Società

di Tommaso Ciccotti

I disabili dicono “no” al Super Green Pass:

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il Movimento Genitori Lombardia, che riunisce oltre 400 nuclei familiari nella Regione con figli disabili – per la prevalenza autistici, con gravi intolleranze alimentari e malattie croniche rare, dice NO agli obblighi previsti per il personale ATA e docenti, che comprende gli insegnanti di sostegno, in quanto le restrizioni del super green pass per l’accesso alle strutture scolastiche rischierebbero di lasciare senza assistenza nel loro percorso scolastico i bambini e i giovani con grosse difficoltà di apprendimento a seguito di sospensioni e/o abbandono degli incarichi. Tutto questo nonostante la formazione di insegnanti di sostegno ed educatori sia spesso a carico delle famiglie, perlomeno nelll’ambito dei disturbi dello spettro autistico e con grosso deficit nella comunicazione, con costi altissimi, trattandosi di formazione specializzata ABA e CAA di primo livello.

“E’ un rischio che non possiamo correre – dichiara la Direzione del Movimento Genitori Lombardia, associazione senza scopo di lucro con sede a Robbiate (Lecco) e operante su tutto il territorio lombardo, – perché l’inclusione e la socializzazione dei nostri figli sono frutto di un lavoro quotidiano e faticoso che necessita di continuità, specie nel caso di disabilità intellettiva; è un impegno portato avanti senza il necessario supporto pubblico non solo da scuole e insegnanti e famiglie, ma anche da medici, sanitari e dalle stesse associazioni. Nel caso di disabilità intellettiva, per esempio in forme di autismo grave, specifichiamo che il rapporto 1:1 tra l’insegnante di sostegno e i ragazzi interessati, non si basa solo su preparazione tecnica, ma anche su un forte e coltivato rapporto di empatia e compatibilità che non si instaura facilmente e con tutte le persone, pur capaci che siano e che quindi va assolutamente protetto”.
La noncuranza che ancora una volta il Governo dimostra per le categorie socialmente più fragili è inquietante e nel segno di una disattenzione che dura da troppo tempo e contro ogni diritto costituzionale. Fino a pochi giorni fa, in Lombardia mancavano ancora 800 docenti tra posti comune e di sostegno.
“Ancora oggi le nostre associazioni – ammonisce la Direzione – sono costrette a istituire a proprie spese i corsi di formazione specifica sulle diverse disabilità per gli insegnanti di sostegno e gli educatori perché la preparazione che dà il Ministero non è adeguata e sufficiente nè a livello tecnico nè a livello di comunicazione. Senza contare che la scuola italiana soffre strutturalmente di mancanza di personale adeguato alle varie patologie, mancanza di risorse, generale precarietà. Le famiglie quindi si accollano l’impegno di colmare queste lacune pur di poter usufruire per i propri figli dei diritti previsti dalla legge, investendo tempo e finanze. Basta pensare a quanti ragazzi diversamente abili o con difficoltà di apprendimento sono senza insegnante di sostegno nelle classi cosiddette ‘pollaio’”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/11/2021
0602/2023
Ss. Paolo Miki e compagni

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Green pass, i portuali di Trieste contro l’obbligo: “Blocchiamo i porti”

In vista dell’entrata in vigore del Green pass per accedere ai luoghi di lavoro, il settore portuale è sul piede di guerra. “L’unica apertura che possono avere nei nostri confronti - ha detto Stefano Puzzer, il portavoce dei portuali di Trieste - è togliere la certificazione”. Puzzer ha anche aggiunto che “il blocco del 15 ottobre è confermato, non si fermerà solo il porto di Trieste. Quasi tutti i porti si fermeranno”.

Leggi tutto

Storie

Fabio Messina è tornato a casa

Messina era bloccato da lunedi’ scorso ed aveva dormito in un sacco a pelo prima di essere ospitato, nelle ultime due notti, da una famiglia di Villa San Giovanni. A prendere la decisione favorevole all’agente di commercio, che e’ stato assistito dagli avvocati Grazia Cutino e Maura Galletta, e’ stato il giudice Elena Luppino

Leggi tutto

Politica

Il documento che stana il Copasir e i burattini dell’ex governo Draghi

Vi riproponiamo, con alcune modifiche, il pezzo sul Copasir uscito lo scorso 21 Luglio.
Adesso a far paura sono le ingerenze russe nelle prossime elezioni politiche. Se non ci fosse da piangere ci sarebbe da ridere: dopo il totale fallimento di questo governo e la persecuzione dei mesi scorsi a chi si è opposto alla malagestione della pandemia e della politica in generale di questo Paese e alla spietatezza dell’agenda globalista, la persecuzione continua.

Leggi tutto

Società

IL GREEN PASS IN CONDOMINIO

Il green pass causa difficoltà anche nell’iter quotidiano dei condomini. Cerchiamo di fare chiarezza sulla situazione.

Leggi tutto

Politica

Lavoratore no vax sospeso, per Tar Lazio lo stipendio va restituito

Green Pass - Per i giudici “la privazione della retribuzione provoca danni gravi e irreparabili”. Una notizia silenziata dalla gran parte dei media che noi puntualmente vi riportiamo.

Leggi tutto

Politica

La bimba down che tolse le parole alla Merkel

Una diciottenne come tante altre, ma che a differenza di tante altre ha un cromosoma “maggiorato”, ha inchiodato la cancelliera tedesca all’ineludibile confronto con la realtà: la legge permette l’aborto dei bambini down anche in stadio avanzato della gestazione, e balzando oltre tutte le ipocrisie e i convenevoli Natalie ha chiesto alla politica: «Perché? Io voglio vivere!»

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano