Politica

di Mario Adinolfi

Adinolfi (Pdf): “ddl Zan non è priorità, emergenza non c’è”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Sono 1.300 giorni che mi batto contro l’approvazione della fascistissima legge Zan, ora anche Enrico Letta si accorge che va cambiata. In 1.300 giorni non si è verificato neanche un serio caso di omofobia in Italia. Ma che emergenza è? Arrenditi Zan anche nel Pd ti hanno mollato. Questo è quanto ho dichiarato all’Adnkronos che mi ha rivolto qualche domanda.

**Omofobia: Adinolfi (Pdf), ‘ddl Zan non è priorità, emergenza non c’è, Letta faccia lavoro serio’**
‘Non si può chiedere un accordo con modifiche non sostanziali’

“Da Fabio Fazio, Letta ha parlato di modifiche non sostanziali riguardo il ddl Zan, a cui noi siamo contrari perché non lo consideriamo una priorità per il Paese. È stata solo trasformata in priorità da Enrico Letta. Mi batto contro questo disegno di legge da 1300 giorni e in tutto questo tempo non mi è stato mai portato un caso reale di omofobia. L’emergenza non c’è”. Lo dice all’Adnkronos Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia (Pdf), commentando le parole del segretario del Pd, Enrico Letta, durante il programma televisivo “Che Tempo che Fa”, sul ddl Zan.

“Se Letta - aggiunge Adinolfi - vuole fare un lavoro serio e arrivare ad un’intesa non può fare trucchetti cercando di prendere in giro il Paese e il Parlamento, perché non si può chiedere un accordo con modifiche non sostanziali. Lui dovrebbe ricordarsi di essere un cattolico e dovrebbe invece elaborare delle modifiche sostanziali per il ddl Zan, quali la rimozione netta dell’articolo 1 sull’identità di genere, dell’articolo 4 sulla libertà d’espressione e dell’articolo 7 sulla giornata dell’omotransfobia nelle scuole. Non si insegna il gender nelle scuole e la libertà d’opinione non si tocca”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

26/10/2021
0510/2022
Ss. Placido e Mauro

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Sandokan era un vescovo italo-spagnolo

Sandokan il pirata creato da Emilio Salgari era un vescovo!  Infatti le memorie di Carlos Cuarteroni, di Cadice, ispirarono a Emilio Salgari le avventure del pirata. Secondo quanto ricostruito Emilio Salgari, era un attento topo di biblioteca, nelle cui mani capitò un incredibile rapporto presentato a Papa Pio IX nel 1849. Quando lo lesse, credette sicuramente che gli fosse caduto un dono dal cielo tra le mani. Il contenuto di quel rapporto erano le memorie di un marinaio spagnolo che dopo mille incredibili avventure era diventato frate trinitario e Prefetto Apostolico, e si dedicava a lottare contro il traffico di schiavi nel Borneo, a Sumatra e in Malesia.

Leggi tutto

Società

PAKISTAN - Il governo riconosce i servizi delle scuole cattoliche

Rafiah Mallah, vicedirettore del ministero per l’ufficio che sovrintende delle scuole private nel Sindh, ha dichiarato: “Rendiamo omaggio alle scuole missionarie per aver impartito un’istruzione di eccellenza, contribuendo al futuro della nostra nazione con la massima sincerità e dedizione e per aver fornito pari opportunità opportunità di apprendimento per bambini di diversa estrazione etnica e religiosa con grande amore e cura”.

Leggi tutto

Politica

Nozze gay all’estero, Porto Torres contro gli ostacoli burocratici

“In Italia vincoli amministrativi impediscono ai Comuni di rilasciare il nulla osta necessario per sposarsi all’estero con persone dello stesso sesso, i sindaci uniti chiedano al legislatore di superare tali ostacoli e consentirgli di rilasciare i documenti necessari a chi vuole coronare il suo progetto di vita comune”. È la battaglia promossa dal sindaco di Porto Torres, Massimo Mulas,

Leggi tutto

Politica

Pensioni: governo e sindacati rimandati a Dicembre

Il governo è “disponibile” ad aprire un confronto con i sindacati sulle pensioni, ma nella manovra non ci sono le risorse per affrontare una riforma strutturale.

Leggi tutto

Politica

FARSI NEUTRALI PER ARRIVARE ALLA PACE

In tv, in radio, nel dibattito pubblico ho provato a portare un po’ di ragionevolezza ripetendo che questa guerra ha un’origine nelle malefatte naziste compiute prevalentemente dagli ucraini nel Donbass, colpevoli quanto il Putin invasore del 2022. Non ci sono i buoni e i cattivi. Ci sono due autocrati che lottano per l’affermazione del proprio potere

Leggi tutto

Storie

PAKISTAN - I cristiani: No a raduni politici su terreni della Chiesa

Il governo dell’ex Primo ministro Imran Khan, che di recente ha perso la maggioranza nel Parlamento del Pakistan (vedi Fides 4/5/22), ha iniziato a organizzare incontri pubblici nelle varie città del Pakistan come campagna elettorale, invitando il governo e la Commissione elettorale del Pakistan a indire elezioni anticipate in Pakistan.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano