Società

di Roberto Signori

Caritas: dossier su emergenza climatica

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il rapporto della Caritas - si legge nel comunicato stampa dell’organizzazione cattolica - sottolinea, innanzitutto, come “il rischio climatico stia aumentando su tutto il pianeta. Il riscaldamento globale di 1,5°C e 2°C sarà superato durante il 21.mo secolo a meno che non si verifichino profonde riduzioni delle emissioni di CO2 e di altri gas serra nei prossimi decenni. Aumenta anche in casa nostra - si legge ancora - la frequenza di eventi eccezionali, come purtroppo confermano le recenti emergenze. Nel contempo diminuiscono le rese agricole soprattutto nel Sud globale, intere regioni sono sempre meno abitabili, aumentano coloro che non hanno scelta se non quella di lasciare la propria terra d’origine a causa di un ambiente sempre meno ospitale”.

Poi il comunicato aggiunge: ” A tutto questo non esiste una risposta locale, oppure sul breve termine” e che “tutta la famiglia umana è toccata e deve reagire insieme alzando lo sguardo su quanto avverrà nei prossimi decenni”, nella consapevolezza che a pagare il prezzo più salato di quanto avviene “sono proprio coloro che meno sono responsabili dei cambiamenti catastrofici cui andiamo incontro”.

Caritas Italiana auspica quindi “una transizione ecologica verso un nuovo modello di sviluppo, una transizione che sia ‘insieme sociale ed economica, culturale e istituzionale, individuale e collettiva, ma anche ecumenica e interreligiosa’”. L’organismo dice “basta esitazioni o mezze misure”, sottolineando che “occorre accelerare la transizione dei sistemi produttivi e l’uscita definitiva dalle fonti energetiche fossili; occorre rispettare gli impegni finanziari riconoscendo il prezzo pagato dalle comunità e dalle persone più esposte al cambiamento climatico nel sostenere la difficile transizione; occorre stabilire quadri regolatori chiari e vincolanti per l’azione del settore privato”.

“Dobbiamo riprendere il cammino” suggerisce la nota, “e dobbiamo farlo a partire dalla nostra responsabilità di lasciarci toccare da quanto avviene nel mondo, per non essere semplici spettatori del cambiamento”. E dunque determinente ascoltare “il grido della terra e il grido dei poveri” che ci interpellano e ci chiedono di “abbandonare un modello di sviluppo consumistico che accresce le ingiustizie e le disuguaglianze, per adottarne uno incentrato sulla fraternità tra i popoli”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/11/2021
2605/2022
San Filippo Neri

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Papa Francesco: stop agli idoli, bisogna pregare Dio

Papa Francesco, nonostante una caldissima giornata romana, ha ripreso l’appuntamento con l’udienza generale del mercoledi. Dopo la sosta programmata a Luglio il Pontefice sarà nuovamente presente, tutti i mercoledi, per l’abbraccio con i fedeli. L’appuntamento odierno ha riguardato i Comandamenti e specificatamente il Vescovo di Roma ha approfondito io tema dell’idolatria “non avrai altri dei difronte a me”.

Leggi tutto

Società

La bioetica per tutti, parla Giorgia Brambilla

Moglie, mamma, madre di bimbi piccoli e prima ancora ostetrica. Poi la passione per la bioetica che diventa ricerca e insegnamento, e infine il manuale con Rubbettino

Leggi tutto

Chiesa

Papa: l’Europa malata di stanchezza

Papa Francesco celebra a San Pietro la Messa coi partecipanti alla plenaria del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (Ccee), per il 50.mo dell’istituzione.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco alle salesiane: attente alla mondanità

Papa Francesco in visita nella Curia generalizia delle Figlie di Maria Ausiliatrice, riunite per il Capitolo generale. A loro l’incoraggiamento ad essere “comunità generative” e “donne di speranza” in questo “tempo fragile e incerto.

Leggi tutto

Società

Ecomafie: il rapporto di Legambiente 2021

Il rapporto Ecomafia, presentato a Roma, ha analizzato i dati frutto dell’intensa attività svolta da forze dell’ordine, Capitanerie di porto, magistratura, insieme al lavoro del Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente nato dalla sinergia tra Ispra e Agenzie regionali per la protezione dell’ambiente e dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco incontra Ieronymos, primate della Chiesa ortodossa greca

Dopo gli incontri istituzionali, nel primo pomeriggio ad Atene il Papa ha incontrato Sua Beatitudine Ieronymos, primate della Chiesa ortodossa greca, riconoscendo gli errori commessi dai cattolici e invitando a ritrovare l’unità che rende credibile la testimonianza cristiana.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano