Storie

di Nathan Algren

Honduras - Assassinato un operatore pastorale indigeno

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Condanniamo con la massima fermezza l’omicidio di Pablo Isabel Hernández, leader del gruppo indigeno Lenca, nella zona occidentale dell’Honduras. Delegato della Parola di Dio (operatore pastorale ufficiale della Chiesa cattolica dell’Honduras), direttore di ‘Radio Tenán, la voce indígena Lenca’, difensore dei diritti umani e della Casa Comune, presidente della Rete degli Agroecologi della Biosfera Cacique Lempira, promotore dell’Università Indigena e dei Popoli e Sindaco di La Auxiliaría de La Vara Alta de Caiquín, nel dipartimento di Lempira”. Così si esprime la dichiarazione congiunta firmata da Monsignor Miguel Cabrejos Vidarte, Arcivescovo di Trujillo, Presidente del Consiglio episcopale latinoamericano (CELAM), e da Mons. Gustavo Rodríguez Vega, Arcivescovo di Yucatan, Presidente della Rete ecclesiale ecologica mesoamericana (REMAM), in merito all’omicidio di Pablo Isabel, avvenuto nel comune di San Marcos de Caiquín, dipartimento di Lempira, quando uomini sconosciuti gli hanno sparato alla schiena.

“Paolo era un uomo di Dio – ricorda il comunicato -, che amava la sua famiglia, amava la propria gente, rispettava e faceva rispettare la Casa Comune. Domenica mattina si dirigeva verso la comunità per guidare una celebrazione della Parola. Ora partecipa alla Domenica senza tramonto”.

I due Presidenti del CELAM e della REMAM presentano le condoglianze alla moglie, ai figli, ai parenti e agli amici di Pablo, esprimendo sostegno anche “al popolo dell’Honduras, vittima di potenti reti criminali che hanno reso il paese il quinto al mondo per il maggior numero di omicidi di difensori dell’ambiente”.
Insieme al popolo honduregno, alle istituzioni e organizzazioni internazionali, ai difensori dei diritti umani e dell’ambiente, il comunicato “esige dalle autorità competenti il rapido chiarimento di questo vile crimine, nonché la sottomissione alla giustizia penale dei responsabili e l’immediata esecuzione delle misure di protezione per gli attivisti del movimento sociale, ambientale e per i diritti umani dell’Honduras”.

Anche la rete “Iglesias y Minería” ha condannato “con energia e dolore l’omicidio del difensore dei diritti umani e comunicatore sociale”, chiedendo che le autorità “svolgano un’indagine rapida, esaustiva e indipendente che includa tra le sue linee di indagine il lavoro di difesa dei diritti umani esercitato da Pablo Hernández”. L’opinione pubblica internazionale è invitata a mobilitarsi affinché in Honduras, e in tutti i paesi, siano garantite la verità, la giustizia e la riparazione delle vittime per questo tipo di crimini, e allo stesso tempo per difendere e sostenere giornalisti e media che “promuovono la democrazia, difendono i diritti delle persone, delle comunità e della natura”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

13/01/2022
2911/2022
San Saturnino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

L’Associazione di Psicologi e Psicoterapeuti Nostra Signora di Guadalupe-

L’associazione sarda nata dal trauma di un figlio mai visto.  Si tratta dell’Associazione di Psicologi e Psicoterapeuti “Nostra Signora di Guadalupe”.

Leggi tutto

Società

Manco al cinema posso andare

29 milioni di italiani continuano a vivere regolarmente sposati, allevano 15 milioni di figli minorenni o maggiorenni non autosufficienti, si fanno carico di 3,8 milioni di disabili, degli anziani che non possono più vivere da soli. Questa è l’Italia, nella sua stragrande ottimizzato. Raccontarla, mai?

Leggi tutto

Chiesa

Vescovi Usa: approvato il documento sull’Eucaristia

Con 222 voti favorevoli e 8 contrari, la Usccb, riunita in plenaria a Baltimora, dà il placet al testo “Mistero dell’Eucaristia nella vita della Chiesa”.

Leggi tutto

Chiesa

Etiopia - Felicità per il rilascio delle religiose

La liberazione arriva in un momento di possibile cambiamento di scenari nel grande Paese del Corno d’Africa, travolto da ormai 14 mesi da una terribile guerra iniziata nella regione del Tigray e tracimate in altre aree

Leggi tutto

Storie

Lahore, famiglia cristiana accusata dalla polizia

A Lahore, una famiglia cristiana si difende da rapina ma viene accusata dalla polizia. Nonostante i rapinatori abbiano ferito a una gamba il signor Mushtag Masih le guardie hanno preso in custodia i due figli, rilasciati solo dopo il pagamento di una cauzione

Leggi tutto

Storie

Nigeria - Arresti per la strage di Pentecoste

Non ci fermeremo finché non arriveremo in fondo all’indagine su questo crimine e vi assicuro che gli autori e i loro sponsor saranno catturati”, ha detto Adetunji Adeleye, comandante della Ondo State Security Network Agency, nota come “Amotekun Corps”, la polizia dello Stato di Ondo, nel sud-ovest della Nigeria, nell’annunciare l’arresto di alcuni sospetti in relazione al massacro di domenica 5 giugno, nella chiesa cattolica di San Francesco Saverio ad Owo

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano