Politica

di Mario Adinolfi

Il PDF e la politica nel 2022

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Lo voglio scrivere nel 2021, perché poi quando accadrà sia chiaro a tutti da quanto tempo abbiamo lavorato al risultato. Alle elezioni politiche del 2018 il Popolo della Famiglia prese 220mila voti e lo 0.7%, con zero eletti e zero visibilità mediatica. Da allora abbiamo partecipato a tutti gli appuntamenti elettorali e oggi abbiamo decine di eletti nelle istituzioni, consenso in crescita e visibilità in impennata, imparagonabile a quella del 2018. Ci siamo radicati in tutti i territori (oggi facevo colazione e mi ha salutato il nostro responsabile di Ancona che io non conoscevo, ottimo visto che il 15 gennaio ripartirà da Ancona il mio infinito giro d’Italia) e se si voterà nel 2022 il testa a testa sarà risolto da dove si schiererà il Popolo della Famiglia, che andrà al governo del Paese.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

30/12/2021
0210/2022
Ss. Angeli Custodi

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

Gente che è stata muta

Meno sbarchi significa oggettivamente meno morti in mare e meno business sulla pelle dei migranti.  questo governo come Popolo della Famiglia non abbiamo mai fatto sconti, ma nel caso specifico il comportamento è quello corretto e chi protesta e fa sceneggiate è attivato dallo stesso cinismo, fa solo campagna elettorale. A noi interessa parlare di bene comune in materia di immigrazione e lo si fa solo tornando a istituire i flussi, trattandoli per quote a livello europeo, facendo arrivare i migranti integrabili per via aerea o con i corridoi umanitari, spazzando via il business dei mercanti di uomini in Africa e anche in Italia. Salvando così davvero migliaia di uomini, donne e bambini da morte certa nel Mediterraneo e ancora di più nel deserto che molti non riusciranno mai ad attraversare. E andando a prelevare dai Paesi africani migranti che siano veramente in stato di bisogno, perché quattromila euro a uno scafista li può dare solo chi appartiene al “ceto medio” africano e per questo il 90% di chi sbarcava sulle nostre coste negli anni passati era composto da maschi adulti. Troppi dei quali capaci poi di delinquere anche in forma organizzata (la mafia nigeriana è solo uno degli esempi, la fitta rete degli spacciatori tunisini, algerini e marocchini ne è un altro) in collaborazione con le forme nostrane di criminalità specie nel Sud Italia ma non solo.

Leggi tutto

Politica

Senza fallimento non si può vincere

Vince il sì al referendum sulla legalizzazione dell’aborto a San Marino. Secondo la tv locale Rtv, con 35 seggi scrutinati su un totale di 37, i sì arrivano al 77.31%, contro il 22,69% che si è espresso contro.

Leggi tutto

Società

Caso Signorini, Adinolfi dalla parte del conduttore

Continua a tenere banco il caso sulle parole di Alfonso Signorini riguardanti l’aborto al GF Vip: Mario Adinolfi si schiera dalla parte del conduttore

Leggi tutto

Politica

Nicola Di Matteo al Popolo della Famiglia

Eredi di una grande storia, protagonisti del futuro, scrivi con il PDF la nuova politica dei valori Il mio benvenuto agli amici all’Assemblea del Popolo della Famiglia Pomezia

Leggi tutto

Media

Mahmood e Blanco stop da Instagram: ‘‘Violazione in materia di atti sessuali’’

Lo scatto è stato postato dalla nota rivista sulla pagina ufficiale di Instagram, ma la piattaforma social non ha gradito ed ha censurato immediatamente, tramite rimozione del post.

Leggi tutto

Politica

Adinolfi: «Omotransfobia? io ricordo Calabresi»

l leader nazionale del Popolo della Famiglia, alleati con il centrodestra alle prossime elezioni comunali di Padova, attacca il sindaco Giordani in vista della giornata dedicata alle vittime di omofobia: «Oggi lisciano il pelo alla lobby e ieri stavano con chi firmava gli appelli affinché il commissario fosse isolato e poi ucciso»

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano