Chiesa

di Tommaso Ciccotti

Jersey i vescovi: uccidere è contro Dio

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“La comunità cattolica sfiderà sempre qualsiasi proposta di legge mirata a legalizzare il suicidio assistito e l’eutanasia”. Così monsignor Philip Egan, vescovo di Portsmouth ha commentato l’approvazione della proposta di legalizzazione in materia da parte dei politici del Baliato del Jersey, l’insieme di isole situate nel Canale della Manica, che non fanno parte del Regno Unito, ma hanno un governo interno autonomo che dipende direttamente dalla Corona britannica. Il 25 novembre scorso, infatti, 36 membri del Parlamento locale hanno votato a favore, 10 contro e tre assenti. In materia ci sarà un ulteriore dibattito nel 2022 e un progetto di legge potrebbe essere votato già nel 2023.

n reazione a questa decisione di indirizzo, il monsignore ha rilasciato una dichiarazione dalle pagine del sito della Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles: “Sono rimasto scioccato e rattristato dai risultati del voto sull’eutanasia e il suicidio assistito a Jersey – si legge - dimostra una deplorevole mancanza di interesse nel proteggere le persone più vulnerabili della nostra società. Tuttavia, questo è solo il primo passo nel processo di legalizzazione del ‘suicidio assistito’; come tale, continueremo a esaminare e contestare qualsiasi proposta di legge in materia nei prossimi mesi”. “La Chiesa cattolica è chiara sul fatto che non possiamo mai aiutare a togliere la vita ad un altro, anche se lo richiede: uccidere le persone e commettere suicidio è contro la legge di Dio – ha spiegato - tutta la vita umana è un dono da salvaguardare dal concepimento fino alla morte naturale, e ribadiamo la nostra richiesta di continui investimenti in cure palliative di alta qualità, al fine di preservare la dignità di alcuni dei nostri più vulnerabili, in momenti così difficili della loro vita”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

02/12/2021
1708/2022
San Giacinto confessore

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Media

Da un lettore che non vuole leggerci più

Dalla rubrica delle lettere tutti i giorni presente sul giornale, la missiva di un lettore critico e la risposta puntuta del direttore Mario Adinolfi

Leggi tutto

Storie

Santità, ma che Casina combinano al Pio IV?

È di questi giorni la notizia – rilanciata sia da Corrispondenza Romana che da La Nuova Bussola quotidiana – della partecipazione di Paul R. Ehrlich in un workshop che si terrà alla Casina Pio IV, dal titolo “Come salvare il mondo naturale da cui dipendiamo”, dal 27 Febbraio al 1 Marzo. Giustamente i sostenitori della vita nascente si sono subito messi in allarme. Ehrlich – per chi non lo sapesse – è autore, tra le altre pubblicazioni, di quel best seller intitolato The Population Bomb che, pur non essendosi rivelato un testo esattamente profetico, lo ha accreditato come esperto di fama mondiale su clima, ambiente, etc. Da allora il prof. non ha perso il vizio di essere profeta (?) di sventure perché – come si può leggere in un’intervista che ha concesso nell’Aprile dell’anno scorso allo svizzero Neue Zürcher Zeitung – prevede per la nostra civiltà il collasso in tempi brevissimi, massimo alcuni decenni. Come? La fantasia non gli manca: potrebbe avvenire a causa di una siccità, un’epidemia, una guerra atomica o, persino, un diluvio (?).

Leggi tutto

Chiesa

A 25 anni dal primo duro anatema alla mafia

Oggi la Chiesa agrigentina fa memoria del giubileo dalla visita di San Giovanni Paolo II. Arrivò e rimase nella Valle dei Templi l’8 e il 9 maggio 1993. Tutti ricordano monsignor Marini che tradisce una tensione stellare, alle spalle del roccioso pontefice slavo: oggi tutti i vescovi siciliani si ritroveranno alle 18:00 per una celebrazione eucaristica al Tempio della Concordia.

Leggi tutto

Politica

CON UN ATTO DI ARROGANTE IMPERIO

Ora sta ai cristiani, in Italia in particolare ai cattolici, decidere come reagire davanti a questa furibonda offensiva che nega il diritto stesso di agire come cristiani in ambito politico proclamando alcune banalissime idee che sono alla base della nostra fede. Per ognuno di noi la vita umana va difesa fin dal suo concepimento, Papa Francesco è arrivato ad affermare che “abortire è come affittare un sicario” ed è una frase che se fosse stata pronunciata da un candidato del principale partito di governo ne avrebbe comportato l’immediata espulsione con la relativa cancellazione del diritto all’elettorato passivo.

Leggi tutto

Chiesa

Viaggio Apostolico in Slovacchia: Visita privata al “Centro Betlemme”

Papa Francesco ha poi visitato il Centro Betlemme delle Suore di Madre Teresa che accoglie famiglie e persone in difficoltà: possiamo vedere o non vedere Dio, ma Lui ci accompagna nel cammino della vita

Leggi tutto

Chiesa

Papa all’Angelus: “Sentiamoci bisognosi del Signore”

Papa - All’Angelus, Papa Francesco invita a riflettere sulla tenerezza di Dio che si fa più presente proprio nei momenti più difficili della nostra vita. Non solo il cristiano deve servire i piccoli, ma deve identificarsi con loro. “Sapersi bisognosi di salvezza, afferma, è indispensabile per accogliere il Signore. Credersi autosufficienti è un’illusione, un inganno.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano