Chiesa

di Stefano Di Tomassi

OSTIA BATTEZZA LA COMMISSIONE CULTURA

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Intendiamo aprire una nuova fase nelle relazioni politiche e civiche con il Territorio di Ostia” - non ha mezzi termini il comunicato di Padre Agostino Ugbomah parroco della Cattedrale lidense la Basilica di Sant’Aurea. Nasce la Commissione Cultura della Prefettura di Ostia nella Diocesi di Roma. Un passo davvero storico se solo si riflette che neanche Roma stessa, sebbene con i suoi dicasteri, non ne abbia una specifica. Coraggiosa la scelta del giovane Vescovo mons. Dario Gervasi, del resto degno erede di Mons. Paolo Lojudice, oggi cardinale e Arcivescovo di Siena, e di mons. Gianrico Ruzza oggi presso l’episcopio di Civitavecchia e Fiumicino.

La Prefettura di Ostia [XXVI della Diocesi di Roma] è presieduta da don Roberto Visier parroco di San Nicola di Bari.

Le Commissioni della Prefettura sono:
Commissione Giovani presieduta dal Diacono Generoso Simeone
Commissione Volontariato presieduta da Alessandro Bottero
Commissione Cultura presieduta da Padre Agostino Ugbomah

La commissione sarà presieduta da Padre Agostino Ugbomah coadiuvato da una Segreteria composta dal professore Guido Antiochia e Stefano Di Tomassi. Intorno a loro una folta squadra di Consiglieri: Gianni Maritati, Laura Galimberti, Angelo Picariello tra i giornalisti e il primo vero e proprio ambasciatore presso il Territorio; Emma Ciccarelli e Pier Marco Trulli per le Famiglie, Concetta Meo (detta Titti) per le Scuole, Generoso Simeone per i Giovani, Andrea Collacciani e il maestro Cangialosi per i cori e l’orchestra, Andrea Locatelli per lo Sport, la Professoressa Nardecchia e Barbara Ferabecoli per l’Arte, Donato Distati per la Letteratura e don Leonardo Bartolomucci per i Sacerdoti, i presbiteri e i consacrati e il reverendo Don Franco Nardin consigliere per l’unità dei cristiani ecumenismo e dialogo religioso

“Il territorio di Ostia - ci scrive Padre Agostino- che ha accolto Papa Francesco nel mese di giugno dell’anno 2018 in occasione della festa religiosa del Corpus Domini, ha sentito la vicinanza consolante del Pontefice al popolo di questo territorio e si è sentito incoraggiato a proseguire sulla strada della giustizia, della legalità e del bene. Ma, già da diverso tempo la Chiesa del territorio di Ostia sentiva l’esigenza di riprendere il rapporto storico-culturale-religioso con il popolo del territorio di Ostia.

Il Vescovo di Settore, Mons. Dario Gervasi, ha fortemente voluto istituire una “Commissione per la Cultura”, che ho il compito di presiedere come parroco, con sede presso la Cattedrale di Sant’Aurea, Piazza della Rocca 13 Sala Riario, per incaricarsi di questa mission anche grazie all’aiuto di una segreteria.
Si intende aprire una nuova fase di relazione con le istituzioni politico-civiche del territorio ostiense. Lo scopo è anzitutto promuovere la cultura cristiana che abbia una certa impronta ostiense; costatiamo infatti che c’è tanta ricchezza nel territorio, soprattutto umana, ma che è poco valorizzata; per non citare infine quanto riguarda la memoria di sant’Agostino e di santa Monica, del culto dei martiri cristiani “ostiensi”, del patrimonio artistico, archeologico e paesaggistico del litorale, ecc.


La Commissione vuole di rivalorizzarle, celebrarle e viverle con le istituzioni e i cittadini.
Essa propone un calendario annuale semplice di eventi e si mostra disponibile per il patrocinio di altri eventi culturali proposti e promossi nel Territorio.
Il primo evento sarà un concerto delle corali presenti nelle parrocchie di Ostia presso Nostra Signora di Bonaria il 2 Gennaio e sempre il nostro particolare patrocinio avrà l’intitolazione del campetto sportivo sempre all’interno della chiesa di nuova Ostia.

Nell’indirizzare questo comunicato di presentazione della Prefettura di Ostia (la XXVI della Diocesi di Roma), speriamo di stabilire un rapporto ufficiale, fruttuoso e duraturo con le istituzioni e con la cittadinanza.”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

01/12/2021
2601/2022
Santi Timoteo e Tito

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Sui “veggenti” stiamo con il Papa, ma l’attacco è alla fede e alla Chiesa

Siamo stati chiamati a rispondere anche in tv da fisici, scienziati, psicologi su fenomeni come quello di Medjugorie. Ecco la risposta del nostro giornale

Leggi tutto

Storie

Le donne africane non hanno bisogno di aborto

Una giovane nigeriana crea un’organizzazione prolife per opporsi alla “Bill & Melinda Gates Foundation” nei suoi intenti “filantropici” (ossia di controllo delle nascite – dei poveri del mondo). Lo scopo di Culture of Life Africa è dissuadere i “filantropi” dai loro propositi. La lettera di Obianuju a Melinda Gates è un testo di magistero della vita e di resistenza al pensiero unico.

Leggi tutto

Storie

Claudio Chieffo e la sua musica per la vita

Claudio Chieffo è una di quelle “dimenticanze” a cui ci abituati il secolarismo contemporaneo. Perché se sei cristiano – e scegli di professare la tua fede attraverso l’arte o la letteratura in modo diretto – non ti viene dato quel rilievo che meriteresti. Nemmeno se ti onora della tua amicizia uno come Guccini. Nemmeno se riesci a rendere pensoso uno come Gaber, che diceva: «Nelle canzoni di Claudio c’è un’onestà, una pulizia, un amore naìf che fa pensare. Siamo profondamente diversi, non solo per le sicurezze che lui ha e che io non ho, ma soprattutto perché nelle sue canzoni lui non fa mistero delle sue certezze». Stupirsi di questa “dimenticanza” del mondo laico vorrebbe dire non aver compreso nulla del Cristianesimo. Indignarsi meno ancora. Zittire le voci che inquietano è, da sempre, provare a zittire la Voce, l’unica, che rivela l’uomo a se stesso. Si suppone (ma la speranza è sempre in modalità on per chi professa Cristo) che non ci saranno tributi televisivi di un certa rilevanza nazionale per i 10 anni dalla sua morte, il 19 Agosto prossimo. Come se non avesse mai avuto un pubblico. Ma ci sarà una Messa, celebrata da mons. Luigi Negri. E si può essere certi che a lui, dov’è ora, questo “ricordo” piacerà anche più di un tributo.

Leggi tutto

Chiesa

Il profilo del politico che vuole il Vaticano

Due interventi ravvicinati, nei giorni immediatamente successivi al varo del “Biotestamento” danno un sensibile segnale dalla Chiesa

Leggi tutto

Chiesa

La Quaresima e le Chiese Stazionali

Nel nostro secolo intendiamo con stazione un luogo di sosta lungo un percorso. Nel mondo romano la terminologia relativa alla viabilità era specializzata con termini specifici come mansio, mutatio e, appunto, statio che è perdurato fino a noi. Per statio si intendeva per lo più un posto di guardia militare, dislocato lungo le vie e i confini dell’Impero, ma nelle fonti il suo uso si riscontra flessibile e riguarda anche funzioni amministrative o di semplice sosta e ristoro.

Leggi tutto

Media

Padre Andrea Mandonico e il Premio Letterario su Charles de Foucauld

L’onorificenza al vice postulatore della causa di canonizzazione del religioso francese è per il volume edito dalla LEV “Mio Dio, come sei buono. La vita e il messaggio di Charles de Foucauld”. Mandonico sottolinea che “visse l’amicizia con i popoli del Sahara non a parole ma con la prossimità, stando anche in silenzio quando necessario, offrendo la propria vita nella piena carità evangelica”

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano