Storie

di Nathan Algren

Cris Galera, prima si sposa poi divorzia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

É il 13 settembre 2021 e Cris Galera annuncia su Instagram di essersi votata alla sologamia. É una cerimonia finalizzata a celebrare l’amore per se stessi e la promessa di dedicarsi la giusta attenzione. Inoltre, si ritiene che il rito possa essere d’aiuto anche nel sapersi relazionare meglio con gli altri, in quanto insegna ad amare ed accettare prima di tutto se stessi, con pregi e difetti. Non a caso, Cris Galera vestita in abito da sposa scrive: “Ho deciso di sposare me stessa e spero di ispirare altre donne a investire nella loro autostima. Da quando ho dato la notizia, mi stanno scrivendo tantissimi uomini e tantissime donne, dicendo di volermi sposare, ma non ho intenzione di divorziare tanto presto”.

”Tuttavia, novanta giorni dopo, la modella si è innamorata. E ha deciso, quindi, di chiedere il divorzio, ovviamente in senso puramente simbolico. Come viene riportato dal Daily Star, la modella ha spiegato di aver incontrato una persona davvero speciale. Ovviamente, l’influencer ne ha approffittato anche per rispondere a tutti gli hater che cercano di ferirla con commenti cattivi sui social:

“Il matrimonio con me stessa è stato bello finché è durato. Perché ho “divorziato”? Ho iniziato a credere nell’amore nel momento in cui ho incontrato una persona speciale. A settembre ho fatto quella scelta perché avevo raggiunto un punto in cui ero maturata, avevo capito di essere una donna forte e determinata. Prima ero sempre impaurita all’idea di restare da sola, ma ho capito che dovevo imparare a stare bene con me stessa. Quando è successo, ho deciso di celebrare un matrimonio”. Ho deciso di non leggere più i commenti. Le opinioni delle persone non cambieranno quello che penso“.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/11/2021
2902/2024
Sant'Augusto Chapdelaine martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

La Cassazione contro il matrimonio

Non ci sarà più obbligo di mantenere la controparte del contratto nuziale, una volta che sia stata verificata l’abilità di quest’ultima a lavorare. Incredibile silenzio delle femministe, a fronte di una legge che abolisce alcune tutele per le donne impegnate nella cura della casa e dell’educazione primaria. L’effetto sarà l’aumento del numero dei divorzî, dell’impegno sano e generoso dei carismi.

Leggi tutto

Storie

ASIA - Sposi con fede diversa

Il matrimonio interreligioso è una realtà complessa ed è un fenomeno crescente in Asia

Leggi tutto

Società

Cuba e il nuovo codice delle famiglie

Il Parlamento è ora chiamato a fissare la data in cui questo Codice della Famiglia sarà votato in un referendum, che si terrà nell’arco dei prossimi dodici mesi

Leggi tutto

Società

MICHELA MURGIA E IL CONFLITTO DECISIVO

Michela Murgia (come Saviano) ha il pregio della chiarezza: vuole la fine della famiglia che chiama “tradizionale”, per lei è “tossica e patriarcale”, appartiene all’era “mesozoica”, dunque vive il matrimonio con un uomo a cui è costretta da non meglio precisate ragioni legali come evento luttuoso, per il quale non bisogna farle gli auguri.

Leggi tutto

Società

La novità è il matrimonio a tre

Ci si sposa in tre ormai dall’Asia agli Stati Uniti. La nuova frontiera dei “diritti civili” è rendere evidente che si vuole ridurre il matrimonio a burla, devastarlo nella sua natura

Leggi tutto

Società

Costanza Miriano, il matrimonio ed i media

Interessante esternazione della giornalista Costanza Miriano sul matrimonio e la castità prematrimoniale

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2024 La Croce Quotidiano