Chiesa

di Raffaele Dicembrino

Corea del Sud: il commiato del Cardinale Yeom

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Gli anni di servizio pastorale a Seoul sono stati un gioioso viaggio guidato dallo Spirito Santo”: con queste parole il Cardinale Andrew Yeom Soo-jung ha salutato i fedeli celebrando una messa di ringraziamento, insieme con i Vescovi della Corea, ieri, 30 novembre, festa di Sant’Andrea Apostolo, nella Cattedrale di Myeongdong a Seoul.

Il Cardinale Yeom è nato il 5 dicembre 1943 ad Ansong, provincia di Gyeonggi, da una famiglia cattolica da cinque generazioni. È stato ordinato sacerdote l’8 dicembre 1970 a Seoul. Ha insegnato al Seminario minore di Seoul ed è poi è diventato Cancelliere della Università Cattolica di Corea Songsin Theological Campus (1987-1992), in seguito rettore della Curia arcidiocesana (1992-1998). Ausiliare dell’Arcidiocesi di Seoul dal 2001, ha ricevuta l’ordinazione episcopale nel 2002, è stato Arcivescovo di Seoul a partire dal 10 maggio 2012. Papa Francesco lo ha elevato al Cardinalato il 22 febbraio 2014. Il Cardinale Yeom è Presidente della Commissione episcopale per il clero della Conferenza Episcopale della Corea dal 2016. E’ anche membro della Congregazione vaticana per l’Evangelizzazione dei Popoli e della Congregazione per il Clero

Alla vigilia del passaggio di consegne con il nuovo Arcivescovo di Seoul, Mons. Peter Chung (la sua cerimonia di insediamento è prevista l’8 dicembre), il Cardinale Yeom, che ha guidato l’Arcidiocesi dal maggio 2012, ha espresso sincera gratitudine a Dio e ai fedeli per il sostegno ricevuto. Ha ricordato “le meraviglie compiute dal Signore” nei suoi anni di servizio come Arcivescovo di Seoul e Amministratore Apostolico di Pyongyang.
“Vorrei innanzitutto ringraziare Dio per avermi dato l’opportunità e per avermi donato gioia e conforto profondi in mezzo alle sfide in questi anni benedetti. Sembra solo ieri il giorno in cui mi sono insediato come Arcivescovo di Seoul per succedere al defunto Cardinale Nicholas Cheong, che mi aveva chiesto di essere un Pastore onesto e sincero”, ha ricordato il Cardinale. “Confesso le carenze nel realizzare gli obiettivi prefissati, che erano l’opera missionaria in Asia, la pastorale giovanile e la riconciliazione nella penisola coreana”, ha poi riconosciuto, affidando tali opere alle mani di Dio.
“Poiché l’Arcidiocesi di Seoul ora svolge un ruolo di primo piano non solo in Asia ma anche nella Chiesa cattolica di tutto il mondo, credo che il nuovo Arcivescovo sarà un leader spirituale per la nazione nel suo insieme. Sarò sempre grato per ogni singolo momento e prego per la pace nella penisola coreana e nella nostra Chiesa. Per favore, continuate a tenermi nelle vostre preghiere” ha concluso il Cardinale Yeom, rivolgendosi ai fedeli.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

01/12/2021
2801/2023
San Tommaso d'Aquino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Senza bambini non si cresce

Il vescovo Negri dice che sei milioni di aborti hanno contribuito alla crisi del Paese e ha ragione

Leggi tutto

Società

Certa CEI contro l’ora di religione

Uno degli aspetti più controversi della “Buona Scuola” è che l’immissione di questi mitologici professori non curriculari nell’organico degli istituti porterebbe per la natura stessa delle cose a emandare loro le materie alternative all’ora di Religione Cattolica. Morale della favola, chi si avvale dell’Irc resta di fatto penalizzato e depotenziato rispetto agli altri. I Vescovi vedono e tacciono

Leggi tutto

Chiesa

I #Vescovi italiani guardano al Paese reale

Scuola ed educazione, lavoro e povertà, sicurezza e migranti: sono solo alcuni dei temi (secolari) toccati dal documento finale prodotto dalla Conferenza Episcopale Italiana al termine della riunione autunnale del Consiglio Permanente. Per il resto si è toccata, fra le altre, la questione squisitamente liturgica della diffusione dell’ultima edizione del Messale Romano.

Leggi tutto

Politica

Adinolfi e De Carli (PdF): “La via religiosa è decisiva per la pace”

Presidente e consigliere nazionale del Popolo della Famiglia accolgono con entusiasmo la decisione di Papa Francesco di consacrare Russia e Ucraina al Cuore Immacolato di Maria

Leggi tutto

Media

Libro: La zingara del Buon Dio

Il Papa parla della prossima Beata nella prefazione al volume “La zingara del buon Dio”, storia di una donna “che ha cambiato un’epoca”.

Leggi tutto

Chiesa

La via Crucis e le famiglie

Le storie, le gioie e le difficoltà di tanti nuclei familiari nelle 14 stazioni per il rito del Venerdì Santo con Papa Francesco.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano