{if 0 != 1 AND 0 != 7 AND 0 != 8 AND 'n' == 'n'} La nostra pace sicura

Chiesa

di Giampaolo Centofanti

La nostra pace sicura

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato la piccolezza della sua serva” (Lc 1, 46-48)

“Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono docile e piccolino di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime. Il mio giogo infatti è dolce e il mio carico leggero” (Mt 11, 28-30).

Il segreto di Maria e di Gesù, che, come uomo, ha imparato da lei, è di riconoscersi creature portate per mano da Padre. È Dio che opera, trovo vita semplicemente cercando di non contrastare la grazia che mi infonde gradualmente se l’accolgo. Quindi non devo fare tutto subito, capire col cervello un pacchetto di dottrine e metterlo in pratica con le mie forze. Ma accogliere il seme della Parola che si dona, si rivela, cresce, via via, nei tempi opprtuni in me portandomi verso la pienezza della vita. Dio si può manifestare in modo nuovo nel cuore di una persona, anche di un ateo, per esempio facendole scoprire la gioia di un sorriso alla vita. Una piccola grandissima apertura che potrà portare frutto nel tempo. UNA GRANDISSIMA GIOIA, PACE, FIDUCIA: DIO C’È, MI AMA, MI SALVA. Per non essere salvato devo dire definitivamente di no, anche con l’esperienza di tutta la vita, alla sua misericordia senza limiti. Intuisco il mistero del dolore, la debolezza che è la grandezza dell’essere umano. Dio gli fa sperimentare anche nella carne che fuori di Lui non c’è vita, che solo in Lui si risorge. L’uomo può fare tanti errori, andare per vie sbagliate, senza chiudere davvero totalmente il cuore e però sperimentando il malessere di una vita chiusa allo Spirito di Gesù. I diavoli hanno scelto per sempre in un istante il male, la morte. Rientro sempre più in contatto col mio cuore semplice nella Luce serena, a misura.
Nella poesiola seguente immagino le parole di Gesù stesso alla mamma il giorno prima di iniziare la vita pubblica.

Ultimo giorno della vita nascosta, canto a Maria

Il pane fragrante nella piccola brace,
i panni stesi, la porta schiusa,
ogni cosa di te, intorno a te,
sommessa svelava una pace.
Tra la madia, la falegnameria, il piccolo orto,
imparai una piccola, semplice, via.
Piccino la notte sognavo che un manto di stelle
custodiva la terra dal male con un dolce canto.

Poesia tratta da https://gpcentofanti.altervista.org/piccolo-magnificat-un-canto-di-tanti-canti/ dove faccio cantare tante persone. Nessuno può dire quello sono io perché sono storie inventate, nate dal vivere in mezzo alla gente. Sono dunque poesie, scritte al volo, senza pretese, di un prete che cerca di partecipare di cuore alla vita delle persone e insieme a loro cresce e sente il loro canto. Per questo il sottotitolo è tratto da una poesia di Neruda (bella frase ma io mi fido poco di quelli tirati su dalla cultura di oggi, non per loro che possono davvero essere bravi, ma perché fanno sempre e solo comodo al sistema deleterio del pensiero unico): yo vine aqui para cantar y para que cantes conmigo.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

18/10/2021
0612/2022
San Nicola vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Superman compie 80 splendidi anni

Il 18 aprile 1938, nel primo numero di Action Comics, Clark Kent, in arte Superman, fece il proprio esordio. In un mercato spesso difficile, come è quello dei supereroi, il supereroe in calzamaglia che si spoglia quando entra in azione non ha perso il proprio appeal: saranno gli occhi laser, saranno i pettorali, saranno gli archetipi cristologici, ma resta sempre bellissimo.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco all’Unesco scrive di pace

In occasione dei 75 anni dalla nascita dell’agenzia delle Nazioni Unite, Francesco in un videomessaggio ne sottolinea il comune servizio alla pace e alla solidarietà, allo sviluppo della persona e alla tutela del patrimonio culturale.

Leggi tutto

Chiesa

I principali orientamenti ecclesiali

Talora si può dialogare sui problemi senza cercarne le radici profonde

Leggi tutto

Politica

PDF Sardegna-Barbara Figus: “Paese di ‘pacifinti’ “.

Adinolfi: Le azioni del Governo Draghi in riferimento alla guerra in Ucraina, si stanno caratterizzando per un elevato tasso di incostituzionalità: “Prima con il Consiglio dei ministri e poi con il discorso in Senato di Mario Draghi, poi con la risoluzione votata dall’Europarlamento, Italia ed Unione Europea hanno sostanzialmente dichiarato guerra alla Russia schierandosi con sanzioni, uomini e mezzi. Questa scelta bellicista è folle e incostituzionale”.

Leggi tutto

Chiesa

Istruzione della Chiesa sulla scuola

Un passo determinante, che può aprire strade nuove a tutto campo.
La Congregazione per la Educazione Cattolica ha emanato una decisiva istruzione nella quale si afferma che è fondamentale che lo studente possa venire formato maturando in ogni cosa, anche nella cultura, alla luce della fede cristiana che liberamente ha scelto ed in altri distinti momenti possa vivere un così autentico scambio con chi forma o cresce alla luce di altre visuali.

Ad una prima lettura appare dunque un documento molto equilibrato che evita i due scogli dell’identitarismo chiuso in sé e dell’incontro omologante e svuotante, senza adeguato sviluppo delle identità.
Una pista che a mio parere si pone alla base di una società rinnovata a tutto campo, favorendo l’autentica maturazione delle persone e dunque anche una più viva democrazia.

Un percorso che può aprire anche ad un’uscita dalla cultura di fede e ragione, nella quale il falso svuotante tecnicismo può tornare ad imperare. Infatti una viva ricerca identitaria ed in altri momenti un autentico scambio possono favorire la ricerca di un vero, non intellettualistico, benessere integrale: la maturazione di ogni persona aiutata a trovare davvero, senza schematismi, moralismi, inutili sbrachi, sé stessa.

La formazione e l’informazione costituiscono le fondamenta di persone e di società davvero rinnovate. Un documento dunque di grande speranza.

Leggi tutto

Storie

Libano - Viaggio di solidarietà dei vescovi francesi a Beirut

Dall’8 al 12 maggio una delegazione di prelati è in visita ufficiale nel Paese dei cedri. Il messaggio di pace per l’Europa e il mondo.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano