Storie

di Roberto Signori

Docente no Green pass, “ecco perchè non mi vaccino”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

Compirà 50 anni lunedì ma, nonostante le nuove norme sull’obbligo di vaccinazione, è ancora intenzionato a non vaccinarsi Gianfranco Pigozzi, il docente di arte “no Green pass” di Orvieto sospeso dal lavoro e dallo stipendio dal 28 settembre scorso. Dal primo febbraio il professore rischia anche la sanzione prevista per tutti gli ultracinquantenni non vaccinati, ma questo non lo spaventa. “Ho perso già migliaia di euro da settembre ad oggi, non mi fa paura una multa da 100 euro” spiega all’ANSA. Pigozzi, tra l’altro, contesta giuridicamente il fatto che, “pur trattandosi di un obbligo, chi si vaccina debba firmare un consenso informato in cui dichiara che è lì per sua libera scelta e con il quale deresponsabilizza tutti gli altri da eventuali conseguenze del vaccino”. “E’ paradossale - prosegue -. Su questo punto si stanno muovendo migliaia di istanze, ma io personalmente non farò alcuna azione giudiziaria”. Quanto ai rischi per la salute, Pigozzi ha le idee chiare. “So quello che rischio - dice -, ma anche chi si vaccina sta rischiando”. Quanto alla sua vita quotidiana, ormai è limitata al minimo indispensabile. “L’Italia è il Paese con più restrizioni possibili - spiega -, io posso solo fare la spesa, prendere l’auto e al massimo un caffè al bar da asporto. Ma chi paga il prezzo sociale più alto - conclude - sono i giovani”

Abbonati agli albi cartacei de La Croce e all’archivio storico del quotidiano

19/01/2022
2405/2022
San Vincenzo di Lerino

Voglio la
Mamma

Vai alla sezione

Politica

Vai alla sezione

Articoli correlati

Politica

Vogliono il mondo di Frankenstein e usano i bambini

Il “gioco del rispetto” in 45 scuole dell’infanzia a Trieste altro non è che il tentativo di contrapporre l’indifferenziato all’identità, anche sessuale, persino dei più piccoli

Leggi tutto

Società

Conosciamo i nostri figli?

Le statistiche sulle dipendenze (nuove e vecchie) dei giovani e giovanissimi mostrano una morsa di fragilità che si fa sempre più impenetrabile, oltre la cortina di sostanze psicotrope e di una pornografia dilagante. L’anno del Sinodo sui Giovani può essere per la Chiesa e per la società il momento in cui si chiuda una buona volta la stagione della complicità (dis)educativa e si volti pagina

Leggi tutto

Media

Sierra Leone; il riscatto degli ex bambini soldato

Formare e seguire i giovani in Sierra Leone a quasi dieci anni dalla conclusione del conflitto civile: è l’obiettivo oggi dei salesiani, presenti da 20 anni nel piccolo Paese dell’Africa occidentale

Leggi tutto

Politica

PDF: Lucianella Presta sul Green Pass

Ecco l’osservazione di Lucianella Presta sul Green Pass di qualche ora fa….

Leggi tutto

Società

Sud Sudan - Il duro lavoro è la chiave del successo per i giovani

Dobbiamo lavorare sodo, essere onesti, impegnarci come se non fossimo noi a godere dei frutti del Sud Sudan. Siamo noi a porre le basi” ha affermato il Vescovo della diocesi di Tombura Yambio, Mons. Eduardo Hiiboro Kussala

Leggi tutto

Chiesa

Diocesi di Roma: aperto il Cammino di Santiago per i giovani

C’è tempo fino al 30 maggio per iscriversi al “Cammino di Santiago per i giovani”, promosso dal Servizio diocesano per la pastorale giovanile in collaborazione con l’Opera romana pellegrinaggi. “Un’esperienza di viaggio e di fede da non perdere, di cui è già pronto il programma”, scrive la Diocesi di Roma.

Leggi tutto

La Croce Quotidiano, C.F. P.IVA 12050921001

© 2014-2022 La Croce Quotidiano