Storie

di Nathan Algren

Esiste un legame fra coronavirus e salute neurologica

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Pubblicato sulla rivista Neurological Sciences lo studio italiano che fa luce sui legami fra covid e cervello, con il virus che lo danneggia o ne modifica la morfologia: l’università di Brescia e l’Istituto Neurologico Besta di Milano hanno accertato il legame fra coronavirus e salute neurologica con esiti alquanto preoccupanti. Perché? Perché da quello studio emerge come il cervello sia una sorta di “bersaglio preferito” del coronavirus.

Sono stati presi in esame alcuni sintomi della fase post acuta, di quel momento cioè in cui l’organismo combatte con gli “strascichi” dell’infezione. I risultati dello studio italiano sono stati discussi durante il primo webinar del forum internazionale Pills of Psychiatry and Neurology 2021. E l’analisi Covid Next conferma una cosa: la sindrome neurologica post Covid arriva a riguardare fino al 70% dei pazienti che hanno avuto “sintomi medio gravi”.

Si tratta di disturbi di memoria, bassa concentrazione, disturbi severi del sonno e dell’umore, il tutto riconducibile addirittura a possibili alterazioni della morfologia del cervello provocate proprio dal Covid. In alcuni pazienti si è addirittura riscontrata una “riduzione volumetrica di aree chiave del cervello”. Gli scienziati italiani hanno operato su 904 pazienti con infezione da Covid-19 e “concomitanti disturbi neurologici di nuova diagnosi”. L’età media era di 68 anni e il 57,5% era costituito da soggetti maschi.

La sindrome respiratoria acuta grave si è verificata nel 35,9% di loro. E “le nuove diagnosi neurologiche più comuni siano state: Iipogeusia per il 21,1%, iposmia (20,5%), ictus ischemico acuto (19,6%), delirio (14,4%), cefalea (12,3%), deterioramento cognitivo (11,3%), comportamento anomalo o psicosi (8,9%), convulsioni (5,9%), sindrome di Guillain-Barrè (5,1%), encefalopatia grave con stupore o coma (3,7%), vertigini (3,0%), encefalite (2,3%) e ictus emorragico (2,3%)”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

22/11/2021
0312/2021
San Francesco Saverio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Vaccino contro il Covid: ecco come richiedere il risarcimento danni

Vaccino -  Il Codacons ha deciso di far partire la prima azione di risarcimento per danni permanenti da vaccinazione anti-Covid.

Leggi tutto

Storie

A Roma quel telo che inquieta e dà speranza

Non nel senso che la Sindone sarebbe in questo momento nella capitale (l’ultima) d’Italia – sta sempre nella prima – però l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, in collaborazione con il Centro internazionale di Sindonologia e con il Centro diocesano di Sindonologia “Giulio Ricci” di Roma, ha organizzato e ospitato il Convegno internazionale “Vide e credette”. Non solo la questione dell’autenticità del telo, ma un’occasione divulgativa e persino didattica

Leggi tutto

Storie

USA: vogliono clonare un mammut!

Sono stati raccolti 15 milioni di dollari per clonare un mammut. Il team coordinato dal genetista George Church vuole creare un embrione ibrido incrociando il pachiderma estinto con l’elefante asiatico

Leggi tutto

Storie

La storia di Francesca testimone del bello e del bene del mondo

Oggi, sono un’insegnante da 26 anni e mai neanche un giorno ho pensato che avrei potuto scegliere un’altra strada. Perché insegnare è la mia vita, non è il mio lavoro. Lo dico a tutte le persone che, in assenza d’altro o come ripiego, cercano di entrare nel mondo della scuola, magari attratti scioccamente dalle vacanze estive. Insegnare non è un lavoro, è una vocazione, è una missione. Lo devi desiderare fin dal profondo delle tue viscere. Devi sentire che ti scorre nel sangue. Devi imparare ad attingere forza ed energie da un sorriso, da un abbraccio o da un disegno di te che occupa tutto il foglio per dirti quanto sei importante. Da un 《ti voglio bene maestra… 》. Devi imparare a ricaricarti nelle piccole cose perché per il resto del tempo è un darti, darti, darti e ancora darti. E allora quei mesi di vacanza sono come la prescrizione medica dei giorni che necessiti per ritornare a darti.

Leggi tutto

Media

“La tragedia della Talidomide: aspetti medici, scientifici e giuridici”

Il 25 settembre prossimo verrà presentato un libro inerente gli Atti del Convegno che si è svolto a Montecatini Terme il 22 Febbraio del 2020; il libro sarà intitolato: “La tragedia della Talidomide: aspetti medici, scientifici e giuridici”» e sarà edito dalla Casa editrice Art Florence. Il tragico farmaco, somministrato negli anni “50\60” alle donne in gravidanza (per alleviare nausee e vomito), ha provocato migliaia e migliaia di aborti insieme ad un gran numero di bambini focomelici.

Leggi tutto

Storie

Mi scordo perché mangio  

La salute metabolica richiede anche una buona memoria. Uno studio coordinato dall’Istituto di chimica biomolecolare del Cnr di Pozzuoli descrive un’alterazione funzionale del circuito neuronale che regola la memoria episodica in modello murino di soggetti obesi. Ovvero, una relazione tra neurogenesi e obesità che può influenzare i processi decisionali anche legati alle scelte alimentari sin dall’età giovanile. Lo studio è pubblicato su Nature Communications

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2021 La Croce Quotidiano