Storie

di Nathan Algren

Honduras - Assassinato un operatore pastorale indigeno

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

“Condanniamo con la massima fermezza l’omicidio di Pablo Isabel Hernández, leader del gruppo indigeno Lenca, nella zona occidentale dell’Honduras. Delegato della Parola di Dio (operatore pastorale ufficiale della Chiesa cattolica dell’Honduras), direttore di ‘Radio Tenán, la voce indígena Lenca’, difensore dei diritti umani e della Casa Comune, presidente della Rete degli Agroecologi della Biosfera Cacique Lempira, promotore dell’Università Indigena e dei Popoli e Sindaco di La Auxiliaría de La Vara Alta de Caiquín, nel dipartimento di Lempira”. Così si esprime la dichiarazione congiunta firmata da Monsignor Miguel Cabrejos Vidarte, Arcivescovo di Trujillo, Presidente del Consiglio episcopale latinoamericano (CELAM), e da Mons. Gustavo Rodríguez Vega, Arcivescovo di Yucatan, Presidente della Rete ecclesiale ecologica mesoamericana (REMAM), in merito all’omicidio di Pablo Isabel, avvenuto nel comune di San Marcos de Caiquín, dipartimento di Lempira, quando uomini sconosciuti gli hanno sparato alla schiena.

“Paolo era un uomo di Dio – ricorda il comunicato -, che amava la sua famiglia, amava la propria gente, rispettava e faceva rispettare la Casa Comune. Domenica mattina si dirigeva verso la comunità per guidare una celebrazione della Parola. Ora partecipa alla Domenica senza tramonto”.

I due Presidenti del CELAM e della REMAM presentano le condoglianze alla moglie, ai figli, ai parenti e agli amici di Pablo, esprimendo sostegno anche “al popolo dell’Honduras, vittima di potenti reti criminali che hanno reso il paese il quinto al mondo per il maggior numero di omicidi di difensori dell’ambiente”.
Insieme al popolo honduregno, alle istituzioni e organizzazioni internazionali, ai difensori dei diritti umani e dell’ambiente, il comunicato “esige dalle autorità competenti il rapido chiarimento di questo vile crimine, nonché la sottomissione alla giustizia penale dei responsabili e l’immediata esecuzione delle misure di protezione per gli attivisti del movimento sociale, ambientale e per i diritti umani dell’Honduras”.

Anche la rete “Iglesias y Minería” ha condannato “con energia e dolore l’omicidio del difensore dei diritti umani e comunicatore sociale”, chiedendo che le autorità “svolgano un’indagine rapida, esaustiva e indipendente che includa tra le sue linee di indagine il lavoro di difesa dei diritti umani esercitato da Pablo Hernández”. L’opinione pubblica internazionale è invitata a mobilitarsi affinché in Honduras, e in tutti i paesi, siano garantite la verità, la giustizia e la riparazione delle vittime per questo tipo di crimini, e allo stesso tempo per difendere e sostenere giornalisti e media che “promuovono la democrazia, difendono i diritti delle persone, delle comunità e della natura”.

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

13/01/2022
2601/2022
Santi Timoteo e Tito

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Società

ALTRO CHE DDL ZAN: LA LEZIONE DELLA ROWLING

La scrittrice ha sottolineato: “Mi sono allontanato da Twitter per alcuni mesi prima e dopo aver condiviso il mio sostegno per Maya, perché sapevo che non fosse fatto bene alla mia salute mentale. Sono ritornata da solo perché volevo condividere gratis un libro per bambini durante il l ‘’ ogni donna è coinvolta in questo dibattito in - TERF “.La sigla TERF è un termine coniato dagli attivisti Lgbt che significa femminista radicale trans-esclusivo e comprende molte diverse tipologie di persone come una madre che ha paura suo figlio voglia cambiare sesso per sfuggire al bullismo omofobico e una signora anziana che ha ammesso di non usare più fare acquisti da Marks & Spencer perché hanno permesso a un uomo che si identifica come donna di accedere ai camerini destinati alle donne, e molti altri esempi.

Leggi tutto

Storie

Arrestato per pedopornografia il direttore della Caritas di Benevento

Bimbi violentati. Migliaia di file dai contenuti definiti «raccapriccianti» dagli inquirenti, sono stati sequestrati dalla polizia postale nell’ambito dell’operazione “meet up” diretta dalla procura di Torino

Leggi tutto

Storie

Le molestie di Milano non indignano come le pacche sul sedere

Le molestie che si sono verificate la notte di Capodanno, in Piazza Duomo a Milano, in cui sono rimaste vittime ben nove giovani donne, non hanno indignato le femministe.

Leggi tutto

Società

Il rapporto monco di Amnesty

Di fatto ad Amnesty International non piace notare che c’è una colossale questione religiosa e c’è una sola fede i cui seguaci sono perseguitati talvolta fino alla morte: il cristianesimo

Leggi tutto

Politica

I temi etici non sono politici?

Cosa ha provato a spiegare il Popolo della Famiglia? Che spendere decine di milioni di euro delle casse pubbliche per avviare una pratica generalizzata di selezione eugenetica finalizzata alla soppressione dei nascituri down era una scelta di stampo nazista. Il Nipt senza ombra di dubbio ha quella finalità: è stato reso gratuito in Islanda e in Danimarca a seguito del programma governativo “Down Syndrome free” ottenendo nell’ultimo quinquennio la soppressione del 100% in Islanda e del 98% in Danimarca dei nascituri down individuati dal test. Non sto a dire che per un cattolico tale comportamento e anche tale scelte politica di impiego delle risorse pubbliche dovrebbe implicare una immediata presa di distanza. Ma anche per chiunque abbia un minimo a cuore la sorte dei bambini down, al di là di qualsiasi orientamento religioso, un governatore che avvia questo tipo di “sperimentazioni” dovrebbe risultare immediatamente invotabile.

Leggi tutto

Chiesa

Francesco, Bartolomeo, Welby uniti dalla Terra

Papa Francesco, il Patriarca ecumenico Bartolomeo e l’arcivescovo di Canterbury si uniscono per la prima volta in un appello urgente per il futuro del pianeta. Per la prima volta, congiuntamente, mettono in guardia sull’urgenza della sostenibilità ambientale, sul suo impatto sulla povertà e sull’importanza della cooperazione globale. L’esortazione a tutti è a fare ciascuno la propria parte nello “scegliere la vita” per il futuro della Terra.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano