Chiesa

di Raffaele Dicembrino

Papa Francesco a Cipro e in Grecia dal 2 al 6 dicembre

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Cipro e poi la Grecia. La Sala Stampa Vaticana conferma le date e le tappe del prossimo viaggio apostolico del Papa, il trentacinquesimo dall’inizio del Pontificato. L’ultimo è stato nel settembre scorso a Budapest e in Slovacchia.

Su invito delle Autorità civili ed ecclesiastiche locali, dal 2 al 4 dicembre Francesco sarà dunque per la prima volta a Cipro dove visiterà la città di Nicosia. Da lì si sposterà in Grecia, dove rimarrà dal 4 al 6 dicembre. Previste due visite: ad Atene dove l’ultima presenza di un Pontefice risale al 2001 con Giovanni Paolo II, e poi sull’isola di Lesvos, dove Francesco è già stato nel 2016 in una storica visita con il Patriarca di Costantinopoli Bartolomeo e l’arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia Hieronymos, per esprimere vicinanza e solidarietà sia ai profughi sia ai cittadini di Lesbo e a tutto il popolo greco tanto generoso nell’accoglienza dei migrnati e dei rifugiati. Il programma sarà reso noto successivamente ma intanto si conferma il desiderio espresso dal Papa già più di un mese fa nell’intervista rilasciata a Radio Cope, l’emittente della Conferenza episcopale spagnola.

La Sala Stampa vaticana ha diffuso anche il logo e i motti delle due visite. Per la Grecia il logo rappresenta la Chiesa come una barca che attraversa le acque turbolente del mondo, con la croce di Cristo come albero maestro e lo Spirito Santo a gonfiarne le vele, la cui forma stilizzata evoca la figura del Papa, che viene come amico della Grecia. I colori giallo e blu, simboleggiano le bandiere della Santa Sede e della Repubblica Ellenica. La frase del motto è tratta dal Messaggio del Papa per la 36° Giornata Mondiale della Gioventù. La frase completa è: “Apriamoci alle sorprese di Dio, che vuole far risplendere la sua luce sul nostro cammino”. In un periodo - si legge nella nota ufficiale - che risente delle conseguenze della pandemia e della recente crisi finanziaria, si esprime la speranza che la visita del Papa porti un raggio di luce per l’avvenire della Grecia, Paese dalla fede radicata e dai trascorsi luminosi.

Per quanto riguarda Cipro, il logo presenta impressa sullo sfondo la carta geografica dell’isola. Sulla sinistra Papa Francesco rivolge lo sguardo al santo patrono, San Barnaba, mentre sulla destra, un ramoscello di ulivo legato a una spiga di grano, segni di pace e comunione. In alto e in basso, in lingua greca e inglese, il motto del Viaggio Apostolico; al di sotto, la scritta della visita del Santo Padre a Cipro e la data del Viaggio. Nel logo risaltano i colori arancione e verde della bandiera cipriota accanto al bianco e al giallo di quella vaticana. Il motto recita: “Comforting each other in faith” – “Consolaci nella fede” ed è ispirato al nome dell’Apostolo Barnaba, che può significare figlio dell’esortazione o della consolazione. Esso suggerisce l’importanza del conforto e dell’incoraggiamento reciproco, dimensioni essenziali per il dialogo, l’incontro e l’accoglienza e caratteri salienti della vita e della storia dell’Isola.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

07/11/2021
0712/2022
Sant'Ambrogio vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

India - Attacco a una chiesa cattolica

Irruzione in una parrocchia a 50 chilometri da Amritsar, vandalismi e violenze. La setta dei nihang ha preso di mira i cristiani per le conversioni e dice di voler “passare all’azione”

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: la guerra sta diventando totale

L’accorato appello di Francesco nel discorso alla Pontificia Accademia delle Scienze

Leggi tutto

Storie

Assisi ricorda Carlo Acutis

Dall’8 al 12 ottobre iniziative ad Assisi per il secondo anniversario della beatificazione di Carlo Acutis e della sua memoria liturgica

Leggi tutto

Chiesa

Papa Francesco: la diversità è un segno dei tempi

L’udienza del Papa ai cistercensi della Comune Osservanza, incontrati in occasione del loro capitolo generale

Leggi tutto

Chiesa

“Una sconfitta per l’umanità”

Il cardinale Parolin commenta il referendum irlandese con parole nette. I giornali tentano di raccontare una Chiesa “aperturista” che non esiste, per far approvare il vergognoso ddl Cirinnà

Leggi tutto

Società

Hadjadj: non scegliete il male minore

L’Italia è chiamata al referendum su una riforma costituzionale molto pervasiva; la Francia
vede prepararsi le elezioni con i cattolici che propendono (come avviene anche nel Belpaese) per il
centrodestra, diviso oggi tra liberalconservatori e nazionalisti duri e puri. Il filosofo Fabrice Hadjadj,
intervistato da Famille Chrétienne, invita a «tracciare un sentiero nel mezzo di Mordor»

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano