Società

di Giuseppe Udinov

Anpr: certificati anagrafici online per i cittadini

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

A partire dal 15 novembre i cittadini italiani ovunque residenti potranno scaricare i certificati anagrafici online in maniera autonoma e gratuita, per proprio conto o per un componente della propria famiglia, senza bisogno di recarsi allo sportello.

Potranno essere scaricati, anche in forma contestuale, questi certificati:
● Anagrafico di nascita
● Anagrafico di matrimonio
● di Cittadinanza
● di Esistenza in vita
● di Residenza
● di Residenza AIRE
● di Stato civile
● di Stato di famiglia
● di Stato di famiglia e di stato civile
● di Residenza in convivenza
● di Stato di famiglia AIRE
● di Stato di famiglia con rapporti di parentela
● di Stato Libero
● Anagrafico di Unione Civile
● di Contratto di Convivenza

Per accedere al portale è necessaria la propria identità digitale (SPID, Carta d’Identità Elettronica, CNS) e se la richiesta è per un familiare verrà mostrato l’elenco dei componenti della famiglia per cui è possibile richiedere un certificato.

Il servizio, inoltre, consente la visione dell’anteprima del documento per verificare la correttezza dei dati e di poterlo scaricare in formato pdf o riceverlo via mail.
Il progetto Anpr – Anagrafe nazionale della popolazione residente - è un progetto del ministero dell’Interno la cui realizzazione è affidata a Sogei, partner tecnologico dell’amministrazione economico-finanziaria, che ha curato anche lo sviluppo del nuovo portale. Il Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri è titolare del coordinamento tecnico-operativo dell’iniziativa.

L’innovazione dell’Anagrafe Nazionale ANPR è un sistema integrato, efficace e con alti standard di sicurezza, che consente ai Comuni di interagire con le altre amministrazioni pubbliche. Permette ai dati di dialogare, evitando duplicazioni di documenti, garantendo maggiore certezza del dato anagrafico e tutelando i dati personali dei cittadini.

Ad oggi, ANPR raccoglie i dati del 98% della popolazione italiana con 7794 comuni già subentrati e i restanti in via di subentro.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/11/2021
2305/2022
San Giovanni Battista de' Rossi

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

NO AL “CONFINAMENTO” IMPOSTO DAL GOVERNO DRAGHI AI SARDI

Giovedì 10 febbraio alle ore 11, in piazza Vittime Moby Prince a Cagliari, davanti al palazzo del Consiglio regionale, liberi cittadini, partiti politici, sindacati e associazioni culturali si incontreranno in difesa dei diritti dei cittadini sardi non vaccinati, impossibilitati a recarsi liberamente nella Penisola a causa del super green pass imposto dal Governo Draghi. Per Barbara Figus, coordinatrice regionale del Popolo della Famiglia, «ci troviamo di fronte ad un provvedimento offensivo della nostra dignità».

Leggi tutto

Politica

PDF Bisceglie: alberi sui bambini?

Il Popolo della famiglia di Bisceglie, un gruppo composto da padri, madri e figli, ha deciso di commentare la caduta di un grande pino dall’interno del plesso scolastico di via martiri di via Fani

Leggi tutto

Chiesa

Cei: “Parlamento tuteli vita”

“C’è da sperare che nel corso dell’iter parlamentare la proposta di legge sul fine vita riconosca nel massimo grado possibile il principio di ’tutela minima costituzionalmente necessaria della vita umana, in generale, e con particolare riferimento alle persone deboli e vulnerabili’”. Lo auspica il presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti

Leggi tutto

Politica

Sui Paesi più poveri l’impatto della guerra

L’allarme del governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, alla riunione del Development Committee della Banca Mondiale e del Fondo monetario internazionale a Washington

Leggi tutto

Politica

Camera, slitta l’esame del testo sulla perseguibilità dell’utero in affitto

La discussione slitta “al prossimo calendario”, cioè almeno al prossimo mese

Leggi tutto

Media

La presenza politica dei cattolici secondo Torriero

Dopo avere ascoltato, ascoltato e ancora ascoltato Fabio Torriero, sento confermati i pensieri nati in questi mesi di attività politica con il Popolo della Famiglia. Ciascuno di noi, come cattolico e come cittadino, ha il dovere di attivarsi nella polis, a favore della comunità, per il bene comune, secondo le proprie possibilità, i propri talenti, i propri impegni. Ma deve farlo. Non c’è più tempo. Il nostro disimpegno ha creato un vuoto che altri hanno riempito, attraverso l’imposizione di una nuova antropologia. Si può, si deve coniugare preghiera ed azione: la prima sia carburante per le nostre mani, le nostre gambe, la nostra mente. Ma, perché l’impegno dei cattolici in politica si traduca in attività proficue ed efficaci, non si può prescindere da una formazione strutturata, organizzata, che coinvolga tutto il Popolo della Famiglia. È importante comunicare bene agli altri - cattolici e non - perché siamo nati, in che direzione andiamo e quali sono le nostre battaglie.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano