Chiesa

di Raffaele Dicembrino

Papa Francesco ed i prossimi appuntamenti

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Sono appuntamenti tradizionali quelli che figurano nell’agenda papale di questo inizio anno, resi noti dall’Ufficio delle Celebrazioni pontificie. A partire dalla celebrazione voluta da Francesco di una Domenica – la terza del Tempo ordinario – dedicata alla Parola di Dio, alla sua riflessione e riscoperta, istituita nel 2019 con il motu proprio Aperuit Illis. Quest’anno cadrà il 23 gennaio e vedrà il Papa presiederla in Basilica Vaticana alle 9.30.

Due giorni dopo, martedì 25 gennaio, Solennità della Conversione di San Paolo, teatro di un rito papale sarà invece la Basilica di San Paolo Fuori le Mura, dove Francesco concluderà con i Secondi Vespri la 55.ma la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, primo momento ecumenico dell’anno, ispirato nel 2022 a un versetto del Vangelo di Matteo, “In oriente abbiamo visto apparire la sua stella e siamo venuti qui per onorarlo”.
Il calendario dell’attività di febbraio vedrà Francesco presiedere come di consueto il 2 febbraio, nella Festa della Presentazione del Signore, la Messa per la Giornata Mondiale della Vita Consacrata, alle 17.30 nella Basilica di San Pietro, alla presenza di religiose e religiosi di vari Istituti.

Infine, domenica 27 febbraio, il Papa raggiungerà Firenze per concludere l’Incontro dei Vescovi e dei Sindaci del Mediterraneo, ispirato alla figura di Giorgio La Pira, che avrà avuto inizio il 24. La presenza del Papa è in programma nella Basilica di Santa Croce alle ore 10.30.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

11/01/2022
2201/2022
San Vincenzo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Chiesa

La Riforma e le Riforme nella Chiesa

Come indicato direttamente dall’autore, il volume entra nel dibattito sull’interpretazione del Concilio Vaticano II, che è uno dei temi ai quali monsignor Marchetto ha dedicato una parte importante della sua vita. Cercare di comprendere meglio il Concilio significa, infatti, disporsi ad accoglierne la grazia e il dono, per la Chiesa e per il mondo.
Il Concilio Vaticano II è stato un grande dono di Dio alla Chiesa e, come tutti i doni, va rettamente compreso per potere essere valorizzato fino in fondo. Per esempio, posso regalare a un amico un computer, ma se lui non lo sa usare… è un regalo, per così dire, dimezzato. In effetti, l’interpretazione del Concilio è una questione disputata di questo nostro tempo, nella costante tensione tra i due fuochi di una medesima ellisse ermeneutica. Da un lato il fuoco della novità, dall’altro quello della tradizione, da un lato quello della riforma dall’altro quello della conservazione.

Leggi tutto

Società

Libano - Scuole cristiane, il Patriarca esonera le famiglie dal pagamento

Il Patriarca siro cattolico Ignace Youssef III Younan, ha dato disposizione di esentare dal pagamento delle rette scolastiche per l’anno 2021-2022, le famiglie degli studenti siro-cattolici che frequentano le scuole collegate al Patriarcato.

Leggi tutto

Chiesa

Quanta Ostia “sugli altari della “mensa” di Dio

Dalla Cattedrale della Basilica di Sant’Aurea fino alla chiesa di Regina Pacis e Santa Monica, nel Servizio presso l’altare: i “riti” della chiesa, Ostia in prima linea: servirli, capirli, crescerci.

Leggi tutto

Chiesa

MYANMAR - Appello della Chiesa a deporre le armi

La Chiesa cattolica in Myanmar diffonde un generale appello a depore le armi e a fermare un conflitto civile che ha assunto la forma di “atrocità straziante e orribile”

Leggi tutto

Chiesa

La forza della parola dei vescovi toscani

La Conferenza episcopale della Toscana ha appena pubblicato La forza della parola. Lettera su comunicazione e formazione a 50 anni dalla morte di don Lorenzo Milani” (EDB, Bologna 2018, pp. 88, € 4,50) è un importante appello a non dimenticare il lascito del sacerdote fiorentino nell’ambito del percorso educativo. Qui il ricorso alla parola e alla ricchezza del linguaggio costituiscono appunto alcuni dei principali strumenti che rendono possibile l’espressione della cultura e della comunicazione umana.

Leggi tutto

Chiesa

L’arcivescovo Gallagher all’Onu: i diritti umani sono sempre inalienabili

Gallacher - Il segretario del Vaticano per i Rapporti con gli Stati, l’arcivescovo Paul Richard Gallagher, ha invitato le Nazioni Unite a “riscoprire il fondamento dei diritti umani, al fine di attuarli in modo autentico”, mentre il mondo continua a prendere misure per combattere l’emergenza sanitaria in corso.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano