Storie

di Raffaele Dicembrino

Papa Francesco riceve Sergio Mattarella

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

È iniziata alle 9.20 e si è conclusa alle 10.05 l’udienza di Papa Francesco al capo dello Stato italiano, Sergio Mattarella. L’occasione è l’approssimarsi della fine del suo mandato: eletto il presidente della Repubblica 31 gennaio 2015, con 665 voti, ovvero poco meno dei due terzi degli elettori, Mattarella ha prestato giuramento il successivo 3 febbraio. Il suo settennato si concluderà, quindi, tra meno di due mesi. Dopo il colloquio con il Pontefice, Mattarella si è incontrato con il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, accompagnato da monsignor Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati.

Al centro dei “cordiali colloqui in Segretaria di Stato – riferisce la Sala Stampa vaticana – è stata espressa soddisfazione per le buone relazioni intercorrenti tra la Santa Sede e l’Italia, e ci si è soffermati su alcune questioni relative alla situazione sociale italiana, con particolare riferimento ai problemi della pandemia e alla campagna di vaccinazione in atto, alla famiglia, al fenomeno demografico e all’educazione dei giovani”. In esame anche temi internazionali, con “speciale attenzione al Continente africano, alle migrazioni e al futuro e ai valori della democrazia in Europa”.

’udienza tra il Papa e il capo dello Stato italiano è stata caratterizzata anche dal tradizionale scambio di doni: Francesco ha regalato a Matterella una pittura su ceramica raffigurante la Basilica di San Pietro vista dai Giardini Vaticani; i volumi dei documenti papali; il Messaggio per la Pace per il 2022, il “Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune”, firmato dal Papa e dal Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyib ad Abu Dhabi, negli Emirato Arabi Uniti, il 4 febbraio 2019. Infine, Francesco ha fatto dono anche di un libro, a cura della Lev (Libreria editrice vaticana) e dedicato alla “Statio Orbis”, ovvero il momento straordinario di preghiera in tempo di pandemia, presieduto sul sagrato della Basilica di San Pietro il 27 marzo 2020. A sua volta, il presidente della Repubblica italiana ha ricambiato con una stampa, raffigurante una veduta di Roma dal Quirinale.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

16/12/2021
0310/2022
S. Maria Giuseppa Rossello

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

PoliticaChiesa

Papa Francesco all’Aeronautica Militare: volate alto

Il saluto di Francesco, questa mattina, nella Basilica vaticana, ad una delegazione di 500 militari: “Siamo fatti per il cielo, apriamoci a Dio e agli altri”.

Leggi tutto

Chiesa

La questione del papato

La Chiesa e la questione del Papato

Leggi tutto

Chiesa

EGITTO - Il Patriarca copto Tawadros: il sacerdozio è solo maschile

Le parole del Patriarca Tawadros sul ministero sacerdotale riservato agli uomini appaiono in piena sintonia con quanto viene riconosciuto in proposito dal magistero della Chiesa cattolica.

Leggi tutto

Chiesa

Vaticano: costruire un sistema di sicurezza collettiva

La Pontificia Accademia delle Scienze pubblica una lunga dichiarazione sulla prevenzione della guerra nucleare, elencando i rischi che essa porterebbe all’intera umanità

Leggi tutto

Storie

Iraq - Card. Sako: elezioni anticipate unica via per la pace

Il porporato, a Roma per l’incontro dei cardinali col papa, ha seguito con “profonda preoccupazione” le violenze degli ultimi giorni

Leggi tutto

Chiesa

La parole del Papa nella messa pastorale

La radicale differenza tra la logica di Dio e la logica del mondo emerge con forza nelle parole di Papa Francesco all’omelia della Messa celebrata all’Expo Grounds di Nur-Sultan, nella festa dell’Esaltazione della S. Croce

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano