{if 0 != 1 AND 0 != 7 AND 0 != 8 AND 'n' == 'n'} Papa Francesco: ecumenismo è ascolto comunitario

Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Papa Francesco: ecumenismo è ascolto comunitario

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

È la coralità il punto focale del discorso rivolto da Papa Francesco, in Aula Paolo VI, ai partecipanti al pellegrinaggio ecumenico proveniente dalla Germania dal titolo “Con Lutero dal Papa” (“Mit Luther zum Papst”). Una coralità che riguarda non solo il “dire”, ma anche “l’ascoltare”, proprio come avviene in un coro:

All’inizio mi avete salutato con un canto comunitario. Cantare unisce. Nel coro, nessuno sta da solo: è importante ascoltare gli altri. Auspico questa disponibilità all’ascolto per la Chiesa. La stiamo imparando di nuovo nel processo sinodale. Da qui, l’invito del Pontefice ad “ascoltare la melodia di Dio” nella vita, aprendo le orecchie ed il cuore a ciò che “il Signore ha composto” per ciascuno di noi. “Chi canta con cuore aperto - sottolinea il Papa - forse senza accorgersene tocca già il mistero di Dio”, cioè il suo Amore:

Prestate sempre ascolto alla melodia di Dio nella vostra vita. Così da molte voci si forma un canto. Anche così avviene l’ecumenismo, in Germania e in tante altre parti del mondo.

In programma dal 23 al 30 ottobre, il pellegrinaggio ecumenico dalla Germania a Roma ha come motto “Meglio tutti insieme” (“Besser zusammen”). L’evento segue un progetto analogo svoltosi nel 2016 ed intitolato sempre “Con Lutero al Papa”, realizzato in preparazione al 500.mo anniversario della Riforma di Lutero (1517-2017). A proporlo, l’Ufficio per la Pastorale giovanile della diocesi di Magdeburgo e gli Uffici per la Pastorale dell’infanzia e della gioventù della Chiesa evangelica nella Germania centrale e della Chiesa evangelica in Anhalt.

.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

26/10/2021
2711/2022
San Virgilio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Parigi-Bruxelles: solo i cristiani possono far superare lo scontro di inciviltà

Gli attentati di Bruxelles, in stretta connessione con quelli di Parigi, mettono a nudo l’impotenza dell’Europa davanti ai nemici della sua cultura. Si potrebbe tuttavia aggiungere, che essi comprovano pure come l’Occidente stesso sia il primo dei suoi stessi nemici. In questo scenario solo i cristiani possono, se lo vogliono, accompagnare il processo di una vera integrazione

Leggi tutto

Storie

Io, un’ostetrica nell’inferno degli aborti

Il corso di ostetricia che ho frequentato prevedeva diverse ore di insegnamento dei contraccettivi farmacologici, ritenuti i più sicuri ed efficaci per evitare gravidanze, innocui per la salute delle donne il cui diritto alla cosiddetta pianificazione familiare era considerato fondamentale a prescindere dalle esigenze del partner e di conseguenza senza nessuna considerazione dei metodi naturali per la conoscenza della fertilità che implicano una partecipazione attiva del partner e, a mio avviso, una più gratificante e serena vita di coppia perché la fertilità non è vista come un problema da mettere a “tacere” ma è valutata come aspetto determinante al valore di una persona. I metodi naturali ci sono stati presentati come “poco sicuri” rispetto alla pillola anticoncezionale. Ho però notizia da alcune mie colleghe che in altre scuole vengono presentati e valutati correttamente. Anche perché gli studi dimostrano che hanno un’efficacia sovrapponibile a quella dei contraccettivi ormonali, non hanno effetti collaterali e sono a costo zero. La pillola peraltro non viene mai definita una farmaco e per le giovani studenti sembra la cosa più naturale del mondo che una donna debba assumerla per stare bene con se stessa, anche indipendentemente dalla sua vita sessuale. È presentata come un aiuto che diminuendo l’attività delle ovaie ne conserva più a lungo la salute. In realtà il vero toccasana per l’apparato genitale femminile è proprio la gravidanza!

Leggi tutto

Chiesa

È Angelo De Donatis il nuovo vicario di Roma

Per qualche ora era circolato con insistenza il rumore che voleva monsignor Paolo Lojudice successore di Agostino Vallini al Palazzo patriarcale del Laterano; Papa Francesco ha invece spiazzato tutti nominando l’ex parroco di San Marco in Aracoeli, fino a questo momento ausiliare di Roma col titolo di Mottola. Il Papa gli raccomanda: «Abbi cura delle famiglie, difendi la famiglia»

Leggi tutto

Politica

Un uomo in cammino riflette

Con tempismo che ben denota l’insipienza politica (proprio quella mattina da Forza Italia si levavano auspici per un futuro esecutivo a conduzione Bonino), Massimo Gandolfini ha diramato
una surreale lettera ai neocatecumenali di Emilia-Romagna per chiedere espressamente di non votare Popolo della Famiglia. Alla clamorosa ingerenza risponde uno dei destinatari della lettera.

Leggi tutto

Politica

La Costituzione USA non tutela l’aborto

In West Virginia ed Alabama le votazioni collaterali alle Midterm Elections approvano emendamenti alle costituzioni statali per disconoscere il diritto all’aborto e impedire il finanziamento dalla fiscalità pubblica. Nel Senato cresce la presenza pro-life.

Leggi tutto

Politica

Siria: riapre l’ambasciata ungherese

In Siria si cerca la fine della guerra da anni. Troppi gli interessi di’potenti’ in un Paese martoriato da una guerra che si trascina inesorabilmente. Giunge, in queste ore, la notizia di un passo importante proveniente dall’Europa: Orban fa riaprire l’ambasciata Ungherese!

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano