Chiesa

di Giampaolo Centofanti

Sinodalità vissuta o meccanica

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Lo Spirito vi condurrà alla verità tutta intera ricordandovi quanto vi ho detto (cfr Gv 16)

La sinodalità può venire intesa come un variamente artefatto dialogo tra alcune persone convocate in modo estemporaneo. Ciò può comportare ugualmente aspetti positivi ma anche i pericoli e le distorsioni del mero fare. Si tratta invece di cercare le vie di una più profonda formazione che apra ad una crescita integrale, spirituale e umana, nello scambio con gli altri. Fin dalla scuola: senza poter crescere in essa alla luce della identità liberamente cercata e nel solo allora autentico scambio già si causa uno svuotamento, una omologazione, delle persone. La crescita identitaria orienta verso una ricerca vissuta, lo scambio aiuta ad evitare che l’identità diventi ideologia. Si tende verso un cammino dove la persona può trovare serenamente sé stessa.

Per noi cristiani il cercare sempre più, come lui stesso ci ha detto, le vie verso il discernere concreto, divino e umano, di Gesù è la strada che apre tutti gli orizzonti: l’ascolto ed il dialogo, lo sviluppo sempre più pieno di ogni vocazione, la partecipazione… Superando astrazioni e formalismi che in mille modi si sostituiscono ad un maturare, ad un cercare di comprendere, vivo e vero.

Dunque lo stimolo al dialogo può manifestare risvolti positivi ma anche vanno tenuti in conto i rischi del fare meccanico, che non nasce da autentiche maturazioni. Siamo davvero agli albori di un discernere più adeguatamente incarnato, chiediamo a Maria e Gesù di venire sempre più nella nostra vita e di aiutarci ad accoglierli con cuore sincero. La sincerità è un dono fondamentale per non cadere negli inganni di piste magari confuse.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

14/10/2021
2802/2024
San Romano

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

INDONESIA - Una nuova chiesa in Papua occidentale

La nuova chiesa intitolata a san Giuseppe “sia tempio di una comunità da cui si irradiano pace e riconciliazione nella Papua”: è il messaggio rivolto alla popolazione locale dal Nunzio Apostolico, l’Arcivescovo Pietro Pioppo

Leggi tutto

Storie

I Vescovi cattolici a Mosca: la missione non si lamenta dei “tempi difficili”

Non i nostri piani pastorali, non i nostri progetti personali fanno crescere la Chiesa, ma la nostra umile, ma perseverante, testimonianza di Lui. Ricordiamo le parole di Benedetto XVI: la Chiesa cresce e si diffonde non per proselitismo, ma per l’attrattiva di Cristo Stesso (cfr. Omelia presso il Santuario dell’Aparecida, 13 maggio 2007)”. Così si legge nella Lettera ai cattolici dell’Arcidiocesi della Madre di Dio a Mosca per l’anno pastorale 2023-2024, firmata dall’arcivescovo Paolo Pezzi e da Nikolaj Dubinin, suo vescovo ausiliare. Del documento, datato 8 settembre, sarà data ampia diffusione domenica 17 settembre, giorno di inizio del nuovo anno pastorale.

Leggi tutto

Chiesa

Santa Teresina e l’esortazione apostolica

“C’est la Confiance”, pubblicata il 15 ottobre, è la settima esortazione apostolica di Papa Francesco, la prima dedicata a un santo. Dottore della Chiesa, patrona della Francia e delle missioni, la mistica di Lisieux era anche un genio teologico.

Leggi tutto

Chiesa

PAPA - Il Vangelo ci chiede cuori aperti

La catechesi all’udienza generale di oggi conclude il ciclo di riflessioni sulla passione per l’evangelizzazione.

Leggi tutto

Storie

Lopez Romero: l’augurio per il 2024

A pochi giorni dall’inizio del nuovo anno, il cardinale arcivescovo di Rabat in Marocco invita, in un’epoca di divisioni sanguinose, a “fare delle nostre differenze una ricchezza”

Leggi tutto

Chiesa

Kummer: dal Papa un richiamo a rispettare i diritti di donne e bambini

La direttrice dell’Istituto di bioetica della Conferenza Episcopale in Austria, Susanne Kummer, accoglie con favore la proposta di un divieto globale della maternità surrogata, pratica definita “deprecabile” da Francesco nel discorso di inizio anno agli ambasciatori presso la Santa Sede: il Pontefice fa fronte a un’importante richiesta di violazione di diritti umani di donne e bambini

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano