Storie

di Raffaele Dicembrino

Presentata a Pisa la Coppa del Mondo di scherma paralimpica

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Si apre il sipario, a Pisa, sulla tappa di Coppa del Mondo di scherma paralimpica che dà il via alla stagione internazionale 2021/2022. Nel primo grande appuntamento dopo i Giochi Paralimpici di Tokyo, all’ombra della Torre Pendente, si ritroveranno da domani (giovedì 18) a domenica 21 novembre circa 250 atleti provenienti da tutto il mondo, in rappresentanza di 18 Paesi. L’evento è stato presentato ufficialmente questa mattina al Comune di Pisa, città che ospita per la sesta volta la prova italiana del circuito iridato di scherma paralimpica. Collaudata la macchina organizzativa della Federazione Italiana Scherma, affidata all’esperienza dell’US Pisascherma che ospiterà le gare nell’impianto del Cus Pisa, con il sostegno di Regione Toscana, Comune, Università di Pisa, Fondazione Pisa e PharmaNutra. Così il Presidente della Federazione Italiana Scherma, Paolo Azzi: “Quella di Pisa è ormai da anni la tappa italiana del circuito paralimpico di Coppa del Mondo e questo consolidamento è frutto dell’attenzione con cui la città ha creduto in questo evento. Pisa è stata un’apripista in tal senso. Quella di quest’anno è l’edizione post Paralimpiadi, ma ci sarà una partecipazione nettamente più alta rispetto all’anno post Rio, nonostante ci si trovi ancora in emergenza Covid. Ringrazio l’amministrazione comunale che sostiene l’evento, il Cus, l’Università e il comitato organizzatore. È il miglior modo per aprire il nuovo ciclo che ci porterà a Parigi 2024 e in cui dovremo scoprire nuovi ragazzi che in questi anni si sono avvicinati alla scherma paralimpica”. Alla conferenza stampa che ha tolto il velo alla kermesse hanno preso parte anche il Sindaco di Pisa, Michele Conti; Sandra Munno, assessore del Comune di Pisa con delega alla disabilità; Paolo Mancarella, Rettore dell’Università di Pisa; Marco Gesi, Prorettore per i Rapporti con gli enti del territorio e delega alle attività sportive dell’Università di Pisa; Giuliano Pizzanelli, vicepresidente del Cus Pisa; Giovanni Calabrò, Presidente dell’US Pisascherma e Daria Marchetti, componente della Commissione Grandi Eventi della Federazione Italiana Scherma, con ospiti d’onore l’atleta azzurro Matteo Betti e il CT della Nazionale paralimpica di fioretto Simone Vanni.

“Nonostante la gara non sia ancora valevole come qualificazione per le Paralimpiadi di Parigi 2024, abbiamo avuto una straordinaria risposta nel numero delle adesioni internazionali - hanno detto i vertici del Comitato organizzatore Giovanni Calabrò e Daria Marchetti -. È la dimostrazione del buon lavoro fatto negli scorsi anni ma anche della grande risposta che la nostra città ha saputo offrire nell’accoglienza alle delegazioni provenienti da tutto il mondo. E non a caso, nel mentre ci prepariamo a queste quattro intense giornate di gare, stiamo già pensando all’edizione di marzo 2022”.

In pedana l’Italia, guidata dai CT Simone Vanni per il fioretto, Marco Ciari per la sciabola e Francesco Martinelli per la spada, appena confermati alla guida della Nazionale Paralimpica con l’ingresso di Dino Meglio nel ruolo di Coordinatore, sarà rappresentata da ben 23 atleti: Letizia Baria, Matteo Betti, Alessia Biagini, Sofia Brunati ,Davide Costi, Rebecca D’Agostino, Matteo Dei Rossi, Sofia Della Vedova, Edoardo Giordan, Elio Iozzi, Michela Fabbri, Emanuele Lambertini, Veronica Martini, Michele Massa, Andreea Mogos, Elisa Molteni, Alberto Morelli, Gianmarco Paolucci, Rossana Pasquino, Michela Pierini, Matilde Spreafico, Loredana Trigilia e Michele Vaglini. Non ci sarà Bebe Vio, che prosegue nel suo programma di preparazione e tiferà per i suoi compagni in attesa del ritorno in pedana dopo l’oro individuale e l’argento a squadre nel fioretto ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020.

Il programma di gare prevede l’inizio oggi (giovedì 18) con le prove di spada femminile e maschile categoria B, di fioretto maschile categoria A e di sciabola femminile categoria A. Venerdì 19 sarà la volta della spada maschile e femminile categoria A, della sciabola femminile categoria B e del fioretto maschile categoria B. Sabato 20 toccherà alle fiorettiste delle categorie A e B e agli sciabolatori categorie A e B. La giornata conclusiva di gare sarà domenica 21, quando andranno in scena le prove a squadre di fioretto femminile e di sciabola maschile: per l’Italia comporranno il team delle fiorettiste Alessia Biagini e le medagliate di Rio 2016 e Tokyo 2020 Andreea Mogos e Loredana Trigilia, mentre la formazione degli sciabolatori vedrà in pedana Matteo Dei Rossi, Edoardo Giordan, Alberto Morelli e Gianmarco Paolucci.

COPPA DEL MONDO DI SCHERMA PARALIMPICA - Pisa, 18-21 novembre 2021

Gli atleti italiani in gara

Letizia Baria, Matteo Betti, Alessia Biagini, Sofia Brunati, Davide Costi, Rebecca D’Agostino, Matteo Dei Rossi,

Sofia Della Vedova, Edoardo Giordan, Elio Iozzi, Michela Fabbri, Emanuele Lambertini, Veronica Martini,

Michele Massa, Andreea Mogos, Elisa Molteni, Alberto Morelli, Gianmarco Paolucci, Rossana Pasquino,

Michela Pierini, Matilde Spreafico, Loredana Trigilia, Michele Vaglini.

PROGRAMMA GARE

Giovedì 18 novembre

Spada femminile | Cat. B (Alessia Biagini, Michela Fabbri, Rossana Pasquino, Michela Pierini, Matilde

Spreafico)

Fioretto maschile | Cat. A (Matteo Betti, Emanuele Lambertini, Alberto Morelli)

Spada maschile | Cat. B (Davide Costi, Elio Iozzi, Michele Massa, Gianmarco Paolucci, Michele Vaglini)

Sciabola femminile | Cat. A (Sofia Brunati, Veronica Martini, Andreea Mogos, Elisa Molteni, Loredana Trigilia)

Venerdì 19 novembre

Sciabola femminile | Cat. B (Rossana Pasquino, Matilde Spreafico)

Spada maschile | Cat. A (Matteo Betti, Matteo Dei Rossi, Edoardo Giordan)

Spada femminile | Cat. A (Letizia Baria, Rebecca D’Agostino, Sofia Della Vedova, Veronica Martini)

Fioretto maschile | Cat. B (Elio Iozzi, Michele Massa, Gianmarco Paolucci)

Sabato 20 novembre

Sciabola maschile | Cat. A (Matteo Dei Rossi, Edoardo Giordan, Alberto Morelli)

Fioretto femminile | Cat. B (Alessia Biagini, Michela Fabbri)

Sciabola maschile | Cat. B (Gianmarco Paolucci, Michele Vaglini)

Fioretto femminile | Cat. A (Rebecca D’Agostino, Andreea Mogos, Loredana Trigilia)

Domenica 21 novembre

Fioretto femminile | Gara a squadre (Alessia Biagini, Andreea Mogos)

Sciabola maschile | Gara a squadre (Edoardo Giordan, Gianmarco Paolucci, Alberto Morelli, Matteo Dei Rossi)

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

18/11/2021
0312/2021
San Francesco Saverio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Un Incontro con Franco Nembrini

La Traccia” è il nome di un particolarissimo istituto scolastico, fondato trent’anni fa dall’educatore bergamasco noto per le sue trasmissioni su Dante e su Pinocchio. Vi si tengono ben undici giorni di festa, con altrettante sere: in una di queste abbiamo incontrato “Franco” per una lunga chiacchierata

Leggi tutto

Politica

Rimini, candidati del Pd uomo e donna si scambiano i vestiti

Continua la propaganda del PD a favore delle minoranze e contro i valori che il Popolo della Famiglia continua a difendere!

Leggi tutto

Storie

Dazn, sveliamo cos’è il codice che appare sullo schermo

La domanda sorge spontanea: cos’è quel codice alfanumerico che appare sulla schermata di Dazn durante le partite di calcio? Infatti una stringa di caratteri e numeri che compare durante i match di Serie A, serie B o altre competizioni sportive in diretta proprio nel mezzo allo schermo

Leggi tutto

Società

Corinaldo e le tre mele avvelenate

La distruzione, come in una gotica fiaba di Biancaneve, è veicolata da tre mele avvelenate che rappresentano tre dipendenze. Il brutto è che sono dipendenze diffusissime. Il bello è che si possono combattere, come tutte le dipendenze. Le tre mele avvelenate sono: l’alcool, la droga, la bulimia di denaro. Parto da quest’ultima: si è diffuso nel mondo musicale legato proprio a rap e trap questo metodo del cosiddetto dj set. Il dj set non è un concerto vero e proprio, il cosiddetto artista si fa vedere in tre o anche quattro location differenti nella stessa sera, “canta” due o al massimo tre pezzi, i più noti, si fa pagare un cachet stellare, sempre a cinque cifre. ....

Leggi tutto

Società

OSTIA, FESTA DELLA VAGINA E CONCERTO DEL ‘BOSS’:  QUANDO GOVERNA LA POLITICA DEL RELATIVISMO

Scendono in campo le chiese di fronte all’ imbarazzante silenzio della politica locale, Nicola Di Matteo Popolo della Famiglia-democrazia cristiana: “deriva ideologica: vigileremo con Fabiola Cenciotti”.

Leggi tutto

Chiesa

A Formello la partita “Fratelli Tutti”

A Formello, in casa della Società Sportiva Lazio, si è disputata la gara amichevole tra la World Rom Organization e la Squadra del Papa - Fratelli tutti. Una partita all’insegna dell’amicizia

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2021 La Croce Quotidiano