Politica

di Roberto Signori

Il Regno Unito primo ad approvare il farmaco anti-Covid

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Dopo la partenza accelerata dei vaccini lo scorso inverno, il Regno Unito diventa anche il primo Paese al mondo ad approvare ufficialmente un “farmaco” anti Covid. Si tratta del molnupiravir, sviluppato dalle aziende americane Merck, Sharp and Dohme (MSD) e Ridgeback Biotherapeutics. Può essere preso in casa e la somministrazione si compone di due pillole al giorno. “È un giorno storico”, ha detto il ministro della Salute britannico Sajid Javid

II molnupiravir era stato inizialmente sviluppato contro l’influenza ma poi alcuni studi successivi avrebbero dimostrato la sua efficacia antivirale anche contro il Coronavirus. È il primo “farmaco” contro il Covid che può essere preso per bocca, senza bisogno di ricorrere a somministrazioni endovenose. Secondo i primi studi, ridurrebbe di circa il 50% il rischio di morte o malattia grave per coloro affetti da Covid.

Il Regno Unito ha già ordinato 480mila dosi di molnupiravir e ha fatto lo stesso per 250mila dosi di un farmaco simile di Pfizer che però è ancora in fase di sperimentazione. In ogni caso, lo stesso governo britannico sottolinea che il molnupiravir non è un sostituto dei vaccini, che restano vitali per contenere la pandemia del Coronavirus.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

05/11/2021
0808/2022
San Domenico

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

L’AIFA invita a segnalare le reazioni avverse da vaccino

L’Agenzia italiana del farmaco rinnova su Twitter un invito ai medici a segnalare un paziente che abbia abbia avuto una reazione avversa in seguito alla vaccinazione

Leggi tutto

Società

Federconsumatori: un figlio fino a 18 anni costa più di 175mila euro

L’aumento dell’1,2% che si è registrato rispetto al 2018 è in parte determinato dalla pandemia

Leggi tutto

Società

Rallenta la campagna vaccinale

Questa settimana, secondo gli ultimi dati del Governo, si sono registrati poco meno di 2 milioni di somministrazioni in più rispetto ai sette giorni precedenti. Molte meno di quelle segnalate nelle 3 settimane precedenti.

Leggi tutto

Storie

160 milioni le bambine e i bambini lavoratori nel mondo

I dati internazionali sono allarmanti: secondo l’ILO sono 160 milioni i bambini e le bambine coinvolti in lavoro minorile. Per la prima volta in 20 anni, il fenomeno è in aumento a livello mondiale e il COVID ha esposto quasi 9 milioni di bambini in più al rischio di sfruttamento lavorativo.

Leggi tutto

Società

Vaticano, Vaccino obbligatorio per le Guardie Svizzere

Dal 1 ottobre in Vaticano per i dipendenti è divenuto obbligatorio il Green pass, mentre per le Guardie svizzere, che sono sempre a stretto contatto con il Papa e i suoi ospiti, si è scelta la strada del vaccino obbligatorio. E dei sei alabardieri No vax, tre hanno deciso di “lasciare liberamente” il servizio, mentre altri tre, che hanno accettato il vaccino, sono stati sospesi fino a quando non avranno completato il ciclo vaccinale.

Leggi tutto

Storie

Tumore al seno: trattamenti con nuove molecole

Possibili sviluppi farmacologici per terapie più semplici e adeguate grazie a un gruppo di molecole che bloccano un enzima e un recettore responsabili del cancro alla mammella. La ricerca, condotta dal Cnr-Iom in collaborazione con l’Istituto nazionale dei tumori di Milano e l’Università di Bologna, è stata sostenuta da Fondazione Airc per la ricerca sul cancro. I risultati sono stati pubblicati sull’European Journal of Medicinal Chemistry

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano