Politica

di Roberto Signori

Quirinale. I cattolici tifano Cartabia ed Adinolfi

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il sondaggio condotto dal gruppo social Politicando, composto da cattolici impegnati politicamente fa emergere interessanti preferenze nella corsa al Quirinale.

Il nome più indicato dai cattolici è quello del ministro Guardasigilli Marta Cartabia, che raccoglie il 29% dei consensi, seguita da Silvio Berlusconi con il 19% e dal presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, con 13%. A sorpresa a ridosso dei primi tre spunta il leader del Popolo della Famiglia, Mario Adinolfi, con il 12% grazie anche alla fiammata di popolarità dovuta alla posizione no vax contro l’obbligo voluto dal governo.

Dietro Adinolfi seguono Pierferdinando Casini con il 7% dei cattolici che lo sostengono, Marcello Pera con il 6% e il premier in carica Mario Draghi con il 4%. Chiudono la “top ten cattolica” in vista del voto per il Quirinale il presidente uscente Sergio Mattarella, il magistrato Nicola Gratteri e l’ex premier Giuliano Amato. Vedremo se il voto del plenum di parlamentari e delegati regionali, che prenderà il via il 24 gennaio, avrà la saggezza di scegliere uno di loro.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/01/2022
2506/2022
Ss. Guglielmo da Vercelli e Massimo di Torino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

Muro o ponte, convegno o manifestazione: caro don Mauro, #dialoghiamone

Le polemiche previe alla grande festa di sabato rischiano di travolgere il bel risultato conseguito dalla piazza (da cui speriamo frutti concreti in Parlamento) in un inasprito scontro di campanili. Per scongiurare il rischio che ciò avvenga abbiamo invitato ieri don Mauro Leonardi a esporre la sua critica alla mobilitazione. Il dibattito si è avviato – questa risposta lo mostra – e speriamo resti aperto

Leggi tutto

Politica

Eppure Péguy aveva seppellito per sempre il moderatismo….

Il “moderatista” avversa quella grandezza d’animo che è il solo distintivo della vera nobiltà.

Leggi tutto

Politica

Sul tema del voto dei cattolici

La questione che io pongo, però, è: se tutti si trovano concordi sulla necessità di questa benedetta “spinta dal basso”, perché nessuno si adopera per organizzarla sul serio? Guardate, sarei curioso persino di vedere all’opera i nuovi comitati civici “escludenti” di Fontana, sono convinto che sarebbero però più efficaci le “sardine bianche” in qualche modo evocate dalla Morresi, ma ormai mi sta bene tutto, purché io veda i cattolici fare qualcosa di politicamente decente e non solo lamentarsi fino alla prossima sconfitta, quando si lamenteranno di nuovo e ancora di più.

Leggi tutto

Storie

NEL NOME DI MINO

La summa del pensiero martinazzoliano è il discorso del febbraio 1989 a quello che nessuno avrebbe mai immaginato essere l’ultimo congresso della Democrazia Cristiana. Prendetevi mezz’ora di tempo e ascoltatelo tutto: è il discorso di uno sconfitto, parla da capo dell’area Zac (ex morotei) che ha appena perso la segreteria nazionale del partito, ceduta proprio a quel congresso da De Mita a Forlani. Eppure il catino del Palaeur acclama il suo nome, non lo fa cominciare a parlare, lui che è febbricitante e non ha davanti neanche un appunto. Seguiranno trenta minuti di analisi politica affilata come una lama, interamente a braccio e molto complessi, ma di una chiarezza che non ho mai più ascoltato. Sì perché c’ero, da giovanissimo dirigente del Mgdc, al Palaeur quel giorno. E capii la lezione fondamentale. Profetica allora, verissima oggi.

Leggi tutto

Storie

Angelo Giorgianni parlò sul palco dei “No green pass”: sospeso

Dopo le accuse e le polemiche, è stato sospeso dalle funzioni e dallo stipendio il giudice Angelo Giorgianni, consigliere alla Corte d’appello di Messina, che il 9 ottobre scorso parlò a Roma dal palco dei No green pass a piazza del Popolo.

Leggi tutto

Politica

Castelfidardo ci ripensa: buono pasto a tutti

Il Popolo della Famiglia ferma l’atto discriminatorio del sindaco!

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano