Politica

di Roberto Signori

Forlì: contributo da 40mila euro per teoria gender

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Ho risposto oggi alla mail di Simone Ortolani della Onlus Pro Vita & Famiglia, ma è da tempo che sui suoi contenuti ho avviato una profonda riflessione. Vista dall’esterno la vicenda citata da Ortolani può essere interpretata in modo non conforme alla realtà dei fatti, che sono questi: il Comune ha ricevuto 39.963 euro di contributi regionali ‘per attività rivolte alla promozione e al conseguimento delle pari opportunità e al contrasto delle discriminazioni e della violenza di genere’. La declaratoria del provvedimento regionale riguarda anche i temi che attengono all’orientamento sessuale’ e all’identità di genere’. Pur non condividendo la cultura ‘gender’ soprattutto se fatta penetrare surrettiziamente nelle scuole per ‘indottrinare’ i più giovani, come amministrazione pubblica non avremmo potuto rinunciare a un contributo di tale entità senza attirarci critiche pur ingiuste e pretestuose, né avremmo potuto imporre alle scuole le tematiche dei progetti da realizzare”: così in una nota l’assessore alle Pari Opportunità Andrea Cintorino risponde alla critiche sul progetto che secondo ‘ Pro Vita & Famiglia’ sarebbe teso a divulgare la ‘‘Teoria Gender”.

“Per quanto mi riguarda, credo fermamente che spetti alle famiglie non solo il compito di educare i figli, ma anche di vagliare con grande attenzione che il loro percorso scolastico non comprenda momenti estranei ai propri principi e ai propri valori. E siamo talmente attenti ai temi che riguardano i problemi giovanili, la scuola, la famiglia e le nefaste ricadute dei due anni di emergenza sanitaria sui più giovani che proporrò agli assessori competenti di mettere in cantiere un momento di riflessione, contando sull’apporto di esperti e associazioni che possano supportare il progetto. Credo, infine, che siano la coerenza e la trasparenza che contraddistinguono la nostra azione amministrativa a rassicurare le perplessità che Ortolani ha, dal suo punto di vista, legittimamente sollevato”, conclude Cintorino.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

14/12/2021
0912/2022
San Siro vescovo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

INDIPENDENZA NON E’ AUTODETERMINAZIONE

La Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti è fondamentale per tre regioni: cita esplicitamente “Dio” e non in termini rituali, richiama con chiarezza la “Legge di Natura” ed è dunque un Carta giusnaturalista, infine indica come primo diritto quello alla Vita, cui consegue il diritto alla Libertà (e sì, come dicevamo, quello molto american-mucciniano alla “ricerca della felicità”). Queste premesse fanno sì che ancora oggi, duecentoquarantuno anni dopo quel 4 luglio 1776, le banconote dei dollari americani contengano un esplicito riferimento alla fede (“In God we trust”) e qualsiasi presidente americano, di qualsiasi colore politico, non possa concludere un suo discorso pubblico senza invocare la benedizione divina sul proprio paese: God bless America.

Leggi tutto

Politica

Dieci faq per i militanti del Popolo della Famiglia

Ora che le liste sono state consegnate e accolte in tutti i 97 collegi del Paese, comincia la parte più faticosa in vista del 4 marzo: la vera e propria campagna elettorale, con i dibattiti televisivi in par condicio e le discussioni in ogni angolo della nazione, fin dal fruttivendolo e dal barbiere. Per essere incisivo un piccolo movimento politico deve anzitutto uscire dall’anonimato in cui perlopiù vaga il suo simbolo. Oltre a questo, c’è tutta una ridda di questioni più o meno ricorsive che per comodità vengono qui compendiate in un decalogo. Evitare di dissipare tempo ed energie è il motto.

Leggi tutto

Politica

Il disegno politico di Salvini

Salvini pensa che governerà “per un trentennio” e in effetti l’assenza di opposizioni oltre che la debolezza del suo alleato nell’esecutivo lo autorizza a queste rosee previsioni. In più è andato ad Arcore da Berlusconi per accertarsi che a Berlusconi interessa sempre e solo una cosa, cioè la sua “roba”, i tetti pubblicitari e quelle faccende lì, sul resto via libera a tutto a partire da Foa presidente della Rai che, poverino, è a bagnomaria a viale Mazzini da due mesi.

Leggi tutto

Società

Rachele e Diana, ostetriche per la pelle

Un’ostetrica che si diede alla professione quando già aveva vissuto “il mestiere di partorire” dall’altra parte del lettino torna a incontrare in un’ampia intervista una delle sue storiche insegnanti, Diana Panfili (che oggi ha 81 splendidi anni ed è una vivacissima perugina). Il dialogo si riversa su molti fronti fra ricordi dei primi anni ’60 e prospettive per il futuro.

Leggi tutto

Società

Guardando “The Affair”

..... mentre guardavo The Affair in questi anni mi chiedevo se “un cambiamento del cambiamento” non fosse ormai alle porte. Avendo sperimentato io sulla mia pelle tutto quello che la serie televisiva raccontava ed avendone accertato l’estremo realismo nella descrizione psicologica del concatenarsi delle varie decisioni caotiche, mi sono davvero interrogato se dagli Stati Uniti non stia arrivando finalmente un vento opposto rispetto a quello libertario che da mezzo secolo ha devastato le nostre vite

Leggi tutto

Chiesa

Febbraio 1945: Bosnia Erzegovina: i 30 martiri di Široki Brijeg

Durante la dominazione turca della Bosnia-Erzegovina, dodici francescani originari dell’Erzegovina e provenienti da Kresevo in Bosnia, decisero di costruire un monastero nella loro terra d’origine, come segno della fede, e scelsero la località di Široki Brijeg. Si sistemarono in questo piccolo villaggio e, dopo aver comprato un caro prezzo un grande appezzamento di terreno, iniziarono a costruire la chiesa dedicandola alla Madonna Assunta in Cielo. Subito iniziarono anche i lavori per edificare il monastero e successivamente un edificio da adibire a seminario.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano