Politica

di Giuseppe Udinov

Putin: il gender è come il coronavirus

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Lo scorso giovedì, durante la conferenza stampa annuale trasmessa in televisione, durata circa quattro ore, il presidente russo Vladimir Putin ha paragonato la teoria gender e la spinta per i diritti dei trans a «nuovi ceppi» di una «pandemia» molto simile al coronavirus.

In risposta a una domanda di un giornalista della testata statale RT sulle sue opinioni riguardo ai «problemi nella società occidentale», alla «cancel culture» e alle opinioni dell’autrice di Harry Potter JK Rowling sul gender, Putin ha espresso le sue opinioni sulla correttezza delle concezioni tradizionali di genere e sulla sua opposizione ai diritti e all’inclusione per le persone transgender.

«Se qualcuno pensa che donne e uomini siano la stessa cosa, allora va bene. Ma c’è il buon senso», ha detto. «Mi attengo all’approccio tradizionale secondo cui una donna è una donna, un uomo è un uomo, una mamma è una mamma e un papà è un papà».

«Mi attengo all’approccio tradizionale secondo cui una donna è una donna, un uomo è un uomo, una mamma è una mamma e un papà è un papà»

«Spero che la nostra società abbia la protezione morale interna dettata dalle tradizionali confessioni religiose della Federazione Russa», ha affermato Putin, che si è augurato che la società russa «disponga di sufficienti sistemi immunitari interni profondi di protezione contro questo oscurantismo». «Ed è necessario combatterlo non con ordini diretti, grida e accuse, ma con il sostegno ai nostri valori tradizionali», ha affermato il capo di Stato russo.

Putin ha dichiarato che nel caso degli atleti, se un uomo «si dichiara donna e decide di competere nel sollevamento pesi o in qualche altro sport, gli sport femminili cesserebbero di esistere del tutto».

Il presidente russo ha citato l’esempio di un incidente negli Stati Uniti dove un criminale che scontava una pena per stupro ha dichiarato di essere una donna e dopo il trasferimento in una prigione femminile ha commesso lo stesso crimine nella sua cella.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/12/2021
2805/2022
Sant'Emilio martire

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

Bagnasco duro su gender e ddl Cirinnà

Nella sua prolusione all’assemblea della Cei il cardinale presidente stigmatizza l’azione del Parlamento su famiglia e scuola

Leggi tutto

Storie

Resistere al gender ed essere “bioconservatori” la strada è indicata negli scritti di Del Noce

L’ossessione dell’“omofobia” occulta l’effettiva negazione del dato antropologico fenomenico della natura sessuata. Ecco cosa ne pensava il grande filosofo.

Leggi tutto

Politica

Mauritius: covid occasione di “sgambetto” alla religione

I sacerdoti potranno celebrare Messe e altri sacramenti fuori dalle chiese e potranno partecipare massimo 50 persone. È quanto dispone l’Emendamento n. 3 del Regolamento sul Covid-19, illustrato dal primo ministro, Pravind Jugnauth alla popolazione prima dell’entrata in vigore

Leggi tutto

Storie

La crisi Ucraina

Confidiamo sempre nella Provvidenza, che possa riparare alla inettitudine di questa generazione di capi di stato incapaci di vedere il vero Bene dei popoli che amministrano.

Leggi tutto

Politica

Adinolfi: Putin non è Hitler e l’occidente lo sa bene

Interessante punto di vista del leader del Popolo della Famiglia Mario Adinolfi su Vladimir Putin

Leggi tutto

Storie

Covid o super raffreddore?

Ma è Covid o raffreddore? Si tratta di Sars-Cov-2 o influenza?

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano