Politica

di Maria Lucia Salvati

No all’ideologia, sì alla vita. Il PdF e la cultura della socialità.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Maria Marilu Salvati, laureata in sociologia, militante del Pdf Piemonte, esponente del PdF Giovani di Torino, lancia un appello « Ci troviamo nel tempo della guerra ideologica, fatta di divisioni. Occorre una risposta che attinga alle radici della socialità e della socievolezza»

*Vax si/vax no

*Green pass sì/green pass no oppure semplicemente *green caos,

*Ddl Zan sì/Ddl Zan no

*omicidio di consenziente sì/reato di omicidio no

*Teorie gender a scuola sì/teorie gender no

*Utero in affitto sì/ utero in affitto no!

Una cosa è certa: dobbiamo essere contrari ad ogni #ideologia imposta dal sistema ovvero dal pensiero unico, dispotico, che vuole dominare la società e le menti! No war be happy.

Serve una linea comune:

 sì alla vita no alla morte ,

 sì al diritto dei bimbi ad una madre e un padre

 sì alla salute con vaccini ma quelli buoni come direbbe Montagnier

 sì alle cure Covid ben testate sul contagio e verificato con tamponi salivari gratuiti

 sì al primato educativo di genitori madre e padre e non genitore 1 e genitore 2 registrati sulle carte di identità

 sì alla sicurezza garantita dal rispetto sul lavoro

Insomma no a cio che illegittimamente e incostituzionalmente vogliono imporci. Ritroviamo la nostra natura, il senso civico, riprendiamo in mano la nostra naturalità umana! Stiamo dalla parte dei diritti, quelli veri, e lottiamo tramite il dialogo pacifico: Dio farà il resto che tu ci creda o meno, lo farà!

Il popolo si è svegliato? È ora di svegliare le coscienze dormienti!

Il #Popolo della Famiglia è contro ogni ideologia strumentale e funzionale al potere.

Pur se controvento si può cambiare rotta!

Il #PopolodellaFamiglia lotta per la difesa dei principi non negoziabili che sono sotto attacco da parte delle lobbies di potere!

Sveglia: è un nuovo giorno! Viva la vita! Ringraziamo il Signore per questo!

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/10/2021
0602/2023
Ss. Paolo Miki e compagni

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Ringraziamenti, risposte, preghiere

In molti hanno commentato la nascita del Popolo della Famiglia, soggetto politico in vista delle amministrative: qui alcune osservazioni in replica

Leggi tutto

Politica

Scuola, Appendino ideologica e autoritaria

L’assessore alla Scuola Federica Patti, per cercare di limitare il clamore suscitato dalla decisione della giunta – quella di spezzare le reni agli istituti paritari – ha rilasciato un’intervista a Paola Pintus che appare la classica toppa peggiore dello strappo. Patti si esibisce allora in una serie di omissioni e di manipolazioni della legge Berlinguer 62/2000 che solo alla disonestà o all’impreparazione può attribuirsi

Leggi tutto

Società

L’infamia della giornata mondiale sull’aborto

Cos’è il “partial birth abortion”, la nuova frontiera dell’aborto “libero” che viene richiesta dalla giornata mondiale dell’aborto del 28 settembre? Semplice, è la possibilità per la donna di prendere la decisione di abortire sino alle ultime settimane di gravidanza. Ad oggi le varie legislazioni nazionali permettono l’interruzione volontaria di gravidanza fino al quinto mese in genere, l’Italia è più restrittiva e si ferma al terzo mese, anche se con il trucco dell’aborto “terapeutico” si finisce molto più in là. L’interpretazione della sentenza della Corte Suprema americana consegna però uno scenario infame secondo cui il nascituro non avrebbe diritti e sarebbe parte del corpo della donna che potrebbe farne quello che vuole fino al momento della nascita. In base a questa interpretazione la pratica dell’aborto a nascita parziale prevede l’induzione del parto anche al nono mese di gravidanza, un parto che viene indotto in posizione podalica stando attenti a mantenere la testa del nascituro all’interno del grembo della donna che non riesco a definire materno, per poi introdurre uno speciale forcipe e schiacciare la testa del bimbo per provocarne la morte completando poi il parto con l’espulsione del corpicino ormai senza vita.

Leggi tutto

Società

La vita gaja e quel nesso col neoliberismo e col transumanismo

Ad interessare le élites è un certo stile relazionale, non le persone coi loro drammi: la vicenda della Legge Cirinnà lo ha dimostrato limpidamente

Leggi tutto

Politica

Ursula, non sei il mio presidente

Leggi tutto

Società

La terza dose del vaccino Covid e la dose di vaccino antinfluenzale verranno somministrate insieme

Le due dosi di vaccini verranno somministrate nello stesso giorno. E’ l’ipotesi avanzata dal ministero della salute.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano