Società

di Giuseppe Udinov

I drammatici effetti del Covid sui bambini

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Prevenire un decennio perduto: Azioni urgenti per invertire l’impatto devastante del Covid-19 su bambini e giovani” è il rapporto pubblicato dall’Unicef nel quale si lancia l’allarme per la crisi pandemica, la peggiore da 75 anni ovvero dalla nascita del Fondo Onu per l’infanzia, che sta investendo soprattutto i più piccoli compromettendo fortemente il loro futuro.

Secondo l’analisi, si stima che 100 milioni di bambini in più ora vivono in povertà a causa della pandemia, un aumento del 10% dal 2019. Questo corrisponde a circa 1,8 bambini ogni secondo da metà marzo 2020. Inoltre, il rapporto sottolinea che il percorso per riguadagnare il terreno perduto è lungo, anche nel migliore dei casi, ci vorranno sette-otto anni per recuperare e tornare ai livelli di povertà dei bambini pre-Covid.

L’indagine rivela che circa 60 milioni di bambini in più si trovano ora in famiglie a livello economico rispetto a prima della pandemia. Inoltre, nel 2020, oltre 23 milioni di bambini hanno saltato i vaccini essenziali, un aumento di quasi 4 milioni dal 2019, e il numero più alto in 11 anni. Se prima della pandemia, circa 1 miliardo di bambini in tutto il mondo soffriva di almeno una privazione grave, senza accesso all’istruzione, alla salute, all’alloggio, alla nutrizione, ai servizi igienici o all’acqua, il numero è in aumento e questo provoca un incremento inevitabile delle diseguaglianze.

Diversi gli ambiti che preoccupano l’Unicef, ad esempio quello della salute mentale che colpisce più del 13% degli adolescenti tra i 10 e i 19 anni. Ad ottobre 2020 i servizi si sono interrotti nel 93% dei Paesi in tutto il mondo. C’è poi l’allarme per i matrimoni precoci che, prima della fine del decennio, potrebbero toccare quota 10 milioni. Il numero di bambini nel lavoro minorile è salito a 160 milioni in tutto il mondo - un aumento di 8,4 milioni di bambini negli ultimi quattro anni. Altri 9 milioni di bambini rischiano di essere spinti nel lavoro minorile entro la fine del 2022 a causa dell’aumento della povertà innescato dalla pandemia.

Interrotti, a causa dell’emergenza sanitaria, i servizi di prevenzione e risposta alla violenza per 1,8 miliardi di bambini che vivono in 104 Paesi. Si teme un aumento di 9 milioni di bambini entro il 2022 che soffrono di malnutrizione acuta, oggi a quota 50 milioni. Durante il lockdown, più di 1,6 miliardi di studenti non sono andati a scuola a causa delle chiusure nazionali. Le scuole sono state chiuse in tutto il mondo per quasi l’80% delle lezioni in presenza nel primo anno della crisi. Oltre alla pandemia, il rapporto mette in guardia da altre minacce in particolare per i loro diritti. A livello globale, 426 milioni di bambini - quasi 1 su 5 - vivono in zone in cui il conflitto sta diventando sempre più intenso.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

09/12/2021
0812/2022
Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Siria: riapre l’ambasciata ungherese

In Siria si cerca la fine della guerra da anni. Troppi gli interessi di’potenti’ in un Paese martoriato da una guerra che si trascina inesorabilmente. Giunge, in queste ore, la notizia di un passo importante proveniente dall’Europa: Orban fa riaprire l’ambasciata Ungherese!

Leggi tutto

Storie

Yemen: il dramma dei bambini

Il conflitto nello Yemen ha appena raggiunto un altro spaventoso risultato: 10.000 bambini sono stati uccisi o mutilati dall’inizio dei combattimenti nel marzo 2015, vale a dire quattro bambini ogni giorno

Leggi tutto

Chiesa

Allarme della Chiesa per gli effetti delle sanzioni in Siria

Il vescovo di Aleppo Georges Abou Khazen non ha dubbi: le sanzioni occidentali sono una “condanna a morte” per il popolo siriano

Leggi tutto

Politica

Attese intollerabili per un tampone

A Modena gravi disservizi per fare il tampone denuncia Elisa Rossini di FdI -Popolo della Famiglia

Leggi tutto

Chiesa

Haiti: rilasciati il salesiano e il suo autista

I due erano stati rapiti mentre cercavano di raggiungere le aree più colpite dal sisma della scorsa estate

Leggi tutto

Politica

Buoni e cattivi

Difficile situazione per il governo che come un insegnante che ha perso il controllo della classe, almeno per il momento, sembra promettere premi e comminare punizioni senza più neanche sapere bene perché.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano