Società

di Roberto Signori

Transgender nello sport, il Cio cambia le regole

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Nelle nuove linee guida del Comitato Olimpico Internazionale si legge che «ogni individuo ha diritto a praticare sport senza subire discriminazioni, in rispetto della salute, della sicurezza e della dignità personale». Il nuovo decalogo, che al momento non è vincolante per le federazioni ma dovrebbe diventarlo dopo le Olimpiadi invernali in programma a Pechino nel 2022, si apre con una regola subito denominata «dell’inclusività».

«Chiunque a prescindere dall’identità di genere, dal sesso e dalle sue possibili variazioni, ha diritto a partecipare alle competizioni sportive». Il testo, inoltre, specifica che «gli atleti potranno scegliere di gareggiare nella categoria che meglio rappresenta il loro genere d’elezione».
«Verrà comunque verificato», è scritto nel secondo passaggio, «che non vi sia un eccessivo svantaggio/vantaggio competitivo tra gli atleti che partecipano nella stessa categoria. Solo nel caso di evidenze scientifiche che attestano la superiorità fisica rispetto alla categoria di riferimento potranno essere applicate delle restrizioni alla partecipazione».

Proprio l’introduzione di questo nuovo principio porta il Cio a prendere una decisione che cambia il corso della storia sportiva «Nessun atleta, che sia uomo, donna o in condizione di transizione tra l’uno e l’altro sesso, potrà essere sottoposto a test medici che verificano il genere di appartenenza».

Questo significa che sarà vietata l’analisi dei livelli di testosterone per determinare se una persona deve gareggiare nelle competizioni maschili o in quelle femminili.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

24/11/2021
2605/2022
San Filippo Neri

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Un’esperienza di scienza e di fede

Leggi tutto

Media

TikTok accusato di far subire ai bambini un “lavaggio del cervello”

Secondo i dati forniti dalla piattaforma più di un quarto degli utenti britannici di TikTok ha un’età compresa tra i 15 ei 25 anni e i bambini di età compresa tra i quattro e i 15 anni che si registrano trascorrono in media 69 minuti sull’app ogni giorno. L’analisi di The Mail mostra che i video con l’hashtag #Trans sono stati visti più di 26 miliardi di volte.

Leggi tutto

Storie

Il cervello non sceglie la via più breve

Uno studio dell’Istituto di informatica e telematica del Cnr di Pisa in collaborazione con il Mit di Boston e il Politecnico di Torino dimostra come i pedoni scelgano i percorsi senza calcolare quello più corto per raggiungere la destinazione. Lo studio ha utilizzato i dati della mobilità a piedi di 14mila persone. Il lavoro è pubblicato su Nature Computational Science

Leggi tutto

Media

Salute: Alzheimer progetto di diagnosi precoce

In occasione dell’odierna Giornata internazionale delle donne di scienza, ENEA annuncia che un team di sei ricercatrici del suo laboratorio di Tecnologie biomediche sta mettendo a punto metodologie innovative per la diagnosi precoce dell’Alzheimer con i fondi del 5x1000.

Leggi tutto

Storie

Esiste un legame fra coronavirus e salute neurologica

Pubblicato sulla rivista Neurological Sciences lo studio italiano che fa luce sui legami fra covid e cervello, con il virus che lo danneggia o ne modifica la morfologia

Leggi tutto

Storie

Ciclisti trans nelle gare femminili dei Commonwealth Games

Un portavoce ha affermato che il nuovo regolamento “sarà in linea con i principi stabiliti nel quadro del CIO sull’equità, l’inclusione e la non discriminazione sulla base dell’identità di genere e dell’orientamento sessuale”.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano