Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Il Papa riceve Moon

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il presidente sudcoreano cattolico, a Roma per il G20, è giunto intorno alle 10.15 in Vaticano. Il corteo delle macchine presidenziali ha attraversato piazza San Pietro per arrivare al Cortile di San Damaso, dove Moon - sceso dall’auto insieme alla moglie, in abito nero con un velo di pizzo a coprire il capo - è stato accolto da monsignor Leonardo Sapienza, reggente della Prefettura della Casa Pontificia.

l capo di Stato è stato accompagnato poi nella Sala del Tronetto, dove è avvenuto il primo saluto con Papa Francesco. I due si sono quindi spostati nella Biblioteca apostolica per il colloquio privato, iniziato alle 10.25 e concluso alle 10.50.

“Cordiali” i colloqui, come riporta una nota diffusa dalla Sala Stampa vaticana, informando che “è stato espresso compiacimento per le buone realzioni bilaterali e per il positivo contributo che la Chiesa cattolica offre alla società, rilevando una particolare assiduità nella promozione del dialogo e della riconciliazione tra i Coreani”. A tal riguardo, sottolinea il comunicato, è stata condivisa “la speranza che il comune impegno e la buona volontà favoriscano la pace e lo sviluppo nella Penisola coreana, sostenuti dalla solidarietà e dalla fraternità”.

Terminato il dialogo, si è svolto il saluto alla delegazione, composta da quindici membri. Poi Moon ha incontrato il segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin, e il sottosegretario per i Rapporti con gli Stati, monsignor Paul Richard Gallagher.

Al momento dello scambio dei doni, Francesco ha consegnato al presidente una medaglia in bronzo raffigurante il progetto originario del Bernini per Piazza San Pietro, oltre a una copia del Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace 2021, il Documento sulla Fratellanza Umana firmato ad Abu Dhabi, il libro edito dalla Lev sulla Statio Orbis del 27 marzo 2020. Il presidente ha ricambiato con una croce realizzata con il filo spinato proveniente dalla zona demilitarizzata al confine con la Corea del Nord. Un “simbolo di pace”, recita la descrizione, dove si legge che sono state realizzate 136 croci uguali, “tenendo conto che sono 68 anni di divisione territoriale di ogni parte”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

30/10/2021
0407/2022
Santa Elisabetta di Portogallo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

L’Anno Santo della Misericordia

Siamo chiamati a dare consolazione a ogni uomo e ogni donna del nostro tempo. Mi pare un compito da far tremare le vene dei polsi, ma questo è l’invito del Papa

Leggi tutto

Chiesa

Il Papa ringrazia per don Milani

Il vero motivo del viaggio a Barbiana, dalle parole stesse del Pontefice, è quello di dare finalmente una risposta alla richiesta di don Milani al suo vescovo, cui chiedeva «un qualsiasi atto solenne», perché altrimenti il suo apostolato sarebbe «apparso come un fatto privato». Sì, concede il Papa, dal Cardinale Silvano Piovanelli in poi, gli arcivescovi di Firenze hanno dato riconoscimento a don Lorenzo ma, ieri, lui lo ha fatto come vescovo di Roma e, questo, «non cancella le amarezze che hanno accompagnato la vita di don Milani – non si tratta di cancellare la storia o di negarla, bensì di comprenderne circostanze e umanità in gioco –, ma dice che la Chiesa riconosce in quella vita un modo esemplare di servire il Vangelo, i poveri e la Chiesa stessa».

Leggi tutto

Società

Greenwahing e Greta Thunberg

Il greenwashing è solo una moda, che per qualche oligarchia nasconde interessi finanziari, e certamente è impensabile che una leadership come quella di Greta Thunberg, la giovane attivista svedese, possa reggersi in piedi da sola. Tuttavia l’attacco alla sua persona è due volte miope: perché colpisce una ragazzina e perché sembra non vedere le verità indicate dalla sua voce.

Leggi tutto

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: chi ha la croce nel cuore non vede nemici

Alla Divina Liturgia celebrata in rito bizantino a Prešov, Papa Francesco esorta a non aspirare a un cristianesimo trionfalistico: senza croce - avverte - diventa mondano e sterile. L’invito del Papa è dunque a vedere nella croce l’opera di Dio, in Cristo crocifisso la gloria di Dio, che si offre volontariamente per ogni uomo.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco e la libertà cristiana

Papa Francesco all’udienza generale sottolinea come una predicazione che ostacola la libertà in Cristo non è evangelica, sottolinea il Papa, che indica nel dono da parte del Signore e nella verità i due pilastri fondamentali della libertà cristiana

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano