Chiesa

di Roberto Signori

Nicola Bux :“la Chiesa in balia del mondo”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Archiviata (o forse verrebbe da dire “solo rimandata”) l’offensiva della Commissione Europea ai nomi cristiani e al “Natale” con il ritiro del documentoLinee guida per una comunicazione inclusiva nelle istituzioni europee” arriva un autorevole commento sull’accaduto.

Per Don Nicola Bux, teologo ed esperto di liturgia nominato da Papa Benedetto XVI consultore dell’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche e del Culto Divino, quanto emerso con l’intemerata proposta della commissaria all’Uguaglianza Helena Dalli non è nient’altro che l’esatta previsione fatta da San Giovanni Paolo II nel Duemila: «l’Europa ha compiuto una grave apostasia, un distacco dalla sua stessa storia», disconoscendo dai propri riferimenti culturali e politici le radici giudaico-cristiane. Intervistato oggi da “La Verità”, Don Bux incalza tanto le autorità europee quanto la stessa Chiesa per il processo di scristianizzazione sempre più in atto al mondo di oggi: «chi conosce l’involuzione che l’Unione Europea ha subito negli ultimi decenni, non si stupisce più di questi fatti». Il teologo cattolico non ha timore di chiamare per nome le cose: «nelle organizzazioni Ue è presente una influente componente anticristiana». Lo si evincerebbe, incalza Bux, dai tantissimi pronunciamenti e comportamenti di favore nei confronti di gruppi e minoranze che «vogliono imporre una visione anticattolica».

Per Don Nicola Bux, che cita il Papa Emerito Joseph Ratzinger, «l’Europa ha palesato un odio verso sé stessa, presumendo di diventare una realtà più accogliente o, come si dice oggi, inclusiva. Sta pagando questa visione con un’invasione incontrollata e non mirata, alla quale va aggiunto un inverno demografico che la condannerà all’estinzione». Sempre a “La Verità”, il teologo conservatore critica indirettamente la stessa proposta fatta da Papa Francesco nell’ultimo viaggio a Cipro, ribadendo «Il paradosso attuale è che si invoca l’inclusione dei migranti provenienti dai Paesi islamici, ma si finisce per proporre loro il modello LGBT , cioè un’impostazione che la gran parte di queste persone rifiuta. Se non si considera la fisionomia del corpo che accoglie, il processo di integrazione finirà con un violento rigetto, proprio come un trapianto andato male». Vera integrazione, come ribadisce la stessa Chiesa Cattolica nella storia della propria dottrina sociale, si ha con la compatibilità tra le culture. Con l’Islam, si chiede il teologo, come può avvenire tale compatibilità? «Al massimo, può esserci tolleranza. Oggi l’Europa pecca di una grave intolleranza nei confronti di chi, egualmente europeo, non la pensa come i gruppi di potere che dettano l’agenda. Se non siamo in grado di proporre tolleranza tra noi stessi, come possiamo pretendere di essere inclusivi verso le altre culture?». Secondo il teologo scelto da Papa Ratzinger, arrivare a proporre di cancellare dai documenti Ue nomi cristiani come Maria o Giovanni è come dire «distruggere la memoria del cristianesimo», ma non è certo l’elemento di maggiore gravità che alberga all’orizzonte di questa epoca sempre più scristianizzata: «a chi giova questa omologazione ricercata? A chi progetta un mondo senza Dio. Ma anche a chi, in modo miope, crede di poter costruire un mondo esclusivamente a misura d’uomo. Un’utopia».

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

09/12/2021
1108/2022
Santa Chiara

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Charles: cent’anni di vita nascosta a Nazaret

Esattamente un secolo fa moriva fratel Carlo di Gesù (al secolo Charles de Foucauld). Figura romanzesca di splendido don Chisciotte cristiano, abbandonò la vita agiata del viscontino d’Alzazia per rifugiarsi nel Sahara e in Palestina e ancora nello Hoggar. “La vita nascosta di Gesù” fu il suo ideale, l’ultimo dèmone fu la frustrazione, morì per mano di uno da lui nutrito

Leggi tutto

Società

Una visione del mondo dal Patriarca Kirill

“La trasformazione sia del capitalismo che del marxismo in una parvenza di quasi-religione è ugualmente inaccettabile”, ha specificato il patriarca Kirill in un’intervista pubblicata martedì 26 ottobre 2021 sulla rivista Forbes (Francia).

Leggi tutto

Chiesa

Lettera di Monsignor Andrea Bellandi per il Natale

In vista del Santo Natale il nostro Arcivescovo ha rivolto il proprio messaggio di auguri ai fedeli dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno, nella lettera S.E. Mons. Andrea Bellandi scrive: Viviamo in un “cambiamento d’epoca”, come più volte ha detto papa Francesco, ma spesso molti tra noi non ne hanno piena coscienza e il rischio è che, pur continuando ad usare parole cristiane, compiere gesti cristiani, appellarsi a valori cristiani – nella logica del “si è sempre fatto così” – questa tradizione risulti a molti sempre più vuota di contenuto e di esperienza reale (…)

Leggi tutto

Società

Guerra ed economia europea: regna l’incertezza

Per Paolo Gentiloni, Commissario per l’Economia, “l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia sta causando sofferenze e distruzioni indicibili, ma sta anche gravando sulla ripresa economica dell’Europa.

Leggi tutto

Politica

DEF: provare a leggere i numeri

Nel 2050 l’Italia avrà perduto il 17% della popolazione. In un trentennio accadrà quanto non è accaduto nel trentennio che andò dal 1915 al 1945, quando l’Italia fu squassata da due violentissime guerre mondiali e perse meno del 10% della sua popolazione. L’emergenza demografica, che si annuncia sicurissima all’orizzonte, non è un tema di nicchia: è la questione centrale italiana oggi.

Leggi tutto

Politica

Commissione Europei: i suoi pseudolavori mascherati

Nel documento, per circolazione interna, intitolato #UnionOfEquality. European Commission Guidelines for Inclusive Communication si parla di una pseudo uguaglianza che elimina anche le giuste differenze, annullando ed omologando le persone invece di sviluppare, fin dalla scuola, le libere identità ed il solo allora autentico scambio. Ecco sempre più smascherati i falsi valori del pensiero unico che sta svuotando, manipolando e distortamente tecnicizzando ogni cosa.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano