Politica

di Nicola Di Matteo

TOUR COPPA EURO2020: DI MATTEO (PDF), “BASTA PASSERELLE, SERVONO FATTI CONCRETI”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Nicola Di Matteo, vicepresidente e coordinatore nazionale del Popolo della Famiglia (PdF), commenta la notizia del tour della Coppa degli Europei di Calcio nei municipi romani, organizzato dall’assessore capitolino al turismo Alessandro Onorato: “Abbiamo letto che il trofeo viene esposto nei municipi X e VI, pare dimenticando che proprio a Ostia tutto è fermo per una bagarre interna al Pd. E’ questo il modo per far ripartire un municipio? Sarebbe invece il caso di prevedere uno stanziamento di fondi per la promozione di sport e sociale per far fronte alle ingenti problematiche che riguardano, in modo particolare, le scuole e le palestre comunali. Strutture queste totalmente abbandonate da anni e dove i giovani e le loro famiglie devono combattere a suon di occupazioni, per avere il diritto sacrosanto di avere scuole e palestre agibili. Queste sono riflessioni che l’assessore Alessandro Onorato dovrebbe porsi, al netto della facile fama che conquista esponendo una coppa che ha fatto sognare tutta l’Italia e che sicuramente dovrà avere un riscontro, per questi municipi, in fatti tangibili nel prossimo futuro. Basta inutili passerelle, bisogna passare dalle parole mirabolanti ai fatti, mentre sembrerebbe che, ancora una volta, la giunta Gualtieri sia più interessata all’apparire che al fare. La ripartenza del lido di Roma non può che passare per il ripascimento delle spiagge di Nuova Ostia, motivo di grande attrazione e completamente distrutte dalla volontà grillina di rendere Ostia non solo un municipio non attrattivo, ma anche un municipio che apparisse agli occhi dell’Italia intera come un ‘municipio di mafia’. I cittadini sono stufi di sentire paragonare Ostia alla mafia, quando in realtà tutte le mattine innumerevoli persone oneste si preparano per andare al lavoro e per accompagnare a scuola i propri figli. Il presidente del municipio Mario Falconi pensi a risanare i disservizi della Freccia del Mare, con un piano che riguardi Comune di Roma e Regione Lazio, per rendere la linea più veloce ed efficiente. A differenza di quella grillina, la giunta Falconi ascolti le tante associazioni no profit radicate da anni nel territorio e i relativi comitati di quartiere, istituendo una degna consulta che non serva solo per fare campagna elettorale, ma che consenta davvero a questo territorio di rinascere dai cittadini stessi, che lo amano e per cui hanno da sempre combattuto, in modo particolare per salvaguardare le tante famiglie e soprattutto coloro che, ahimè, si trovano nelle case popolari, i commercianti, i titolari di piccole e medie imprese, che ormai non riescono ad arrivare a fine mese”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

13/11/2021
1408/2022
S.Massimiliano M. Kolbe

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Alea iacta est

Il Popolo della Famiglia è l’unica risposta possibile da dare nelle urne alle prossime elezioni amministrative, data l’avanzata dei progetti contrari all’istituto matrimoniale e al diritto dei più deboli

Leggi tutto

Politica

Grideranno i ragazzi

Il quotidiano la Repubblica dona una pagina a Monica Corinna’ e lei ci prospetta il suo mondo futuro. Un mondo voluto da minoranze e creato a colpi di fiducia parlamentare. Fortunatamente esiste il Popolo della Famiglia e vi sono i referendum abrogativi!

Leggi tutto

Società

Per far crescere l’homunculus occidentalis

Avanza e si impone, a ogni livello della società, la tipica pretesa del fanciullo viziato: ereditare senza impegno gli agi, le sicurezze e i vantaggi della civiltà, considerati come diritti acquisiti una volta per tutte e senza sforzo. Vellicare un tale impulso è una spinta ad incoraggiare i comportamenti antisociali, equivale ad assecondare le tendenze incivili che ogni sana educazione si propone, all’opposto, di arginare e di disciplinare.

Leggi tutto

Società

Sul tema delle armi

Recentemente ha fatto discutere il deposito di ben cinque proposte di legge volte a liberalizzare (de iure, ma soprattutto de facto) la detenzione privata di armi da fuoco: i depositari delle proposte, specie i leghisti, cercano di puntare tutta l’attenzione sul diritto alla legittima difesa, ma ciò non tiene in conto che l’Italia non conta grandi casi di condanne per questa fattispecie… e oltretutto che armare virtualmente tutta la società non la rende più sicura

Leggi tutto

Società

TRE CIFRE, TRE LETTERE, FORSE UNO SPIRAGLIO ?

C’è un sistema fatto di persone che hanno dimenticato la civiltà e il senso dell’umano, c’è un insieme di funzioni, di uffici, di scrivanie popolati dal genere umano che di umano pare avere ben poco in particolar modo se l’umano da “trattare” è l’infanzia, l’infanzia in senso lato.
Pensiamo a come ogni tassello sia al suo posto e a come il valore più importante quale il tempo venga dilatato e reso “biblico”… i giorni i mesi e gli anni si sommano ora dopo ora,  i figli sono strappati dilaniati psichiatrizzati psicologizzati nel tentativo di cancellare colei che ha donato loro la vita.

Leggi tutto

Società

Vecchie, nuove e nuovissime #dipendenze

L’Università Gregoriana ha ospitato un convegno organizzato dalla Fondazione Internazionale don Luigi Di Liegro e dedicato alle dipendenze che minano i percorsi battuti ogni giorno dai nostri ragazzi. Molti gli specialisti, nonché i testimoni (specialmente membri delle famiglie): queste ultime concordano nell’affermare che i percorsi di recupero sono efficaci quando i genitori del ragazzo agiscono insieme, di comune accordo.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano