facebook.com/DonPatrizioCoppola/ ma il suo vescovo non ha nulla da dire su comportamenti televisivi così indegni dell’abito che porta?) perché contestavo le parole anticattoliche di un “padre” di una confessione cristiana inesistente

Leggi tutto

Politica

Quando il gioco della democrazia è truccato

La ricerca della “volontà dell’accordo”, la famosa “autorità del consenso” - su cui addirittura gli “scettici” odierni un po’ arbitrariamente autodefinentisi laici, vorrebbero trovare l’ultima spiaggia per fondare un’etica all’altezza dei tempi che sia addirittura in grado di rispondere ai grandi drammatici odierni interrogativi della Bioetica – pare sia sempre più, ormai, “creata ad arte” da coloro che detengono il potere, cioè in senso lato, i politici, che come dice l’origine latina del termine, però, dovrebbero solo amministrare, cioè servire

Leggi tutto

Società

Mantenere un figlio fino a 18 costa 175mila euro

Dalla ricerca effettuata dall’O.N.F- Osservatorio Nazionale Federconsumatori emerge che il costo medio per il mantenimento di un figlio da 0 a 18 anni è di 175.642,72 Euro

Leggi tutto

Storie

Vantiniano: “Di Alessandro non c’era nulla. Le bare si sciolgono”

Ritorniamo sulla drammatica storia del “Giardino degli Angeli” di Vantiniano.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco ed i processi della Sacra Rota

Nell’udienza per l’inaugurazione dell’anno giudiziario della Rota Romana, Francesco sottolinea che nel lavoro di verifica e giudizio è necessario un approccio sinodale: non venga mai meno la comprensione verso le persone che soffrono per il fallimento dalla loro vita coniugale

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano