Politica

di Giuseppe Udinov

Nuova Zelanda: i vescovi e le restrizioni covid

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Paese che vai, usanze che trovi! Si chiama “sistema a semaforo” quello che la Nuova Zelanda farà entrare in vigore dalle 23.59 del 2 dicembre. Per arginare la diffusione del Covid-19 e in particolare della variante Delta, che ha già provocato nel Paese oltre 10mila contagi, si adotteranno tre colori: con il verde, non ci saranno limitazioni specifiche; con l’arancione sarà necessaria la mascherina in determinati luoghi pubblici, mentre con il rosso le attività potranno essere aperte solo ai vaccinati e nel rispetto del distanziamento sociale. In tale contesto la Conferenza episcopale nazionale ha diffuso una Lettera pastorale intitolata “Vivere, prendersi cura e celebrare il culto in un mondo da Covid-19”, nella quale in primo luogo i fedeli vengono rassicurati: tutti, vaccinati e non vaccinati, potranno partecipare in sicurezza alla Santa Messa.

Ad ogni parrocchia verrà chiesto di tenere celebrazioni liturgiche sia per i vaccinati, forniti di un apposito pass, che per i non vaccinati; per questi ultimi, in particolare, si terranno Messe separate, con restrizioni numeriche in linea con le normative del governo. Inoltre, tutti i laici che aiutano nello svolgimento delle celebrazioni e degli altri ministeri rivolti al pubblico dovranno essere vaccinati. Lo stesso vale per i sacerdoti, pena la limitazione del loro ministero. Con i colori verde e arancione, gli accessi in chiesa non vedranno restrizioni per i vaccinati, mentre per i non vaccinati si potrà arrivare a 50 persone in caso di arancione o a 100 in caso di verde. Se si passa al colore rosso, invece, alla Messa potranno prendere partecipare solo 100 vaccinati muniti di pass e soltanto 10 non vaccinati.

“Abbiamo cercato il modo migliore per riunirci in chiesa – spiegano i presuli – senza che le persone, vaccinate o non vaccinate, si sentano alienate”. “Le chiese – aggiungono – devono essere luoghi sicuri per tutti, sia fisicamente che emotivamente e spiritualmente”; per questo, “nello spirito del Vangelo, vogliamo anche che esse siano siano luoghi di ospitalità e inclusione, aperte e accoglienti per tutti, senza pregiudizi o discriminazioni”. Quindi, i vescovi incoraggiano i sacerdoti a vaccinarsi, pur riconoscendo di non poterlo imporre per legge, ed avvisano: “I sacerdoti che non sono completamente vaccinati, secondo gli attuali ordini di salute pubblica, saranno significativamente limitati nel loro ministero; non potranno esercitare la cura pastorale in strutture residenziali per anziani o negli ospedali e nelle scuole e non potranno partecipare e presiedere a eventi ecclesiali per soli vaccinati”.

La Lettera pastorale, inoltre, esorta la società a “non accettare mai acriticamente” l’imposizione di restrizioni da parte dei leader politici. Tuttavia, considerata la situazione attuale, i presuli giustificano l’entrata in vigore della normativa vigente ma, allo stesso tempo, affermano: “Le restrizioni che possiamo considerare giustificate ora potrebbero non esserlo in futuro; per questo, chiediamo che le normative siano continuamente riviste”, perché “il nostro sostegno ad esse è condizionato e giustificato solo dalla situazione di emergenza che sussiste ora”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

23/11/2021
2102/2024
Sant'Eleuterio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Il Reddito di maternità è contro l’aborto

È stato pubblicato il report ufficiale Istat sull’applicazione della legge 194, rilanciato in un documento a firma del ministro Grillo. Dell’aborto è ormai politicamente impossibile parlare, ma la proposta legislativa d’iniziativa popolare del Popolo della Famiglia – l’istituzione del Reddito di maternità – potrebbe avere un effetto realmente disincentivamente rispetto al ricorso all’aborto.

Leggi tutto

Storie

L’eugenolo: potenziale antivirale contro il COVID-19

Una collaborazione tra l’Istituto di nanotecnologia del Cnr e le Università della Calabria e di Saragozza ha mostrato che la piccola molecola di questo composto naturale inibisce la proteina 3CLpro del virus SARS-CoV-2, fondamentale per la sua replicazione. Lo studio pubblicato su Pharmaceuticals apre nuove prospettive, da approfondire con ulteriori ricerche

Leggi tutto

Società

Test possibili per il Green pass

Novità: ai fini della richiesta del Green pass “sarebbe possibile sostituire il test antigenico rapido con un particolare tipo di test salvare molecolare, detto di ‘pooling’”, ossia un test che analizza contemporaneamente piu’ campioni e che segnala, in ciascun gruppo esaminato, l’eventuale presenza di casi positivi per un ulteriore verifica.

Leggi tutto

Politica

Senza precedenti

In Italia nell’era dell’informazione “somministrata” questo esercizio giornalistico non si fa mai, ma il Financial Times ha pubblicato le cifre del giro d’affari garantito nel 2021-22 a Pfizer e Moderna grazie al vaccino: 135 miliardi di $

Leggi tutto

Media

Aifa, via libera pillola Pfizer

Dalla prima settimana febbraio. Terapia entro 5 giorni dai sintomi. Il farmaco alle Regioni dalla prossima settimana a 11.200 pazienti

Leggi tutto

Storie

Covid o super raffreddore?

Ma è Covid o raffreddore? Si tratta di Sars-Cov-2 o influenza?

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano