{if 0 != 1 AND 0 != 7 AND 0 != 8 AND 'n' == 'n'} Dl Green Pass, via libera della Camera al voto di fiducia

Politica

di Nathan Algren

Dl Green Pass, via libera della Camera al voto di fiducia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

L’Aula della Camera ha approvato la questione di fiducia posta dal Governo sul Dl green pass con voti 453 favorevoli e 42 contrari (nessun astenuto). L’Assemblea procederà in giornata alla discussione dei relativi ordini del giorno e al via libera definito al provvedimento (non ha subito correzioni rispetto al testo licenziato dal Senato e deve essere convertito in legge entro il 20 novembre). Con il decreto legge è stato introdotto, in particolare, l’obbligo dell’esibizione della certificazione verde per accedere ai luoghi di lavoro, pubblici e privati, dal 15 ottobre scorso e fino a fine 2021 (in coincidenza con il termine dell’attuale stato di emergenza).

Il provvedimento punta, inoltre, al rafforzamento del sistema di screening dei contagi e dispone la proroga dal 30 novembre al 31 dicembre dei prezzi contenuti per i test Covid rapidi (stabilendo l’obbligo, per le farmacie e le strutture sanitarie private autorizzate, di applicare il costo calmierato). Test antigenici rapidi gratuiti invece per i soggetti che non possono ricevere o completare la vaccinazione. E per questo motivo il Dl autorizza per il 2021 la spesa di 115,85 milioni. Con una modifica introdotta dal Senato viene quindi concesso ai lavoratori di consegnare al proprio datore di lavoro il green pass personale, per evitare i relativi controlli per tutto il periodo di validità del certificato.

Su questo aspetto della norma il Garante della privacy ha tuttavia espresso un parere negativo e non si escludono, pertanto, interventi correttivi in prossimi provvedimenti legislativi (i tempi stretti riservati alla seconda lettura e il ricorso alla fiducia hanno del resto precluso ogni possibilità di ulteriore intervento da parte delle Commissioni e dell’Aula di Montecitorio).

Da segnalare che con un altro emendamento votato a Palazzo Madama è stato infine chiarito che il dipendente, nel caso dovesse scadere il certificato nel corso della giornata lavorativa, potrà rimanere al proprio posto fino alla fine del proprio impegno quotidiano.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

17/11/2021
1308/2022
Ss. Ponziano e Ippolito

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

SocietĂ 

La fatica del genitore

Il rapporto con i figli, il compito di educatore, la regola come strumento e mai come scopo

Leggi tutto

SocietĂ 

Giuseppe Noia ginecologo contro l’aborto

Giuseppe Noia nasce a Terranova da Sibari il 14 Gennaio 1951.
Nel 1975 si laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Nel 1980 consegue la specializzazione in Ginecologia e Ostetricia e nel 1988 quella in Urologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.
E’ docente di Medicina dell’Età Prenatale presso la facoltà di Medicina e Chirurgia, Scuola di Specializzazione in Ginecologia e Ostetricia, Scuola di Specializzazione in Genetica e diploma di laurea di Ostetricia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma. E’ docente dei corsi di Perfezionamento e dei Master in Bioetica presso il Pontificio Consiglio per gli studi sulla famiglia Istituto Giovanni Paolo II.
E’ Presidente dell’Associazione Italiana Ginecologi Ostetrici Cattolici (AIGOC).

Leggi tutto

Politica

Vaccini COVID-19: il Parlamento europeo chiede politiche piĂą trasparenti

In una risoluzione adottata con 458 voti favorevoli, 149 contrari e 86 astensioni, il Parlamento europeo ha chiesto una legislazione per rendere più trasparente il processo di ricerca, acquisto e distribuzione dei vaccini contro il COVID-19. Ciò consentirebbe ai deputati di verificare in maniera più efficace le politiche UE sui vaccini. Allo stesso tempo, la Commissione dovrebbe discutere di queste politiche più apertamente con i cittadini.

Leggi tutto

SocietĂ 

Il Covid ha bruciato 4mila euro di spesa a famiglia

“Bisogna intervenire per accelerare il recupero, perchĂ© dai consumi interni dipende circa il 60% del nostro Pil”, ha dichiarato Patrizia De Luise, Presidente nazionale Confesercenti

Leggi tutto

Media

Aifa, via libera pillola Pfizer

Dalla prima settimana febbraio. Terapia entro 5 giorni dai sintomi. Il farmaco alle Regioni dalla prossima settimana a 11.200 pazienti

Leggi tutto

SocietĂ 

La nostra guerra continua

Giuseppe Bruno cerca di fare un po’ di chiarezza nell’ incandescente magma comunicativo che la guerra ha scatenato, Ecco le sue personali riflessioni

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano