Società

di Giuseppe Udinov

I drammatici effetti del Covid sui bambini

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Prevenire un decennio perduto: Azioni urgenti per invertire l’impatto devastante del Covid-19 su bambini e giovani” è il rapporto pubblicato dall’Unicef nel quale si lancia l’allarme per la crisi pandemica, la peggiore da 75 anni ovvero dalla nascita del Fondo Onu per l’infanzia, che sta investendo soprattutto i più piccoli compromettendo fortemente il loro futuro.

Secondo l’analisi, si stima che 100 milioni di bambini in più ora vivono in povertà a causa della pandemia, un aumento del 10% dal 2019. Questo corrisponde a circa 1,8 bambini ogni secondo da metà marzo 2020. Inoltre, il rapporto sottolinea che il percorso per riguadagnare il terreno perduto è lungo, anche nel migliore dei casi, ci vorranno sette-otto anni per recuperare e tornare ai livelli di povertà dei bambini pre-Covid.

L’indagine rivela che circa 60 milioni di bambini in più si trovano ora in famiglie a livello economico rispetto a prima della pandemia. Inoltre, nel 2020, oltre 23 milioni di bambini hanno saltato i vaccini essenziali, un aumento di quasi 4 milioni dal 2019, e il numero più alto in 11 anni. Se prima della pandemia, circa 1 miliardo di bambini in tutto il mondo soffriva di almeno una privazione grave, senza accesso all’istruzione, alla salute, all’alloggio, alla nutrizione, ai servizi igienici o all’acqua, il numero è in aumento e questo provoca un incremento inevitabile delle diseguaglianze.

Diversi gli ambiti che preoccupano l’Unicef, ad esempio quello della salute mentale che colpisce più del 13% degli adolescenti tra i 10 e i 19 anni. Ad ottobre 2020 i servizi si sono interrotti nel 93% dei Paesi in tutto il mondo. C’è poi l’allarme per i matrimoni precoci che, prima della fine del decennio, potrebbero toccare quota 10 milioni. Il numero di bambini nel lavoro minorile è salito a 160 milioni in tutto il mondo - un aumento di 8,4 milioni di bambini negli ultimi quattro anni. Altri 9 milioni di bambini rischiano di essere spinti nel lavoro minorile entro la fine del 2022 a causa dell’aumento della povertà innescato dalla pandemia.

Interrotti, a causa dell’emergenza sanitaria, i servizi di prevenzione e risposta alla violenza per 1,8 miliardi di bambini che vivono in 104 Paesi. Si teme un aumento di 9 milioni di bambini entro il 2022 che soffrono di malnutrizione acuta, oggi a quota 50 milioni. Durante il lockdown, più di 1,6 miliardi di studenti non sono andati a scuola a causa delle chiusure nazionali. Le scuole sono state chiuse in tutto il mondo per quasi l’80% delle lezioni in presenza nel primo anno della crisi. Oltre alla pandemia, il rapporto mette in guardia da altre minacce in particolare per i loro diritti. A livello globale, 426 milioni di bambini - quasi 1 su 5 - vivono in zone in cui il conflitto sta diventando sempre più intenso.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

09/12/2021
2201/2022
San Vincenzo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

In Siria troppi interessi economico-politici e poco rispetto per la sovranità nazionale

In #Siria tutto e’ pronto per una guerra devastante tra due blocchi intenzionati a non mollare! La tensione e’ altissima in Siria, e l’Onu e’ ancora una volta impotente di fronte a venti di guerra che soffiano sul Medio oriente. Il cacciatorpediniere americano USS “Donald Cook”, armato con missili Tomahawk, ha lasciato il porto cipriota di Larnaca e si dirige verso il Mediterraneo orientale, per portarsi nel raggio d’azione di Damasco, accusata dall’Occidente di aver usato le armi chimiche lo scorso 7 aprile a Duma. Russia e Iran pronte a difendere l’incolpevole alleato a tutti i costi da quella che considerano una trappola israeliana

Leggi tutto

Chiesa

Rapporto Cesvi: cresce la malnutrizione nel mondo

In un documento la fondazione mette in evidenza come, nello scorso anno, conflitti, pandemia e cambiamenti climatici hanno aggravato il livello di malnutrizione.

Leggi tutto

Chiesa

#10familytips. Il Dicastero per la famiglia

Lanciata la campagna social per contribuire a focalizzare l’attenzione pastorale sulla formazione e l’educazione dei bambini in famiglia

Leggi tutto

Società

Potere a chi il covid non conviene

Giustizia, solidarietà, libertà, verità, purché tutti la pensino allo stesso modo, quello voluto dal potere. E oggi il potere è quello del virtuale, quello dunque di finanza e big tech

Leggi tutto

Società

Dignità e sorriso

Anche il mondo del calcio paga l’incostituzionalità delle “opere” restrittive del governo Draghi

Leggi tutto

Storie

Haiti: assassinato padre Andrè Sylvestre

Padre Andrè Sylvestre. Il parroco di Nostra Signora della Misericordia di Robillard, a Cap-Haïtien, è stato probabilmente vittima di una delle bande criminali che tengono negli ultimi mesi in ostaggio Haiti, gruppi armati proliferati soprattutto dopo il recente disastroso terremoto che ha causato morte e distruzione in una realtà già duramente indebolita da un precedente sisma e da una crisi politica che sembra senza uscita

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano