Società

di Roberto Signori

Colombia: primo caso di eutanasia

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il colombiano Victor Escobar è diventato la prima persona nel Paese andino ad essere ucciso in un’eutanasia “legalmente” eseguita venerdì scorso ha confermato il suo avvocato Luis Giraldo.

“Pazienti come me, non terminali ma degenerati, hanno raggiunto l’obiettivo di vincere questa battaglia, in una battaglia che aprirà le porte ad altri pazienti che verranno dopo di me e a quelli che ora vogliono una morte dignitosa”, ha detto Escobar in un videomessaggio inviato a 60 Giraldo Media.

Sabato, una seconda donna colombiana con sclerosi laterale amiotrofica (ALA), nota anche come malattia di Lou Kehric, è stata soppressa.

Escobar soffriva di malattia polmonare ostruttiva cronica allo stadio terminale, che riduce notevolmente la qualità della vita, e molte altre condizioni, ha detto Giraldo a Reuters.

L’operazione è avvenuta in una clinica di Cali, capitale della provincia colombiana della Valle del Cauca.

“Non ho detto addio, ‘ci vediamo dopo’”, ha detto Escobar.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

10/01/2022
2201/2022
San Vincenzo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Vita da neonato

Siamo sconvolti, raccapricciati da queste storie che ci assediano e che vedono come vittime innocenti bambini. Qualcuno (pochi a dire il vero) ha avuto l’ardire di andare sul profilo della povera Ilaria a scrivere cose assurde, tipo che si vede che non amava la figlia perché sui social non ha postato nemmeno una foto della piccola (magari questo vuol dire che l’amava così tanto da preoccuparsi seriamente della tutela della sua privacy ed ha seguito gli inviti della polizia postale di non pubblicare le foto dei figli), o che di andare dal parrucchiere non se lo sarebbe certo scordato, senza sapere niente di lei (per esempio io, ve lo confesso, non vado dal parrucchiere da ben 7 anni, quindi di me questa fesseria non potreste dirla, vi avverto già).

Leggi tutto

Chiesa

Suor Serena: “nulla di quello che avevo chiesto è accaduto, eppure sono pienamente felice”

Ho deciso d’intervistare Suor Serena perché il suo sorriso è contagioso. No, non è uno scherzo. Lei ride. Ride alla vita. I suoi occhi scintillanti guardano il viso dei suoi giovani e raggiungono il loro cuore. Fu la mia bambina che, quando la vide, disse proprio: “Quella suora mi fa ridere il cuore!”, era fuor di dubbio che io avrei voluto sapere tutto, di lei. Questo è il racconto della sua vita, “impastata e stesa” da Dio.

Leggi tutto

Storie

Maschio e femmina li creò

Ciascun uomo, cerca un senso alla sua vita, cerca un faro che lo illumini. L’uomo cerca di conoscere e dominare il mondo intorno a sé e, sembra avere successo, ma… veramente lo conosce, lo domina?

Leggi tutto

Politica

Come funziona la propaganda all’eutanasia

Tutte le tecniche dei teorici della “dolce morte”, tra manipolazione dei dati e ricorso sistematico al cavallo di troia del caso limite

Leggi tutto

Società

Droga: al via i congressi pisani

La cittadina toscana si prepara ad aprire i battenti, nel prossimo fine settimana, di una rassegna che con un poco di ironia si potrebbe dire “ricreativa”: il paradiso artificiale passato fugacemente dai pusher sarà intronizzato in bella mostra per tre giorni. Dolci, gelati, vini, birre e caffè alla “cannabis light”. E pazienza se il Consiglio Superiore di Sanità ha detto che non esistono droghe leggere…

Leggi tutto

Chiesa

Aborto e referendum, il vescovo di San Marino: ogni uomo ha diritto a vivere

In vista del referendum di domenica 26 settembre sulla depenalizzazione dell’aborto, il vescovo della diocesi sollecita la società a interrogarsi sui suoi valori fondanti e sul diritto alla vita.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano