Società

di la redazione

Così il gender minaccia la libertà

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Se si parla di sesso e di gender, è davvero un brutto periodo per la libertà d’espressione e di pensiero in tutto l’occidente. Dagli Stati Uniti alla Francia, femministe e intellettuali come la celebre scrittrice J.K. Rowling o la docente di filosofia Kathleen Stock che hanno osato sfidare la follia woke e l’ideologia trans-gender vengono censurate e messe alla gogna dalla psicopolizia. Il dogma è sempre il medesimo: il genere è predominante sul sesso e sulla biologia umana: chi osa mettere in discussione questo viene minacciato, insultato, censurato. Ed essere femminista, lesbica e di sinistra come la già citata Stock non basta più. Fra gli intellettuali che non vogliono adeguarsi al pensiero unico, l’inquietudine per ciò che sta accadendo in termini di libertà di pensiero è palpabile. Come riporta Le Monde, in un articolo tradotto dal Foglio, fra le personalità del mondo accademico che hanno sfidato il politically correct c’è anche Selina Todd, professoressa di storia a Oxford, riconosciuta per i suoi lavori sulla storia delle donne nel Ventesimo secolo.

Nel 2018, scopro questo dibattito sul sesso e sul genere. Naturalmente, il tema mi interessa, e quando Kathleen Stock viene attaccata, decido di difenderla pubblicamente” racconta. Una presa di posizione che l’è costata cara. “Non c’è posto a Oxford per le persone settarie come Selina Todd” tuona nel 2019, dalle colonne di Cherwell, ossia il giornale studentesco del campus, un membro anonimo del gruppo di attivisti Trans Action Oxford. E così, a inizio 2020, a Selina Todd viene proibito di parlare in occasione di un seminario del college di Exeter che celebra la prima Conferenza nazionale di liberazione delle donne del paese. Proprio lei, la docente di storia forse più qualificata sull’argomento. Gli attivisti transgender le rimproverano il fatto di essersi mostrata accanto all’associazione femminista Woman’s Place Uk, che si batte affinché le donne dispongano di spazi riservati. “A causa delle minacce su web, per alcune mie conferenze è stata necessaria la protezione degli agenti di sicurezza” afferma la signora Todd. “Ma non ho problemi con gli studenti che protestano, è tipico della loro età. Chi mi ha veramente danneggiato sono i miei colleghi, a Oxford e altrove, i quali hanno smesso di parlarmi e mi hanno escluso dalle reti di ricerca. E l’università non ha mai provato a proteggermi da questa situazione”.

Le censure che si sono abbattute contro Todd, Kathleen Stock e J.K Rowling raccontano il durissimo scontro ideologico che si sta consumando fra le femministe come Todd e le associazioni transgender. Queste ultime vengono spesso bollate come TERF, acronimo che sta per “femministe radicali transescludenti” o “gender critical”. Per i transgender, al contrario, ciò che conta è solo il genere, e non la natura biologica. Chiunque può, in quest’ottica, prendere le distanze dal sesso con il quale una persona nasce. Ma dalla natura umana, piaccia o meno, non si può fuggire. Una constatazione se vogliamo banale, ma che nel clima di censura irrazionale instaurato dalla politica identitaria può costare caro, carissimo.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

29/12/2021
3001/2023
Santa Martina

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

La dittatura del pensiero unico

Credo che il giudizio più interessante sul punto l’abbia dato Padre Robert McTeigue, SJ, un gesuita vero, un autentico figlio ignaziano della Compagnia di Gesù del Maryland, rinomato docente di Filosofia e Teologia a livello mondiale, e noto per le sue lezioni di Retorica ed Etica Medica. Padre Robert si è posto questa domanda retorica: «Come potrebbe essere giusto “porgere l’altra guancia” con passiva indifferenza, quando il sacrilego è scambiato per sacro? Quando la verità lascia il posto alla menzogna? Quando la perversione è scambiata per purezza? Quando l’abominio è scambiato per bellezza? Quando l’intrattenimento è scambiato per adorazione? Quando al posto della sacra tradizione vengono introdotte innovazioni? Quando invece della carità del cuore viene imposta la mano pesante dello Stato? (…) Siamo chiamati all’indifferenza passiva quando la civiltà occidentale, la culla della nostra fede e della ragione, è sotto attacco da nemici secolari, settari e spirituali? Siamo chiamati alla muta arrendevolezza quando viene aggredito l’onore della Sposa di Cristo, la Chiesa?».

Leggi tutto

Società

LA GRANDE IDEA STURZIANA DELLA LIBERTA’

Voglio riavvolgere il nastro e portarvi a quando tutto doveva ancora accadere, a quel congresso del febbraio 1989, a trent’anni fa. Ero al Palaeur, zeppo all’inverosimile, avevo 17 anni e aspettavo come tanti l’intervento di Mino Martinazzoli, il mio maestro politico che mi chiamò poi a essere il più giovane membro dell’assemblea costituente del nuovo Partito popolare italiano, di cui avrei guidato da presidente nazionale il movimento giovanile (e mi emoziona pensare che il 2 marzo nascerà a Roma prossimo il movimento giovanile del Popolo della Famiglia, grazie a Nicola Di Matteo). Su YouTube è comparso il video di quell’intervento di Martinazzoli e so di chiedere un lavoro impensabile ai tempi di internet, ma ascoltatevi i trenta minuti scarsi di discorso e guardate anche cosa succede nei quindici minuti successivi. Si tratta di un documento storico di impressionante rilevanza.

Leggi tutto

Società

Anpr: certificati anagrafici online per i cittadini

A partire dal 15 novembre i cittadini italiani ovunque residenti potranno scaricare i certificati anagrafici online in maniera autonoma e gratuita, per proprio conto o per un componente della propria famiglia, senza bisogno di recarsi allo sportello.

Leggi tutto

Storie

Norvegia, uomo condannato per aver insultato un trans

Norvegia, uomo condannato per aver “insultato” un trans utilizzando i pronomi maschili

Leggi tutto

Società

Guarigione omologata?

Il razionalismo viviseziona la persona e rende ogni cosa un mero, variamente schematico, fare. A proposito di sanità per esempio nel migliore dei casi si dice che il medico se ama le persone le può comprendere e curare meglio.

Leggi tutto

Società

Spagna: magistratura contro la legge pro trans

In Spagna il Consiglio generale della magistratura, un organo – come in Italia - costituzionale, collegiale, autonomo, composto da giudici e altri giuristi e che esercita le funzioni di governo della magistratura, discuterà oggi, 20 aprile, la cosiddetta “Legge Trans” proposta dal governo spagnolo e da sempre cavallo di battaglia di Podemos.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano