Politica

di redazione

DE MARCO SI DIMETTA, ASIA UN FALLIMENTO TOTALE

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

La fotografia che ci arriva è quella di una Scampia sommersa di rifiuti, colpa di una differenziata che è ai margini. Guardando i dati Napoli si attesta fanalino di coda con il suo solo 34,45% (dato 2020) di differenziata, per avere un paragone del disastro ASIA, basta guardare i dati come quello di Salerno 59,76% (anno 2020) o Milano dove la differenziata è al 58,8%.

La Campania, con 416 euro ogni anno è la regione dove i cittadini pagano di più in tasse sui rifiuti con un aggravio di spesa esagerato sulla spalla delle famiglie. Come Napoli Capitale - Popolo della Famiglia visti i fatti chiediamo le dimissioni immediate della Presidente De Marco responsabile in solido di questo disastro - questa la dichiarazione di Massimiliano Esposito Coordinatore Regionale Popolo della Famiglia.

Siamo di fronte all’ennesima emergenza rifiuti, che mette a dura prova la pazienza di cittadini napoletani, ormai ridotti allo stremo, esasperati nel vedere caterve ed ammassi di spazzatura che invadono la città - aggiunge il Presidente di Napoli Capitale Enzo Rivellini.

Faremo arrivare quanto prima le nostre rimostranze anche in consiglio comunale- conclude la Consigliera Comunale di Napoli Capitale - Popolo della Famiglia Bianca D’Angelo - avvierò un esposto al Sindaco Manfredi, perché la città di Napoli non può esser succube dell’ inefficiente lavoro di una partecipata che costa fior di milioni di euro ai contribuenti e alle disastrate casse del Comune ed il Sindaco questo lo sa benissimo.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

07/01/2022
2711/2022
San Virgilio

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Storie

A tu per tu con Serafino Ferrino

Intervista al prof. Serafino Ferrino che, fra i primi sindaci italiani a opporre obiezione di coscienza alle Unioni civili omosessuali, ha subito il 28 luglio una brutale aggressione sui cui colpevoli ancora
non è stata fatta luce. Riconosciamo nell’ex Sindaco di Favria un uomo che ha tenuto la schiena dritta contro la tecnica violenta e anti-democratica dei falsi miti del Progresso. Finito in prognosi riservata

Leggi tutto

Chiesa

Beatificata oggi a Granada Madre María Emilia Riquelme y Zayas

María Emilia venne alla luce il 5 agosto 1847, da don Joaquín Riquelme y Gómez, tenente colonnello dell’Esercito spagnolo, e doña María Emilia Zayas Fernández de Córdoba y de la Vega, che vantava tra i suoi antenati Gonzalo Fernández de Córdoba, detto il Gran Capitano. Fu battezzata dopo due giorni dalla nascita, con i nomi di María Emilia, Joaquina, Rosario, Josefa, Nieves de la Santísima Trinidad: un elenco così lungo era per non scontentare nessun parente, come si usava tra le famiglie nobili del tempo. Suo padre aveva sperato che il primogenito fosse un maschio, ma l’erede venne dopo di lei.

Leggi tutto

Politica

Vittorie e proposte

Temiamo fortemente che in una famiglia modesta con mamma e papà impiegati questo comporterà un peggioramento delle condizioni, vista la cancellazione di ogni bonus e detrazione. Servire altro. Con i tre miliardi stanziati dalla manovra 2021 per l’assegno per il figlio si può subito varare la storica proposta del Popolo della Famiglia: il reddito di maternità, mille euro al mese per le mamme che si dedicheranno in via esclusiva alla cura dei figli, riconoscendone dunque pienamente il ruolo effettivamente lavorativo ad alta valenza sociale.

Leggi tutto

Politica

Report risultati elettorali liste Popolo della Famiglia

Alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021 il Popolo della Famiglia è stato protagonista con il proprio simbolo in trentanove liste presentate su tutto il territorio nazionale, partecipando a regionali, comunali, municipali e circoscrizionali con un reticolato organizzativo mai così fitto.

Leggi tutto

Politica

Il muso unto

Le piccole storie ignobili della politica italiana continuano. Quelli di “onestà, onestà” si avviano alla fine della legislatura in cui dovevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno con il muso unto di chi si è accorto quanto buono è il tonno.

Leggi tutto

Politica

I problemi relazionali e le limitazioni dei diritti causati dal Green Pass

“Nella società sono in gioco la dignità e i diritti della persona e la pace nelle relazioni tra persone e comunità di persone” (Compendio DSC, 81). Pace nelle relazioni….dividere possessori di green pass da non possessori, questi ultimi da punire severamente anche attraverso la non gratuità dei tamponi non va, a mio parere, nella direzione indicata nella citazione della DSC: Sono una parte delle bellissime parole tratte dal discorso di Elisa Rossini all’Assemblea nazionale del PDF.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano