Storie

di Nathan Algren

Cannes, accoltella poliziotto “in nome del Profeta”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Ha un permesso italiano l’uomo che questa mattina ha accoltellato un poliziotto a Cannes, in Francia. La notizia è di Le Figaro. Si tratta di un algerino di 37 anni arrivato in Francia legalmente nel 2016. Avventandosi contro l’agente avrebbe affermato di agire “in nome del Profeta”. Si indaga per terrorismo.

I fatti sono avvenuti questa mattina intorno alle 6.30. L’uomo ha aperto la portiera della volante fingendo di chiedere informazioni e ha aggredito con un coltello il poliziotto, seduto al posto di guida, colpendolo al torace tre volte: l’agente si è salvato grazie al giubbotto antiproiettile.

L’aggressore, sconosciuto alle forze dell’ordine, ha poi tentato di attaccare anche il collega poliziotto seduto a fianco ma a quel punto l’agente ferito ha aperto il fuoco colpendolo con due proiettili alla schiena. Ha lesioni gravi.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

08/11/2021
2305/2022
San Giovanni Battista de' Rossi

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

La Francia in piazza per la vita

La mancanza di un progetto genitoriale espone il feto alla concreta possibilità dello scarto. Essendo stata negata la sua esistenza, l’essere soltanto «nella carne» è destinato ad essere patologizzato e assimilato a un tumore. Si scava così un abisso incolmabile tra il feto come accidente, considerato come qualcosa di contingente nel corpo della donna, e il feto «umanizzato» dalla parola della madre. Il problema è che, scrive Boltanski, «gli esseri nella carne non possono essere distinti dagli esseri per la parola». Se «ciò che costituisce un essere umano non è il feto, iscritto nel corpo, ma la sua adozione simbolica», «questa adozione suppone la possibilità di una discriminazione tra embrioni per nulla distinguibili».

Leggi tutto

Politica

La terza via sulla quale deve puntare il popolarismo sturziano dopo le Europee

Impossibile pensare di indulgere – come fanno i movimenti populisti – sull’opzione di vellicare “la pancia del Paese” (cioè le sue voglie e le sue paure)

Leggi tutto

Storie

Macron ha cambiato il blu della bandiera nazionale francese

Incredibile ma vero!  Il blu cobalto della bandiera francese che sventola sugli edifici della presidenza della Repubblica è stato sostituito da un blu marine: lo ha voluto il presidente Emmanuel Macron

Leggi tutto

Storie

Export record per l’industria casearia italiana

Dall’analisi dell’associazione, l’export caseario italiano cresce a due cifre in Francia (+13%), Belgio (+18%), Polonia (+22%), Romania, Paesi Bassi, Svezia e Spagna. Sempre più forte il mercato Usa, dove è stato registrato un +25%

Leggi tutto

Società

A Michael Lapsley il Premio Niwano per la pace

La 39.ma edizione del riconoscimento della Niwano Peace Foundation assegnata al prete anglicano impegnato a sconfiggere l’apartheid in Sud Africa

Leggi tutto

Media

Ecco la festa di Sant Jordi

L’iniziativa quest’anno coinvolgerà 10 città italiane, oltre Roma

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano