Politica

di Roberto Signori

Quirinale. I cattolici tifano Cartabia ed Adinolfi

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Il sondaggio condotto dal gruppo social Politicando, composto da cattolici impegnati politicamente fa emergere interessanti preferenze nella corsa al Quirinale.

Il nome più indicato dai cattolici è quello del ministro Guardasigilli Marta Cartabia, che raccoglie il 29% dei consensi, seguita da Silvio Berlusconi con il 19% e dal presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, con 13%. A sorpresa a ridosso dei primi tre spunta il leader del Popolo della Famiglia, Mario Adinolfi, con il 12% grazie anche alla fiammata di popolarità dovuta alla posizione no vax contro l’obbligo voluto dal governo.

Dietro Adinolfi seguono Pierferdinando Casini con il 7% dei cattolici che lo sostengono, Marcello Pera con il 6% e il premier in carica Mario Draghi con il 4%. Chiudono la “top ten cattolica” in vista del voto per il Quirinale il presidente uscente Sergio Mattarella, il magistrato Nicola Gratteri e l’ex premier Giuliano Amato. Vedremo se il voto del plenum di parlamentari e delegati regionali, che prenderà il via il 24 gennaio, avrà la saggezza di scegliere uno di loro.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

12/01/2022
2201/2022
San Vincenzo

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Vogliamo Paola Bonzi al Quirinale

Giorgio Napolitano oggi si è dimesso e noi abbiamo il nome della donna che lo sostituirebbe più che degnamente

Leggi tutto

Politica

Vaccini a tempo di record

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha annunciato che intende presentare delle norme di tipo “tecnico-scientifico” per dare alle famiglie e alle istituzioni le istruzioni su come funzioneranno le novità, compreso il periodo transitorio. Il decreto legge approvato lo scorso 19 maggio in Consiglio dei Ministri reintroduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’iscrizione ad asili nido e scuole materne, ovvero nella fascia d’età 0-6 anni. Ma l’obbligo riguarderà, con modalità diverse, anche elementari, scuole medie e primi due anni delle superiori, fino cioè ai 16 anni dei ragazzi. In questo caso non si prevede il divieto di iscrizione a scuola, bensì sanzioni e provvedimenti per i genitori. A diventare obbligatorie, a partire dal prossimo settembre, sono 12 vaccinazioni: le 4 già obbligatorie (antidifterica, antitetanica, antipoliomielitica e antiepatite virale B) alle quali si aggiungono anti-pertosse, anti-meningococco B e C, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella e il vaccino contro l’Haemophilus influenzae.

Leggi tutto

Società

Suicidio assistito ed eutanasia: ecco l’unico comandamento che conta

Leggi tutto

Politica

IL PDF TRA NUOVI ELETTI E NUOVE GRANDI SFIDE

La nostra sfida per un progetto politico autonomo di ispirazione cristiana che cresce e va al governo delle comunità si sposta da qui a otto mesi alle elezioni nelle grandi città  del maggio 2021. Siamo un popolo, non ci faremo trovare impreparati. Dovremo affrontare due settimane dei ballottaggi importanti in cui saremo protagonisti grazie ai risultati ottenuti a Chieti (0,6%) ma soprattutto a Matera (3,5%) e Castrovillari (11,1%). Non solo, tra due settimane il Popolo della Famiglia torna in campo anche per il primo turno delle amministrative siciliane ad Agrigento, a Tremestieri ed a Mislimeri

Leggi tutto

Politica

Non si vessano le famiglie

Draghi ha detto che sarà “un Natale normale solo per i vaccinati”. Non è una bella frase, è molto divisiva e anche un pizzico provocatoria. Il Popolo della Famiglia chiede con fermezza che almeno per i lavoratori i tamponi siano gratuiti. Non si vessano le famiglie.

Leggi tutto

Chiesa

Chi è che gode delle liti tra cattolici e luterani

Avvicinandosi il momento della visita di Papa Francesco a Lund, in Svezia, per l’apertura del “giubileo luterano”, si acuisce nel mondo cattolico la sensibilità sugli storici “temi del dissenso”. E l’occasione è buona per fare il punto del cammino percorso insieme – e delle grandi sfide del presente

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano