Politica

di Mario Adinolfi

L’UNICA STRADA

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Notavo la forza della politica emanata da questi tredici nomi (due sono ancora in vita, ultranovantenni, omaggiateli finché siete in tempo). Pensavo a che tragedie immani hanno dovuto affrontare (galera fascista, infamie, pallottole comuniste, tristi vicende private, la vergogna collettiva di Tangentopoli che spazzò via tutto), alla fatica di ricostruire un paese dalle macerie, alla paura da cui non si fecero prendere quando fu chiaro che erano tutti obiettivi della follia terrorista, al no fermo che opposero al commissariamento della politica e della democrazia. Ne avevano la statura per poterselo permettere, con loro Ciampi e Monti e Draghi erano grand commis di Stato, non erano lo Stato. Ma se la politica è Di Maio (ma anche Salvini e Meloni, non cambia) inevitabilmente la politica viene cannibalizzata da chi ha strumenti tecnici, culturali e anche di potere (o autorevolezza per chi preferisce) immensamente superiori ai loro. L’unica strada per uscire dalla crisi italiana è la rilegittimazione della politica e la riconsegna dei tecnici al ruolo di tecnici. Ma per far questo i politici devono tornare ad essere del livello di questi tredici uomini la cui impressionante biografia dovreste studiare.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

24/10/2021
2601/2022
Santi Timoteo e Tito

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Il fallimento delle unioni civili

Credo che i Family Day abbiano ottenuto concretamente lo stralcio della stepchild adoption, lo stop alla legalizzazione di fatto dell’utero in affitto e abbiano anche reso evidente la presenza di un popolo pronto a dare battaglia politicamente, cosa che si è verificata poi con la nascita del Popolo della Famiglia. Le manifestazioni Lgbt hanno portato a casa una brutta legge che non piace neanche a chi si è battuto per averla, peraltro con una mancanza di soggettività politica reale. Sbaglierò ma vedo il mondo Lgbt frastagliato in mille sigle e siglette tra loro anche in conflitto aspro. Esiste poi una dimensione lobbistica in cui invece credo che siete un passo avanti a noi.

Leggi tutto

Politica

Cento giorni dalle prossime elezioni

Se la campagna elettorale non è ufficialmente aperta, a poco più di tre mesi dalle elezioni, rombano ugualmente i motori delle formazioni in campo. Anche il Popolo della Famiglia lavora alacremente per aumentare, consolidare e conservare il consenso che dovrebbe permettergli di dare una rappresentanza politica al popolo del Family Day, tradito dai partiti che dovevano sostenerlo.

Leggi tutto

Politica

I sofismi pindarici dell’elettore cattoleghista

Poiché la “prima proposta” di Matteo Salvini – la riapertura dei bordelli – è il primo nervo scoperto del rapporto tra Lega e fedeli cattolici, non pochi cattolici legati ai circuiti del Carroccio stanno in queste settimane scomodando padri e dottori della Chiesa per troncare e sopire le loro coscienze…

Leggi tutto

Chiesa

I Vescovi di Francia contro eutanasia e suicidio assistito

I 118 presuli d’Oltralpe vergano un importante documento contro le derive mortifere di una politica radicale di massa. Un testo luminoso e ragionevole. Quali che siano le nostre convinzioni, il fine vita è una tempo che vivremo tutti e un’inquietudine che condividiamo. Ciascuno deve quindi potervi riflettere il più serenamente possibile, schivando gli scogli delle passioni e delle pressioni.

Leggi tutto

Società

Eutanasia made in UK: i morti di Jane Barton

Vengono alla luce molti processi (alcuni alle azioni della dottoressa e altre agli insabbiamenti dei suddetti) per “morti sospette”.

Leggi tutto

Società

Obiettivo 100 per cento medici obiettori

Silvio Viale si è vantato, “da medico”, di uccidere bambini. Un approccio contraddittorio consente la soppressione della vita umana nel grembo materno in nome di altri diritti. L’Italia in questo senso è un
avamposto: la stessa legge 194, all’articolo 9, riconosce il diritto all’obiezione di coscienza per il medico che non voglia praticare aborti. Già oggi per la maggioranza sono fedeli al giuramento di Ippocrate.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano