Chiesa

di Giampaolo Centofanti

Vere o fasulle sinodalità

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La crescita autentica orienta a cercare di sbloccare tutto ciò che ingabbia la libera maturazione delle persone e a partire da qui la loro libera partecipazione. Non si può dunque trattare, a proposito di sinodalità, di un sistema per imporre a tutti la visuale di qualcuno facendola passare pure, come ulteriore beffa, per condivisa dai più.

Lui deve crescere ed io diminuire dice Giovanni Battista. Forse la via è quella di riconoscere le poche verità di fede pienamente di Gesù, sicure e lasciare libertà di opinione, di sfumature varie, sul resto.

Crescita e libertà certo nei criteri della fede ma proprio cercando di porre attenzione ad evitare il ricrearsi ad ogni livello delle tendenze dirigiste. Si può osservare che la reale sinodalità orienta al superamento del razionalismo verso lo sviluppo di tutta la persona. Il cuore è in contatto naturale con lo Spirito e i suoi doni mentre il razionalismo chiude in schemi, nella sordità dei propri ragionamenti autoreferenziali e dunque inclina ad imporre le proprie vedute.

La sinodalità razionalista potrebbe venire usata per teleguidare le persone quando si governa e per scardinare il potere altrui quando non si governa. La vera sinodalità è un seme potente anche per la democrazia nella società e a sua volta la vera democrazia nella società, a partire dalla libera formazione e partecipazione, è di aiuto alla sinodalità.

Laici e suore guide spirituali, interventi liberi sui media alla ricerca autentica della vita con tutte le sue sfumature, incontri dal vivo, stimoli fin dalle famiglie a sviluppare un dialogo sugli studi dei figli alla luce di libere ricerche identitarie e del solo allora autentico scambio… Oggi tante piste, tante esperienze, tante scoperte, tante sfumature, non hanno voce nel dibattito pubblico. Una comunicazione che al di là delle parole resta ingabbiata nei codici, nei formalismi, degli apparati e finisce per vivere di essi disinteressandosi di una reale, vissuta, ricerca del vero.
Da una tale situazione facilmente può uscire solo una sinodalità che teleguida.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/10/2021
0702/2023
San Riccardo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Media

Il Papa non legge Repubblica

Elenco di una serie di notizie che non lo erano, dal lapsus papale all’elenco dei 13 paesi europei che hanno messo il matrimonio uomo-donna in Costituzione contro i 12 che hanno varato le nozze gay

Leggi tutto

Chiesa

L’altra faccia del convegno vaticano sull’eutanasia

E’ balzata alla ribalta dell’attenzione nazionale la notizia del WMA European Region Meeting on End-of-Life Questions che coinvolgerà una trentina di specialisti della materia in una due-giorni ospitata in Vaticano. L’evento non sembra studiato per far discutere, ma semmai per pura accademia

Leggi tutto

Chiesa

Frate Emiliano Antenucci parla di silenzio con Papa Francesco

Dopo i suoi tanti scritti sull’argomento, dopo aver incontrato Papa Francesco, dopo aver raccomandato la devozione alla Madonna del Silenzio, aggiunge queste parole: «In una società malata di rumori, parole, apparenza e alle volte di persone che hanno pubbliche virtù e vizi privati, la cura e il cammino da fare con urgenza è il silenzio, scoperta di una Presenza».

Leggi tutto

Politica

Al Paese serve la nostra lucida e visionaria follia

I prossimi quattro anni saranno per il Popolo della Famiglia i più impegnativi dalla sua nascita, perché saranno quelli in cui bisognerà porre le premesse operative per andare al governo del Paese.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: chi ha la croce nel cuore non vede nemici

Alla Divina Liturgia celebrata in rito bizantino a Prešov, Papa Francesco esorta a non aspirare a un cristianesimo trionfalistico: senza croce - avverte - diventa mondano e sterile. L’invito del Papa è dunque a vedere nella croce l’opera di Dio, in Cristo crocifisso la gloria di Dio, che si offre volontariamente per ogni uomo.

Leggi tutto

Chiesa

Vaticano: Presepe peruviano ed albero trentino

In arrivo dal villaggio di Chopcca nelle Ande, il Presepe che verrà allestito per Natale. Sarà composta da più di 30 pezzi e realizzata da cinque famosi artisti di Huancavelica. Arriva invece da Andalo, nel comprensorio Dolomiti Paganella, il maestoso abete rosso di circa 28 metri che troverà posto accanto al Presepe

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano