Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Le celebrazioni del Papa a novembre

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Tre sono gli appuntamenti in programma in questo mese di novembre secondo il calendario reso noto dall’Ufficio Celebrazioni Liturgiche Pontificie e pubblicato dalla Sala Stampa della Santa Sede: a ridosso della commemorazione di tutti i defunti, giovedì 4 novembre, alle ore 11, Francesco presiederà la Messa in suffragio dei cardinali e dei vescovi scomparsi nel corso dell’anno, all’Altare della Cattedra nella Basilica di San Pietro.

Il giorno dopo, venerdì 5 novembre, Francesco si recherà nella sede dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Roma per celebrare alle 10.30 la Messa nel sessantesimo anniversario dell’inaugurazione della Facoltà di Medicina e Chirurgia. Nel luglio scorso, pochi giorni dopo le sue dimissioni dal Policlinico Gemelli, dove era stato ricoverato per l’operazione al colon, Francesco aveva ricordato in una lettera al rettore Franco Anelli i cento anni dalla Fondazione dell’Ateneo, la cui vocazione primaria è “la promozione culturale e integrale della persona umana”. Proprio questa missione, scriveva il Papa, “è espressione del cuore” e “apre le porte al futuro”

Il 14 novembre, XXXIII domenica del Tempo Ordinario, il Papa presiederà la Messa nella Basilica vaticana alle ore 10.00 in occasione della V Giornata mondiale dei Poveri. Tema della Giornata di quest’anno sarà: “I poveri li avete sempre con voi” (Mc 14,7). In un messaggio pubblicato lo scorso giugno, il Papa scriveva: “Mi auguro che la Giornata Mondiale dei Poveri, giunta ormai alla sua quinta celebrazione, possa radicarsi sempre più nelle nostre Chiese locali e aprirsi a un movimento di evangelizzazione che incontri in prima istanza i poveri là dove si trovano. Non possiamo attendere - proseguiva - che bussino alla nostra porta, è urgente che li raggiungiamo nelle loro case, negli ospedali e nelle residenze di assistenza, per le strade e negli angoli bui dove a volte si nascondono, nei centri di rifugio e di accoglienza…”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

23/10/2021
0310/2022
S. Maria Giuseppa Rossello

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Collegio San Pietro restauri e nuove intitolazioni

Prendersi cura degli studenti e dare loro ogni supporto necessario a livello materiale, culturale, spirituale

Leggi tutto

Chiesa

Svelate al pubblico le carte private di Giovanni Paolo I

Convegno di studi su Giovanni Paolo I che si svolge sulla base delle carte d’archivio ed è interamente dedicato al suo Magistero.

Leggi tutto

Chiesa

Perdonanza 2022

Domenica 28 agosto il Papa aprirà la Porta Santa della Basilica di Collemaggio. All’arrivo incontrerà i familiari delle vittime del terremoto del 2009.

Leggi tutto

Chiesa

Comboniane, 150 anni di missione

Il 150esimo di fondazione delle Missionarie Comboniane sarà ricordato il 14 settembre nella Casa madre, a Verona, con l’inaugurazione della mostra “Una promessa che continua”, in vista di un progetto più vasto di valorizzazione del patrimonio culturale della congregazione.

Leggi tutto

Politica

Il cardinale Zuppi ai parlamentari eletti

Il testo della dichiarazione del cardinale arcivescovo di Bologna e presidente dei vescovi italiani dopo la tornata elettorale

Leggi tutto

Chiesa

La Riforma e le Riforme nella Chiesa

Come indicato direttamente dall’autore, il volume entra nel dibattito sull’interpretazione del Concilio Vaticano II, che è uno dei temi ai quali monsignor Marchetto ha dedicato una parte importante della sua vita. Cercare di comprendere meglio il Concilio significa, infatti, disporsi ad accoglierne la grazia e il dono, per la Chiesa e per il mondo.
Il Concilio Vaticano II è stato un grande dono di Dio alla Chiesa e, come tutti i doni, va rettamente compreso per potere essere valorizzato fino in fondo. Per esempio, posso regalare a un amico un computer, ma se lui non lo sa usare… è un regalo, per così dire, dimezzato. In effetti, l’interpretazione del Concilio è una questione disputata di questo nostro tempo, nella costante tensione tra i due fuochi di una medesima ellisse ermeneutica. Da un lato il fuoco della novità, dall’altro quello della tradizione, da un lato quello della riforma dall’altro quello della conservazione.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano