Politica

di Giuseppe Udinov

Si al voto dei 18enni in Senato

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Era da tempo che si vociferava una possibile modifica in relazione all’articolo 58 della nostra nostra Costituzione, e infatti a luglio di quest’estate ciò è diventato realtà. Dalle prossime elettorali, ci saranno potenzialmente 4 milioni di italiani in più aventi diritto, ovvero tutti coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 24 anni.

Il presidente Sergio Mattarella ha promulgato la legge di riforma costituzionale che prevede l’inserimento al voto dei diciottenni per il Senato. Si tratta – come ben specificato sul sito ufficiale del Quirinale – della “modifica all’art. 58 della Costituzione, in materia di elettorato per l’elezione del Senato della Repubblica”.

Come anticipato, la riforma riguarderà una fetta importante della popolazione italiana: gli interessati sono quasi 4 milioni i giovani tra i 18 e i 24 anni. «Si favorisce così la partecipazione delle nuove generazioni alla vita politica e ci si allinea agli altri Paesi europei», aveva commentato il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

20/10/2021
0310/2022
S. Maria Giuseppa Rossello

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Incontro Santa Sede-Italia: timori per la guerra

Celebrata all’Ambasciata di Italia presso la Santa Sede, la ricorrenza della firma dei Patti Lateranensi tra Italia e Santa Sede. Tra i temi trattati in questa occasione, il Giubileo del 2025, il sostegno a favore delle famiglie, l’attenzione ai migranti. Grande attenzione è stata dedicata inoltre alla guerra in Ucraina e alla situazione in Libano

Leggi tutto

Politica

Perché voterò NO, o non voterò, i 5 referendum sulla “Giustizia Giusta”

Un breve contenuto per La Croce, basato su quanto espresso dal Centro Studi Rosario Livatino.

Leggi tutto

Società

KENYA - Appello dei vescovi al voto

“Giovani questo è il vostro futuro! Andate a votare” esorta Sua Ecc. Mons. Antony Muheria, Arcivescovo di Nyeri, in uno dei video pubblicati dalla Conferenza Episcopale del Kenya (Kenya Conference of Catholic Bishops, KCCB) in vista delle elezioni presidenziali e parlamentari del 9 agosto.

Leggi tutto

Politica

Il Popolo della Famiglia è quarto polo

Genova, Crema e gli altri comuni: sondaggi indipendenti attestano le liste del PdF a livelli impensabili fino a pochi mesi or sono

Leggi tutto

Politica

Dieci faq per i militanti del Popolo della Famiglia

Ora che le liste sono state consegnate e accolte in tutti i 97 collegi del Paese, comincia la parte più faticosa in vista del 4 marzo: la vera e propria campagna elettorale, con i dibattiti televisivi in par condicio e le discussioni in ogni angolo della nazione, fin dal fruttivendolo e dal barbiere. Per essere incisivo un piccolo movimento politico deve anzitutto uscire dall’anonimato in cui perlopiù vaga il suo simbolo. Oltre a questo, c’è tutta una ridda di questioni più o meno ricorsive che per comodità vengono qui compendiate in un decalogo. Evitare di dissipare tempo ed energie è il motto.

Leggi tutto

Politica

A ROMA IL POPOLO DELLA FAMIGLIA PER LA VI ASSEMBLEA NAZIONALE

“Veniamo da esperienze diverse con un vissuto differente eppure è un’occasione incredibile di fare emergere dei talenti delle potenzialità inaspettate per il bene comune. Il Popolo della Famiglia è una straordinaria esperienza di democrazia, nel senso più compiuto e pieno” ha dichiarato in più occasioni Chiara Sanmori, perché abbiamo una grande responsabilità ma soprattutto dobbiamo continuare ad essere fieri del lavoro fatto.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano