Storie

di Roberto Signori

E’ tempo di ricostruire il Brasile

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“E’ tempo di ricostruire il Brasile, è tempo di ricostruire la società nella giustizia e nella pace”: è l’augurio e l’invito che il Presidente della Conferenza Episcopale del Brasile (CNBB), Monsignor Walmor Oliveira de Azevedo, Arcivescovo di Belo Horizonte, ha lanciato nel suo video messaggio per l’inizio del nuovo anno.

“Gli atteggiamenti egoistici, il consumo illimitato, il disprezzo per la casa comune e l’indifferenza verso i più poveri hanno causato molte malattie” rileva l’Arcivescovo nel messaggio pervenuto a Fides, quindi “il nuovo anno deve ispirare profondi cambiamenti” che devono iniziare dal profondo di ognuno di noi. In particolare, in questa situazione, “i cristiani hanno la sfida di indicare la via, di essere esemplari nel seguire Gesù Cristo. Si tratta di seminare fraternità e amicizia sociale attraverso gesti di solidarietà e di difesa dei diritti e della giustizia”.

Il Presidente della CNBB evidenzia che “quando i discepoli di Gesù guardano qualsiasi persona, riconoscono che c’è un fratello, una sorella, provano compassione e non si lasciano dominare dall’indifferenza e dall’odio”. L’obiettivo del nuovo anno 2022 è quello di ricostruire sempre più i legami della fraternità e dell’amicizia sociale, “sui pilastri della solidarietà e degli insegnamenti di Gesù Cristo nostro Signore”.

Nel suo messaggio, Monsignor Oliveira de Azevedo si sofferma sull’Anno giubilare che la Chiesa del Brasile sta vivendo, dal 14 ottobre 2021 al 14 ottobre 2022, in occasione del 70° anniversario della nascita della Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile (CNBB). Tale ricorrenza, rileva, è un tempo favorevole per “rendere omaggio agli evangelizzatori e ai pastori che hanno dato il loro contributo a tessere questa bella storia, lasciandoci un’eredità profetica”, inoltre, guardando alle sfide superate dagli evangelizzatori che ci hanno preceduto, potremo rinvigorire sempre di più, “l’impegno di aiutare il Brasile ad essere più giusto, solidale e fraterno”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

04/01/2022
2801/2023
San Tommaso d'Aquino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

BRASILE - Donne e bambini vittime della violenza

Dati raccapriccianti: omicidi aumentati del 150%, diminuisce il “lavoro schiavo”

Leggi tutto

Chiesa

BRASILE - Vescovi: necessari “grandi e urgenti cambiamenti”

“Il quadro attuale è molto grave. Il Brasile non sta andando bene!” denunciano i Vescovi, ricordando la fame e l’insicurezza alimentare del “secondo esportatore alimentare al mondo”, l’alto tasso di disoccupazione e di lavoro informale, lo sfruttamento e il degrado della casa comune, la mancanza di rispetto per i diritti dei popoli indigeni, la persecuzione e la criminalizzazione dei leader socio-ambientali, “la fragilità delle azioni per combattere i crimini contro l’ambiente e i disastrosi progetti parlamentari contro la casa comune”.

Leggi tutto

Storie

MALAWI - Proteste contro la corruzione

Dimostranti sono scesi nelle strade delle principali città del Malawi, come Blantyre e Zomba, per protestare contro la corruzione e l’aumento dei costi dei generi di prima necessità.

Leggi tutto

Storie

L’Ungheria del dopo voto raccontata da chi la conosce vermente

Un lettore marito di una donna ungherese racconta dal suo privilegiato punto di vista sui magiari l’elezione di domenica

Leggi tutto

Politica

COLOMBIA - Approvata la depenalizzazione del suicidio assistito

La Corte costituzionale della Colombia ha deciso di depenalizzare il suicidio medicalmente assistito (SMA).

Leggi tutto

Politica

Lula da Silva torna alla presidenza del Brasile

Dopo il ballottaggio che gli riconosce la vittoria sul presidente uscente Bolsonaro, con un margine di 2 milioni di voti, Lula nel primo discorso ha dichiarato che la missione principale del suo mandato è combattere la fame in Brasile

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2023 La Croce Quotidiano