Storie

di Raffaele Dicembrino

Ecco la pillola anti Covid

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Una pillola che si può prendere a casa, ai primi sintomi della malattia. E che potrebbe dare la svolta decisiva a una campagna vaccinale ormai stagnante da settimane: l’obiettivo del 90% di popolazione immunizzata con due dosi è ancora lontano. Di certo è molto più semplice ingoiare una capsula che superare l’avversione per gli aghi e le battaglie per la libertà ed i diritti sanciti dalla Costituzione.

Per questo la comunità scientifica internazionale guarda con molto interesse all’antivirale prodotto dalla casa farmaceutica Merck e in collaborazione con la Ridgeback Biotherapeutics, entrambe americane, la prima con base in New Jersey, la seconda in Florida. Il prodotto da assumere per via orale - per ora sperimentato solo su adulti - si chiama Molnupiravir. Le stesse aziende produttrici hanno annunciato ieri che l’Ema - l’Agenzia europea del farmaco - ha avviato l’esame dei dati sull’antivirale. Se sarà concessa l’autorizzazione all’immissione in commercio dalla Commissione europea, il Molnupiravir potrebbe essere la prima pillola per il trattamento del Covid-19 nell’Unione europea.

Il colosso farmaceutico ha presentato una richiesta di autorizzazione alla Fda americana, all’Ema e ad altre agenzie di regolamentazione in tutto il mondo sulla base dei risultati positivi di un’analisi provvisoria dello studio clinico di fase 3, che ha valutato il Molnupiravir in pazienti adulti non ospedalizzati con Covid-19 con sintomi da lieve a moderato e che erano a maggior rischio di progressione a Covid grave e/o ricovero. Dall’analisi si è evidenziato che il Molnupiravir somministrato due volte al giorno ha ridotto il rischio di ospedalizzazione o morte di circa il 50%. In attesa della potenziale autorizzazione, l’azienda prevede di produrre 10 milioni di cicli di trattamento entro la fine del 2021, ed ulteriori nel 2022.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

27/10/2021
0410/2022
S. Francesco d'Assisi

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

A Milano per parlare di famiglia

Miriano, Adinolfi, padre Botta e Scicchitano rispondono alle polemiche sul convegno in Regione Lombardia

Leggi tutto

Storie

Una lettera d’amore del generale Gorostieta

Ricordate il generale messicano impersonato da Andy Garcia in “Cristiada”?
Oggi pubblichiamo, per la prima volta in italiano, il testo di una sua toccante lettera alla moglie, scritta esattamente 80 anni fa nel triduo del Natale: è la penna di un cavaliere, monaco e guerriero al contempo, a correre sulla carta.
Amore alla moglie, alla patria e a Dio si fondono in una lezione senza tempo.

Leggi tutto

Società

La povertà nascosta dei padri separati

Il caso dell’ex comico di Zelig commuove e fa discutere, ma non si tratta di un caso isolato: ecco i numeri dei padri poveri

Leggi tutto

Politica

Reddito di maternità: ecco tutto quello che c’è da sapere

Il Popolo della Famiglia avvia con la bollinatura della proposta di legge di iniziativa popolare un iter politico che lo porta ad affermarsi quale forza extraparlamentare ma realmente territoriale. Il termometro mediatico si è acceso sulla germinale riforma del lavoro, e di coseguenza su quella fiscale da questa implicata, che vi si trova in nuce. La meta è raccogliere almeno 50mila firme in 6 mesi.

Leggi tutto

Politica

Elisa Rossini e la richiesta di revoca dell’adesione alla Carta d’intenti Ready

IL TESTO DELL’INTERVENTO DI ELISA ROSSINI,  IN CONSIGLIO COMUNALE, SULLA RICHIESTA DI REVOCA DELL’ADESIONE ALLA CARTA DI’INTENTI READY (RETE NAZIONALE ANTIDISCRIMINAZIONI SULLA BASE DELL’ORIENTAMENTO SESSUALE E IDENTITA’ DI GENERE)

Leggi tutto

Politica

Vittorie e proposte

Temiamo fortemente che in una famiglia modesta con mamma e papà impiegati questo comporterà un peggioramento delle condizioni, vista la cancellazione di ogni bonus e detrazione. Servire altro. Con i tre miliardi stanziati dalla manovra 2021 per l’assegno per il figlio si può subito varare la storica proposta del Popolo della Famiglia: il reddito di maternità, mille euro al mese per le mamme che si dedicheranno in via esclusiva alla cura dei figli, riconoscendone dunque pienamente il ruolo effettivamente lavorativo ad alta valenza sociale.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano